Nostrofiglio.it
1 5

Quando fare il test di gravidanza e quali sono i sintomi a cui fare attenzione

/pictures/2016/12/05/tutti-i-sintomi-di-gravidanza-e-ora-di-fare-il-test-o-e-meglio-aspettare-3404154387[2690]x[1119]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-incinta
Quando fare il test di gravidanza? Qualsiasi sintomo prima delle presunte mestruazioni può far sperare nell'arrivo della cicogna. Ecco quando fare il test di gravidanza per avere un risultato sicuro

Quando fare il test di gravidanza

Le donne che cercano di avere un bambino, ogni mese, quando si avvicina l'arrivo delle mestruazioni , vivono questo periodo con ansia ed aspettative. Qualsiasi sintomo o disturbo diverso dal solito fa ben sperare che finalmente la cicogna abbia bussato alla porta. E non si vede l'ora di fare il test per scoprire se la gravidanza è iniziata oppure se si deve rimandare tutto al mese successivo.

Test di gravidanza quando farlo mattina o sera?

Spesso si legge nei forum dedicati ai sintomi di gravidanza, quando è meglio effettuare il test per verificare se si è incinta o meno. Il test andrebbe fatto la mattina appena alzate, a digiuno, con la prima urina, senza aver bevuto durante la notte, perché in questo momento della giornata l'urina contiene una concentrazione maggiore dell'ormone beta hCG.

Quando fare il test di gravidanza? Risponde l'esperta

Quando fare il test di gravidanza? Risponde, in questo podcast, Rossella Nappi ginecologa presso il policlinico San Matteo e professore dell'Università degli studi di Pavia.

Test di gravidanza come funziona

test di gravidanza venduti in farmacia sono dei test urinari che evidenziano la presenza nelle urine dell'ormone hCG (che non esiste in una donna non incinta). Il test (presentato sottoforma di bastoncino o di cartina) contiene degli anticorpi che reagiscono in presenza dell'ormone di gravidanza. Una linea blu o una croce appaiono in funzione del tuo stato "incinta" o "non incinta" (i segni possono esseri diversi a seconda delle marche). Da ricordare: il livello d’hCG è massino tra la 7 e la 12 settimana di gravidanza. Poi il livello di hCG diminuisce, ed è anche per quello che si hanno meno nausee dopo le prime 12 settimane di gravidanza. In seguito il livello di ormoni diventa stabile per tutta la gravidanza e si mantiene tale fino a 3 settimane dopo il parto. 

Tutto sulla gravidanza

Appena c'è il concepimento l’embrione ci mette circa 6-7 giorni per andare dalle tube all'utero, una volta che si posa nell'endometrio (la mucosa dell'utero) il trofoblasto (un tipo di cellule particolari del bambino) inizia a erodere l'endometrio per “mettere le radici” e poi trasformarsi in placenta. E' questo tessuto che inizierà a produrre l'ormone beta HCG. All'inizio ce ne sarà poco e poi via via crescerà seguendo la crescita della placenta.

Come si fa il test di gravidanza?

Il test va fatto bagnando il tampone sotto la prima urina del mattino che è più concentrata e ed è più facile che il risultato del test sia esatto, in quanto si riesce a calcolare meglio la presenza dell'ormone della gravidanza. Esistono anche dei test che possono essere fatti durante tutta la giornata. Dopo aver bagnato lo stick lo si lascia asciugare per qualche minuto e alla fine si osserva: due linee rosa indicano una gravidanza in atto, una linea sola indica un risultato negativo. Alcuni test invece delle linee hanno la scritta INCINTA - NON INCINTA

Test Clearblue

Clearblue è uno dei più affidabili brand di test di gravidanza. In commercio troviamo diverse tipologie di test: quello con rilevazione precoce, capace di dare il risultato fino a 6 giorni prima, quello digitale con datazione delle settimane di gravidanza e quelli più semplici.

Clearblue mette anche a disposizione delle coppie che stanno cercando una gravidanza numerosi stick e strumenti utili per misurare il periodo fertile. C'è, ad esempio, il test digitale che indica anche il possibile momento del concepimento con indicatore di settimane. Qui tutti i test di gravidanza Clearblue

Test di gravidanza migliore

La maggior parte dei testi di gravidanza casalinghi promette un'affidabilità del 99%. Il meccanismo di azione è molto semplice: lo stick è composto da un foglio con reagente chimico che si attiva solo in presenza degli ormoni Beta. Data la semplicità del test la maggior parte di quelli casalinghi che possiamo comprare in farmacia ad un costo contenuto sono affidabili. Naturalmente se vogliamo un test di gravidanza migliore possiamo optare per quelli che sono dotati anche di calcolatore delle settimane di gravidanza (che vengono valutate sulla base dei livelli di Beta presenti nelle urine).

Test di gravidanza negativo

Per alcune donne che stanno cercando una gravidanza, magari da parecchio tempo, l'appuntamento mensile con il test di gravidanza può essere un momento snervante e stressante. Soprattutto se il test è sempre negativo. Per questo è importante restare sereni e non trasformare il desiderio di un figlio in un pensiero ossessivo.

