Home Rimanere incinta Sono incinta?

Sintomi di gravidanza, quali sono? I primi segnali che sei incinta

di Redazione PianetaMamma - 02.03.2022 Scrivici

sintomi-di-gravidanza-quali-sono-i-primi
Fonte: shutterstock
Sintomi di gravidanza quali sono: vediamo quali sono i segni di gravidanza della prima settimana e nel primo mese prima del ritardo

Sintomi di gravidanza quali sono i primi

La prima settimana di gravidanza può passare sotto silenzio oppure manifestarsi in qualche modo. Esistono alcuni sintomi che possono presentarsi sin dai primi giorni di gravidanza anche se la maggior parte delle donne comincia ad accorgersi di qualche cambiamento più in là. Quali sono i sintomi di gravidanza nella prima settimana? E come capire che sei incinta prima del ritardo?

In questo articolo

Primi sintomi di gravidanza

Di certo è ancora troppo presto per avere i più classici e noti sintomi della gravidanza, come la nausea o i crampetti addominali o altri sintomi, e certamente è presto per fare un test di gravidanza, anche perchè ufficialmente non hai ancora un ritardo nel ciclo mestruale. Indubbiamente i primi sintomi più comuni e frequenti dell'inizio della gravidanza, dopo il concepimento, sono:

  • tensione e gonfiore del seno e fastidio ai capezzoli
  • fastidio ad alcuni tipi di odori
  • maggiore sensibilità ed irritabilità
  • fame
  • stanchezza
  • gonfiore addominale
  • nausea
  • capogiri
  • mal di testa
  • dolori alla schiena
  • febbre

Vediamo più nel dettaglio quali sono i primi sintomi di gravidanza.

Tensione al seno

Per effetto del progesterone, le mammelle diventano più turgide e possono anche essere dolenti.

Fastidio ad alcuni tipi di odori

L'iperosmia è un effetto molto comune della gravidanza ed è sorprendente. Odori che fino ad oggi sono sempre stati considerati innocui se non addirittura piacevoli, diventano improvvisamente insopportabili.

Maggiore sensibilità ed irritabilità

Gli sbalzi ormonali legati alla gravidanza sono i principali responsabili di una certa irritabilità. Ma si tratta di un fenomeno che si verifica in molte donne che soffrono di sindrome premestruale.

Fame

Potreste sentirvi particolarmente affamate e desiderose di particolari cibi. Tuttavia, le classiche voglie e l'eccessivo appetito sono anche legati alla più classica sindrome premestruale.

Stanchezza e sonnolenza

Uno dei primi sintomi di gravidanza è la sensazione di stanchezza che può manifestarsi anche nella prima settimana dopo il concepimento. Alcune attività quotidiane semplici come fare la spesa o camminare veloci possono sembrare molto più faticose. Si può avere maggiore sonnolenza e voglia di andare a dormire prima. Questo può essere causato dai cambiamenti che avvengono nel corpo e dall'aumento dei livelli ormonali. Ovviamente la fatica può essere causata anche da tanti altri fattori come lo stress, la depressione, influenza etc.

Gonfiore addominale

Gli ormoni della gravidanza possono favorire problemi intestinali come flatulenza, stipsi e dolori addominali. Ma questi disturbi possono essere causati anche da una scorretta alimentazione.

Nausea

La nausea è uno dei più classici e comuni sintomi di gravidanza, tuttavia non si presenta immediatamente dopo il concepimento. Se avvertite la nausea o soffrite di vomito mattutino ancor prima di aver avuto un ritardo non è detto che si tratti di un sintomo di gravidanza, ma può essere un fenomeno causato da un'influenza o da qualche altro fattore.

Capogiri

Nelle donne che già sofforno di vertigini e capogiri, un abbassamento della glicemia o una sensazioen si svenimento può essere piuttosto gfrequente, soprattutto nel primo e nel terzo trimestre. 

Mal di testa

Il mal di testa è un dsiturbo molto comune e non basta per ipotizzare una gravidanza in atto, anche se si tratta di uno sintomo comune nelle prime settimane di gestazione ed è legato essenzialmente ai cambiamenti ormonali.

