Home Rimanere incinta Sessualità e corpo

Sindrome premestruale e rimedi naturali

di Francesca Capriati - 10.03.2021 Scrivici

sindrome-premestruale-e-rimedi-naturali
Fonte: shutterstock
Sindrome premestruale e rimedi naturali: integratori, magnesio e rimedi per i sintomi della sindrome premestruale. Umore, nervosismo e sbalzi ormonali

Sindrome premestruale e rimedi naturali

Secondo le stime fino a 3 donne su 4 soffrono di sindrome premestruale, una condizione che può presentarsi con un'ampia varietà di segni e sintomi, inclusi sbalzi d'umore, sensibilità al seno, stanchezza premestruale, nervosismo. Alcuni trattamenti, cambiamenti nello stile di vita e rimedi naturali possono aiutare ad alleviare i sintomi e a gestire meglio la sindrome premestruale.

In questo articolo

Sintomi della sindrome premestruale

I sintomi della sindrome premestruale sono diversi e numerosi, e possono variare da donna a donna. In linea di massima includono:

  • sbalzi d'umore
  • tristezza
  • irritabilità e nervosismo
  • cambiamenti nell'appetito
  • difficoltà di concentrazione
  • cambiamenti nel desiderio sessuale
  • dolore muscolari e alle articolazioni
  • aumento della ritenzione idrica
  • gonfiore addominale
  • diarrea o costipazione
  • tensione al seno
  • stanchezza
  • mal di testa
  • acne.

Alcune donne soffrono di sindrome premestruale grave (disturbo disforico premestruale), con sintomi fisici ed emotivi anche molto pesanti che possono influenzare la qualità della vita.

I sintomi scompaiono entro tre-quattro giorni e comunque non appena si presentano le mestruazioni.

Sindrome premestruale: rimedi per gli sbalzi d'umore

Nella maggior parte dei casi è sufficiente modificare le abitudini di vita, ma per le donne che soffrono di sintomi più seri il medico potrebbe prescrivere dei farmaci come gli antidepressivi, gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, che sono efficaci per ridurre i disturbi dell'umore e il nervosismo.

Integratori per la sindrome premestruale

Ecco alcuni degli integratori usati più comunemente per trattare ed alleviare i sintomi della sindrome premestruale:

  • Calcio e vitamina D
  • Agnocasto (Bacca dell'albero di castagno)

Calcio e vitamina D

Alcuni studi recenti hanno scoperto che l'assunzione di integratori di calcio da parte delle donne con sindrome premestruale moderata o grave porterebbe ad una riduzione del 48% della gravità dei sintomi. In alternativa si può assumere il calcio da fonti alimentari come latte scremato, yogurt, latticini, verdure a foglia verde.

Gli studi hanno anche indagato sugli effetti della vitamina D, che regola l'assorbimento e il metabolismo del calcio, e hanno suggerito che 400 UI al giorno di vitamina D riducono il rischio di soffrire di sindrome premestruale e anche la gravità dei sintomi, come diarrea, costipazione, stanchezza, depressione.

Agnocasto

La bacca di castagno è spesso consigliata come integratore per alleviare la sindrome premestruale e i suoi effetti sono stati confermati da alcuni studi come uno pubblicato sulla rivista Reproductive Endocrinology che ha analizzato l'uso di agnocasto o di un placebo in 162 donne con sindrome premestruale.

Dopo il periodo di tre mesi, le donne che avevano assunto 20 mg al giorno hanno manifestato un miglioramento dei sintomi rispetto a quelle che avevano assunto il placebo, 8 mg o 30 mg. Attenzione, però, perché l'agnocasto potrebbe provocare degli effetti collaterali e potrebbe non essere indicato per alcune persone quindi è importante consultare sempre il medico prima di assumere un qualsiasi integratore.

Quali integratori prendere?

Secondo gli esperti questi integratori possono essere utili:

  • Calcio per aiutare ad alleviare i sintomi fisici ed emotivi.
  • Magnesio per alleviare il dolore al seno e il gonfiore.
  • Gingko biloba: riduce sintomi come gonfiore, affaticamento e insonnia.
  • Vitamina E per ridurre le prostaglandine, che possono aumentare il dolore fisico.
  • Vitamina B-6 per alleviare l'affaticamento, l'irritabilità e l'insonnia.

Magnesio

Il magnesio è stato a lungo oggetto di studi circa i suoi effetti sui sintomi, sia fisici che emotivi, legati alla sindrome premestruale e i risultati mostrano che i benefici sono tangibili. In particolare l'assunzione di un integratore di magnesio potrebbe ridurre gonfiore, ritenzione idrica e tensione al seno, ma anche depressione, tristezza e irritabilità.

Tuttavia c'è da sottolineare che gli integratori di magnesio possono anche causare effetti collaterali come diarrea, cambiamenti nella pressione del sangue e disturbi allo stomaco, quindi, come per qualsiasi altro integratore, bisogna parlare con il proprio medico prima di assumerlo.

Rimedi naturali per il nervosismo

Le piante e la fitoterapia possono aiutare se si soffre di irritabilità, nervosismo e sbalzi d'umore. Possiamo innanzitutto provare l'aromaterapia con oli essenziali come:

  • camomilla per favorire il rilassamento e il sonno
  • salvia sclarea per alleviare i crampi mestruali e l'ansia
  • lavanda per un effetto calmante
  • neroli per alleviare l'ansia e il nervosismo.

Possiamo aggiungere gli oli essenziali diluiti in un bagno caldo o inalare il profumo direttamente mettendo alcune gocce su un batuffolo di cotone e inspirando.

Erba di San Giovanni

Celebre antidepressivo naturale, l'erba di San Giovanni può aiutare a ridurre ansia, depressione e irritabilità e può anche alleviare alcuni sintomi fisici della sindrome premestruale, ma bisogna fare attenzione perché interagisce con numerosi farmaci quindi è importante chiedere prima al medico.

Fonti

gpt inread-incinta-0

articoli correlati