Home Rimanere incinta Sessualità e corpo

Fasi del ciclo mestruale: come distinguerle e quando è il periodo più fertile

di Francesca Capriati - 23.02.2021 Scrivici

fasi-del-ciclo-mestruale
Fonte: shutterstock
Fasi del ciclo mestruale: fase luteale, follicolare, fase mestruale e ovulazione. Quali sono i sintomi, quanto durano e quali sono le fasi fertili

Fasi del ciclo mestruale

Se stai cercando di rimanere incinta è importante imparare a conoscere il tuo corpo, i ritmi e il funzionamento dell'apparato riproduttivo, per capire quando arrivano i giorni fertili e concentrare i rapporti sessuali proprio in questa che viene definita una finestra fertile. Vediamo, quindi, quali sono le diverse fasi del ciclo mestruale.

In questo articolo

Durata del ciclo mestruale

Ogni mese, fino alla menopausa, il corpo femminile vive una serie di cambiamenti che servono a prepararlo per un'eventuale gravidanza. Tutta questa serie di eventi è chiamata ciclo mestruale. Durante il ciclo le ovaie rilasciano un ovulo che viaggia lungo le tube di Falloppio dove, se incontra uno spermatozoo, viene fecondato, in caso contrario si sfalda, insieme al rivestimento uterino che era stato preparato per accogliere l'embrione, e si presentano le mestruazioni.

A questo punto tutto ricomincia.

Il ciclo mestruale si divide in quattro fasi e la durata di ogni fase può variare da donna a donna e può cambiare con l'avanzare dell'età. In molti casi si tende a unire in un'unica fase quella delle mestruazioni e quella follicolare.

  • fase mestruale (mestruazioni)
  • fase follicolare
  • fase ovulatoria
  • fase luteale.

Mestruazioni

Quella mestruale è la prima fase del ciclo mestruale e coincide con i giorni delle mestruazioni. Inizia quando un ovulo del ciclo precedente non viene fecondato: a questo punto i livelli degli ormoni estrogeni e progesterone diminuiscono, il rivestimento uterino che era diventato più spesso per poter accogliere adeguata,ente l'embrione eventualmente fecondato non è più di alcuna utilità e si sfalda e una combinazione di tessuto, sangue e muco viene espulsa con le mestruazioni. I classici e più comuni sintomi mestruali sono:

  • crampi;
  • gonfiore;
  • sbalzi d'umore;
  • irritabilità;
  • mal di testa;
  • stanchezza;
  • lombalgia.

Quanto dura la fase mestruale?

La fase mestruale dura in media tra i 3 e i 7 giorni.

Fase follicolare

La fase follicolare inizia il primo giorno del ciclo, quindi coincide con le mestruazioni, e termina con l'ovulazione. Questa fase inizia quando l'ipotalamo invia un segnale alla ghiandola pituitaria al fine di rilasciare l'ormone follicolo-stimolante (FSH). Questo ormone stimola le ovaie a produrre dei piccoli sacchetti chiamati follicoli.

Ogni follicolo contiene un uovo immaturo. In genere maturerà solo un ovulo (anche se può accadere di avere una doppia ovulazione), il resto dei follicoli verrà poi riassorbito. In questa fase follicolare i livelli di estrogeni aumentano e ciò provoca un ispessimento delle pareti di rivestimento dell'utero al fine di creare un ambiente adatto alla crescita dell'embrione.

Quando dura la fase follicolare?

La fase follicolare dura in media circa 16 giorni, ma a seconda della durata del ciclo può variare.

Quale giorno considerare come primo del ciclo?

Il ciclo inizia con il sanguinamento delle mestruazioni, che va considerato anche come il primo giorno della fase follicolare.

Fase ovulatoria

L'aumento degli estrogeni durante la fase follicolare fa sì che la ghiandola pituitaria rilasci l'ormone luteinizzante (LH) e ciò avvia il processo di ovulazione. In questo momento, quindi, un ovulo matura nel follicolo e viene poi rilasciato. L'ovulo viaggia lungo la tuba di Falloppio verso l'utero per essere fecondato.

E' importante sapere che la fase di ovulazione è l'unico momento di tutto il ciclo mestruale in cui è possibile rimanere incinta.

L'ovulo, infatti, sopravvive circa 24 ore dopodiché non sarà più fecondabile. Per fortuna gli spermatozoi hanno vita più lunga e possono sopravvivere anche fino a 4 o 5 giorni, quindi non c'è solo un giorno utile per rimanere incinta, bensì un periodo fertile che comprende i giorni immediatamente precedenti all'ovulazione e il giorno dell'ovulazione.

Quanto dura la fase ovulatoria?

Per calcolare l'ovulazione ci sono diversi metodi, come tener traccia della temperatura basale, della consistenza e dei cambiamenti del muco cervicale: in un ciclo mestruale della durata media di 28 giorni l'ovulazione avverrà intorno al 14esimo giorno.

Fase luteale

Dopo che il follicolo ha rilasciato il suo uovo, si trasforma nel corpo luteo e inizia la fase luteale.

Questa struttura rilascia diversi ormoni, soprattutto progesterone ed estrogeni che servono a mantenere il rivestimento uterino spesso ed accogliente.

Se è avvenuto il concepimento l'organismo comincerà a produrre gonadotropina corionica umana (hCG), il più famoso ormone della gravidanza, quello che viene rilevato dai comuni test di gravidanza casalinghi. L'ormone Beta Hcg serve a mantenere il corpo luteo e il rivestimento uterino spesso.

In caso di mancato concepimento, invece il corpo luteo verrà riassorbito e progesterone ed estrogeni caleranno drasticamente: una serie di eventi a cascata che porteranno alla comparsa delle successive mestruazioni.

Quanto dura la fase luteale?

La fase luteale dura da 11 a 17 giorni, ma la durata media è di 14 giorni.

Sindrome premestruale o sintomi di gravidanza?

In questa fase che precede la comparsa delle mestruazioni potrebbero presentarsi sintomi legati alla Sindrome premestruale che sono molto simili a i primi sintomi di gravidanza. E' normale, quindi, se sei in cerca di una gravidanza essere tesa in questi giorni: speri che le mestruazioni non si presentino, e nel frattempo avverti sintomi come:

  • Tensione al seno;
  • stanchezza;
  • fame;
  • gonfiore.

Devi aspettare ancora qualche giorno per sapere se sei rimasta incinta: normalmente i test di gravidanza casalinghi sono molto affidabili già a partire da pochi giorni dopo la data delle attese mestruazioni.

Fonti

gpt inread-incinta-0

articoli correlati