Dolori alla schiena

Nella maggior parte dei casi questo dolore o fastidio è localizzato nella parte bassa della schiena. Ma attenzione: può essere provocato anche da stress, tensioni, problemi posturali.

Febbre

Un leggero aumento della temperatura è fisiologico nei primi mesi di gravidanza. Tenete d'occhio la temperatura basale: deve essere alta e mantenersi così.

Nelle prime settimane si può soffrire di dolori al basso ventre e di mal di schiena nella parte inferiore della spina dorsale che in alcuni casi può durare durante tutta la gravidanza. A prescindere da una gravidanza, il mal di schiena può essere causato anche dall'arrivo imminente del ciclo, da problemi alla spina dorsale e da tensioni nervose o fisiche.

E ancora, altri sintomi di gravidanza nelle prime settimane:

  • potresti avere qualche leggera perdita ematica. Sono le cosiddette perdite da impianto, che avvengono dai 6 ai 12 giorni dopo l'avvenuto concepimento e sono causate dal fatto che l'embrione si sta attaccando alla parete dell'utero.
  • Inoltre possono presentarsi alcuni sintomi che generalmente non vengono mai associati alla gravidanza. Ad esempio stipsi o disturbi gastrointestinali. Questo perchè gli ormoni della gravidanza possono influire sulla salute del tratto gastrointestinale: flatulenza, gonfiore, e dolore addominale possono essere abbastanza comuni o, al contrario, gli ormoni possono rallentare le funzioni intestinali e causare la stitichezza.
  • Potreste anche avvertire dei sintomi che potrebbero essere una sorpresa, come l'eccessiva salivazione, un disturbo che dipende direttamente dalla nausea e con essa si presenta fin dalle prime settimane di gravidanza e solitamente scompare intorno al terzo mese. Spesso questa condizione si verifica insieme allo ptialismo, cioè alla difficoltà di deglutire che si verifica quando la quantità di saliva diventa eccessiva. A sua volta la difficoltà a deglutire la saliva prodotta per la facilità al vomito è la causa della salivazione abbondante. 
  • Il mal di testa e i giramenti di testi sono un altro sintomo piuttosto comune nelle prime settimane: l'aumento degli estrogeni, in particolare, può portare al mal di testa, soprattutto nelle donne che non hanno mai sofferto di questo problema.

Ricordatevi che ogni donna e ogni gravidanza sono diverse, quindi sono pochi sintomi possono essere considerati come universali. Inoltre per fortuna non è detto che sperimenterete tutti i sintomi descritti, anche se potrebbero essercene altri. Se qualche sintomi vi lascia perplessa, il nostro consiglio è sempre di parlarne con il vostro medico di fiducia.

 

Sintomi di gravidanza prima del ciclo

Come riconoscere i sintomi di gravidanza prima del ciclo? Bisogna tener presente che spesso i sintomi della gravidanza e quelli della sindrome premestruale sono simili.

Stanchezza, gonfiore e dolore addominale, mal di pancia, ritenzione idrica, leggero aumento del peso, tensione al seno e dolore alle articolazioni, acne, diarrea o stipsi, perdite fluide biancastre. E ancora irritabilità, malinconia e tristezza, sbalzi d'umore e difficoltà a mantenere la concentrazione: sono i principali sintomi della sindrome premestruale che si presentano generalmente una settimana/10 giorni prima dell'arrivo del ciclo mestruale.

Come capire se sei incinta? I sintomi di gravidanza nei primi giorni

Come capire se sei incinta se spesso i sintomi dei primi giorni di gravidanza si confondono con quelli della sindrome premestruale? E' molto difficile distinguere i segnali di una gravidanza con quelli del ciclo in arrivo. Di solito la nausea e la presenza di sintomi che normalmente non sono tipici per quell'epoca del ciclo mestruale sono in grado di far capire che sei incinta. Il consiglio è comunque quello di effettuare un test di gravidanza o fare le analisi.

Quali sono i primi sintomi di gravidanza extrauterina? Sono spesso simili a quelli di una gravidanza fisiologica. Quindi possono comparire nausea e lievi dolori addominali. Successivamente quando la gravidanza avanza, possono esserci i segni tipici di un aborto spontaneo, quindi perdite ematiche, e il dolore al basso ventre aumenta. In questi casi occorre recarsi subito in pronto soccorso. La gravidanza ectopica non può essere portata avanti e si procede, quindi, ad un aborto terapeutico.