Falso negativo

Può capitare che il test di gravidanza casalingo risulti essere negativo anche se in realtà c'è una gravidanza in atto. In questo caso si parla di "falso negativo": se il ciclo continua a non presentarsi è opportuno ripetere il test dopo qualche giorno. Il falso negativo può essere causato dal fatto che il test è stato fatto troppo presto e lo stick ancora non è in grado di rilevare la presenza dell'ormone nell'urina.

Ricordate che la maggior parte dei test sono affidabili dal primo giorno di ritardo delle mestruazioni. Si può ripetere 3 giorni dopo in caso di un primo risultato negativo.

Falso positivo

Si dice sempre che un falso positivo in gravidanza non esiste. Il test misura la quantità di un ormone che viene prodotto dall'organismo solo quando c'è una gravidanza in atto. Allora come si può spiegare un test positivo quando invece la gravidanza non c'è? Può essersi verificato un aborto spontaneo nei primi giorni dopo il concepimento (cosa che accade nel 20% delle gravidanze) che poi si presenta con una perdita di sangue del tutto simile ad un ciclo mestruale. Oppure si stanno assumendo farmaci contenenti HCG.

Test di gravidanza, dopo quanti giorni si può fare?

Ma qual è il momento migliore per fare il test di gravidanza ed avere un risultato sicuro? Dopo quanti giorni si può fare? Sicuramente sarebbe meglio aspettare almeno una settimana dalla presunta data in cui le mestruazioni sarebbero dovute arrivare. Specialmente se avete un ciclo regolare, un ritardo di una settimana potrebbe essere sintomo di gravidanza, anche se non è sicuro al 100%. Ma non tutte le mamme in cerca di un bambino riescono ad attendere così tanto e spesso non vedono l'ora di fare il test.

Test di gravidanza precoce, i rischi

Ma un test di gravidanza precoce potrebbe dare un falso risultato. I test di gravidanza fai da te, ovvero gli stick che si comprano in farmacia, rilevano l’ormone hCG presente nell’urina. Molti stick sono un grado di calcolare la presenza di questo ormone (segno della gravidanza) già dopo 2 settimane dal concepimento. Ma in alcuni casi, magari, ci potrebbe essere stato un ritardo dell'ovulazione  ed allora fare il test troppo presto potrebbe dare esito negativo. Un test negativo, comunque, non dà la certezza che non ci sia una gravidanza in atto: è facile che possa accadere un falso negativo. Quindi vi conviene rifare il test dopo una settimana.

La prima settimana di gravidanza. I sintomi più frequenti

Le rosse non arrivano, ma il test fai da te continua ad essere negativo o non è molto chiaro? Provate a fare le analisi del sangue per misurare il dosaggio delle beta hCG. Questo esame, in caso di positività, dovrebbe essere ripetuto anche a distanza di qualche giorno, per verificare l’aumento della concentrazione dell’ormone nel sangue, che indica il corretto avvio della gravidanza.

Esame del sangue

L'esame delle beta HCG sul sangue andrebbe fatto solo se prescritto dal medico, questo serve per controllare l'andamento della gravidanza dopo che sono insorti problemi o c'è stata una minaccia di perdita, se il medico ha il sospetto di una gravidanza extrauterina, se ci sono particolari indicazioni per controllare la salute della donna.

Per confrontare la giusta crescita della gonadotropina umana i valori seguono all'incirca questi range, però non è detto che se non li seguono alla perfezione la gravidanza non stia proseguendo come dovrebbe

  • raddoppiano ogni 2 giorni per valori fino a 1200 UI/l

  • raddoppiano ogni 3 giorni per valori da 1200 UI/l a 6000 UI/l

  • raddoppiano ogni 4 giorni per valori superiori a 6000 UI/l

Dove trovare i test di gravidanza

I più comuni stick sono in vendita anche in parafarmacie e centri commerciali, quelli un po' più elaborati e sofisticati si trovano in farmacia. Anche online è possibile acquistare i test di gravidanza, l'importante è affidarsi a negozi online che hanno evidente il bollino del Ministero della Salute che li autorizza a vendere farmaci e dispositivi medici. Non è necessaria la ricetta del medico.

Costo

I costi variano da circa 5 euro per un test con singolo stick, a 12 per quello singolo digitale fino a 25 euro per quelli che hanno due stick e quindi consentono di fare un nuovo test a distanza di qualche giorno dal primo, utile soprattutto in caso di falso negativo.

Storia del test di gravidanza

Infine, ecco qualche curiosità. I moderni test di gravidanza trovarono diffusione alla fine degli anni Settanta, anche se non erano così precisi come lo sono oggi. Prima dell'avvento di questi test l’unico “test” affidabile era aspettare. Ma sin dall'antichità sono stati usati molti modi, non sappiamo quanto affidabili, per sapere se c'era una gravidanza in atto. Ad esempio in Egitto la donna doveva mettere la sua urina in due recipienti distinti dove erano stati seminati frumento e orzo. Se non fosse cresciuto nulla, la donna non era incinta. Se fosse spuntato prima il frumento, sarebbe stata una femmina, mentre nel caso dell’orzo sarebbe stato un maschio.