La maggior parte delle gravidanze dura circa 40 settimane, e si data l'inizio della gravidanza dopo circa 14 giorni dopo l'ultima mestruazione. Questo sistema serve soprattutto in ambito clinico perché non si può sapere con certezza quando è avvenuto il concepimento. In genere, quindi, una gravidanza dura 38 settimane, ma nell'incertezza il modo migliore per fare un calcolo della data parto è contare 40 settimane, o 280 giorni, dal primo giorno dell'ultimo ciclo mestruale.

Come si fa il calcolo del periodo fertile? Per aumentare le probabilità di concepimento è importante monitorare i sintomi dell'ovulazione in atto (ad esempio consistenza del muco cervicale o misurazione della temperatura basale), ma anche tenere un calendario del ciclo mestruale per capire quali siano i giorni fertili del mese. In genere, in un ciclo di 28 giorni, la finestra del periodo fertile è di 4-5 giorni a cavallo del 14esimo giorno del mese.

Nelle prime settimane le analisi dei valori ormoni beta HCG aiutano a fare una datazione più precisa. La gonadotropina corionica umana, o HCG, è, infatti, un ormone prodotto durante la gravidanza e i test di gravidanza casalinghi non fanno che evidenziare la presenza o meno proprio di questi ormoni. Soprattutto all'inizio della gestazione i valori di HCG aumentano rapidamente, per poi calare e stabilizzarsi verso la fine del terzo mese di gravidanza.

Ascolta il podcast per scoprire quali sono i primi sintomi di gravidanza

Sintomi di gravidanza o premestruali?

Sintomi di gravidanza o sintomi mestruali?

Accade a molte donne di domandarsi se sia possibile distinguere i sintomi di un'eventuale gravidanza da quelli del ciclo e in effetti, a causa della produzione di progesterone, i sintomi della gravidanza - come abbiamo visto - sono per certi versi simili a quelli premestruali. L'unico vero segnale che può farci sospettare che ci sia una gravidanza in atto è l'assenza delle mestruazioni, il classico ritardo. Solo un test di gravidanza potrà scogliere ogni dubbio.

Dopo quanto tempo si avvertono i sintomi di gravidanza

Nella maggior parte delle donne i primi sintomi di gravidanza cominciano a manifestarsi dopo 3 o 4 settimane dall'avvenuto concepimento, quindi alla quinta o sesta settimana di gravidanza, quando spesso è già stato fatto il test di gravidanza a causa di un ritardo delle mestruazioni.

Sintomi di gravidanza isterica

La gravidanza isterica o falsa gravidanza è un disturbo psicosomatico per cui la donna accusa sintomi del tutto simili a quelli di una vera gravidanza a tal punto da convincersi veramente di essere incinta. 

I sintomi più comuni di una gravidanza isterica sono:

  • la convinzione di essere incinta (100%),
  • la sensazione di avvertire movimenti fetali (dal 48 al 75%),
  • cambiamenti del seno che arriva a secernere una sostanza simile al latte (59%),
  • ingrossamento addominale (97%),
  • irregolarità mestruali (98%),
  • aumento di peso (44%),
  • nei casi più eclatanti dolori da travaglio e falsi parti (1%).

Sintomi di gravidanza o menopausa

I sintomi di gravidanza sono abbastanza diversi da quelli della menopausa.

I più comuni sintomi di menopausa sono:

  • vampate di calore;
  • sbalzi d'umore;
  • secchezza vaginale;
  • maggiore frequenza della minzione;
  • vulnerabilità di fronte alle infezioni del tratto urinario;
  • aumento di peso;
  • calo del desiderio sessuale;
  • sudorazione notturna. 

Ovviamente il segnale più lampante della menopausa è l'irregolarità e la scomparsa delle mestruazioni. Per sapere se sia in atto una gravidanza non resta che fare un test di gravidanza.

Sintomi di gravidanza a rischio

Le prime settimane di gravidanza sono le più delicate perché l'embrione deve impiantarsi correttamente nell'utero, dove crescerà e si svilupperà. Un'anomalia ormonale, ad esempio nei livelli di progesterone, oppure problemi alla placenta possono causare una gravidanza a rischio o un aborto spontaneo che può manifestarsi con perdite e sanguinamento, crampi al basso ventre, scomparsa dei classici sintomi di gravidanza.

Sensazione di essere incinta prima del test

Ti senti strana e ti chiedi se sei incinta? L'unico modo per sapere con certezza che stai aspettando un bambino è fare il test di gravidanza - i più sofisticati sono affidabili anche pochi giorni dopo l'eventuale concepimento - ma non è inusuale sentirsi strane: una tensione al seno (che sembra più gonfio e lievemente dolente), crampetti e dolorini nella parte bassa dell'addome, una certa leucorrea (perdite bianche un po' più abbondanti), una accentuata sensazione di stanchezza: possono essere tutti segnali di un bimbo in arrivo.

Sintomi di una gravidanza gemellare

In una gravidanza gemellare i classici sintomi possono presentarsi prima - già intorno alla sesta settimana - soprattutto per effetto dell'aumento esponenziale dei valori delle Beta Hcg. Frequenti, quindi, la scialorrea - una fastidiosa ipersalivazione - ma anche sonnoloenza, nausea mattutina, crampi al basso ventre, lievi perdite ematiche (che non sono altro che le ben note perdite da impianto).

Tuttavia non è raro che le prime settimane della gravidanza gemellare si svolgano esattamente come se si trattasse di una gravidanza singola.

Sintomi di gravidanza nel primo mese

Nel primo mese di gravidanza possono manifestarsi già i primi sintomi, ma può anche scorrere tutto nella norma. L'unico modo per  sapere se si è incinte è fare il test di gravidanza dopo il ritardo delle mestruazioni. A questo punto saranno passate circa due settimane dal concepimento e saremo ufficialmente nel primo mese di gravidanza.

I sintomi più comuni del primo mese di gravidanza sono quelli noti:

  • stanchezza;
  • nausea e vomito al mattino;
  • seno gonfio e dolente;
  • minzione frequente;
  • sensazione di fame;
  • leggera insonnia;
  • crampetti al basso ventre;
  • mal di schiena.

Alcune donne sperimentano le perdite da impianto, uno spotting leggero che è del tutto diverso - sia per durata che per quantità - dalle mestruazioni.

Domande e Risposte

Domande e risposte

Quando compaiono i primi sintomi di gravidanza?

La nausea e il vomito, tra i più noti sintomi della gravidanza, iniziano a presentarsi tra le 2 e le 8 settimane dopo il concepimento

Quali sono i primi sintomi di una gravidanza in corso?

Il primo sintomo affidabile dell'inizio di una gravidanza è l'assenza del ciclo. Ma oltre a questo potreste avvertire questi sintomi molto comuni e frequenti: tensione e gonfiore al seno, fastidio ad alcuni tipi di odori, fame, stanchezza, nausea, dolori alla schiena

Quando iniziano le nausee in gravidanza?

La nausea è uno dei primi sintomi più comuni e fastidiosi di una gravidanza. Non tutte ne soffrono. Di solito la nausea compare nei primi tre mesi di gravidanza e dovrebbe affievolirsi a partire dal quarto mese.

Quali sono i sintomi nella prima settimana di gravidanza?

La prima settimana di gravidanza può passare sotto silenzio oppure manifestarsi in qualche modo. Esistono alcuni sintomi che possono presentarsi dai primi giorni di gravidanza anche se la maggior parte delle donne comincia ad accorgersi di qualche cambiamento più in là. I primi sintomi sono tensione al seno, nausea, maggiore sensibilità agli odori, stanchezza, dolori alla schiena.

Quanto tempo ci vuole per rimanere incinta dopo il rapporto?

Secondo alcuni studi gli spermatozoi possono raggiungere l'ovulo nell'arco di soli trenta minuti. Va ricordato che l'ovulo resta fertile e fecondabile per circa 24 ore, ma gli spermatozoi possono rimanere vitali anche per 72 ore.

gpt inread-incinta-0

articoli correlati