Sintomi di gravidanza o sindrome premestuale?

Oltre ad i test di gravidanza veri e propri, cercate di "ascoltare" il vostro corpo e di notare tutti quei sintomi che sono legati alla gravidanza. Molto spesso si tratta di sintomi simili a quelli della fase premestruale ed è facile confonderli. Ma se avete una conoscenza approfondita del vostro corpo, potreste riuscire a notare qualche differenza. In alcune donne i primi sintomi cominciano ad essere percepiti già dopo una settimana dal concepimento, mentre in altre si presentano solo verso le 6/8 settimane di gravidanza, ed altre ancora non notano nessun sintomo o nessuna condizione particolare e diversa dal solito.

Sintomi di gravidanza, i più frequenti

Quali sono tutti questi sintomi di gravidanza?

  • Il primo sintomo è ovviamente il mancato arrivo del ciclo mestruale, l'amenorrea. Ma già nei giorni precedenti al presunto arrivo delle mestruazioni, possono verificarsi episodi di malessere legati alla gravidanza. Quindi bisogna fare attenzione a questi segnali!
  • Circa una settimana dopo il concepimento oppure qualche giorno prima dell'arrivo del ciclo potrebbero verificarsi piccole perdite ematiche, che vengono chiamate perdite da impianto. In genere durano uno o due giorni e possono essere accompagnate da un senso di malessere generale, tensione mammaria e dolore al ventre. Le perdite da impianto, però, non capitano a tutte le donne.
  • Durante i primi 3 mesi di gravidanza possono verificarsi anche perdite biancastre. Se notate un aumento delle perdite, quindi, potrebbe essere il segnale che c'è una gravidanza in atto, soprattutto se in genere non ne soffrite nel periodo precedente all'arrivo del ciclo. Queste perdite vengono chiamate leucorrea e sono causate dal cambiamento nella produzione degli estrogeni che aumentano con l'inizio della gravidanza. In alcuni casi possono essere così abbondanti da avere l'impressione di "farsela sotto" o che il ciclo sia arrivato ed alcune donne devono ricorrere ai salvaslip. Le perdite, però, potrebbero essere anche causate da una infezione, quindi da sole non provano che ci sia uno "stato interessante".

gpt native-middle-foglia-incinta

  • Tra gli altri sintomi ci sono il dolore al seno, che può iniziare già dopo poche settimane dal concepimento, ma può essere confuso anche con la sindrome premestruale.
  • Un senso generale di affaticamento, presente sin dalle prime settimane dopo il concepimento, e un bisogno di dormire maggiore rispetto al solito (è un po' come se il corpo avesse bisogno di accumulare energie in vista di tutti i cambiamenti a cui porta una gravidanza)
  • Dolore alla parte bassa della schiena; nausee mattutine, che in genere compaiono da 2 ad 8 settimane dopo il concepimento e terminano al terzo mese di gravidanza (ci sono tuttavia donne che non ne soffrono per niente ed altre, meno fortunate, che ne soffrono per tutti i nove mesi)
  • Sensibilità verso alcuni odori o sapori
  • Mal di testa frequente, che può comparire nelle prime settimane di gravidanza ed è causato dall'aumento degli ormoni nell'organismo
  • Bisogno continuo di fare pipì, che è causato dal progesterone, che rilassa la muscolatura della vescica e limita la capacità di trattenere l'urina
  • Stitichezza, che è causata sempre dalla presenza di progesterone
  • Voglie di cibi specifici, dolci o salati
  • Senso di tensione al basso ventre
  • Cambiamento repentino di umore.

Domande e Risposte

Quando fare il test di gravidanza dopo un rapporto?

Il test di gravidanza andrebbe fatto dal primo giorno di ritardo della mestruazione o almeno 2 settimane dopo un rapporto considerato a rischio

Test di gravidanza mattino o sera?

Il test andrebbe fatto la mattina appena alzate, a digiuno, con la prima urina, senza aver bevuto durante la notte, perché in questo momento della giornata l'urina contiene una concentrazione maggiore dell'ormone Beta hCG

Quanto costa il test di gravidanza?

La maggior parte dei test di gravidanza sono venduti in farmacia in scatole da uno o da due stick. Il costo varia dai 12 ai 20 euro a seconda che si tratti di un test normale (stick) o digitale.

Come funziona il test di gravidanza?

Occorre mantenere il test di gravidanza sotto il getto di urina per qualche secondo o in alternativa si può immergere l’indicatore nell’urina raccolta in un contenitore. In pochi minuti appare un segno, a seconda del risultato positivo o negativo del test. In alcuni test due linee indicano che sei incinta

Test di gravidanza negativo quando ripeterlo?

Se il test di gravidanza è negativo puoi provare a rifarlo dopo una settimana. Un falso negativo potrebbe essere causato da un basso livello di beta hCG

 

gpt inread-incinta-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-incinta-0