Home Rimanere incinta Sessualità e corpo

Come alleviare i dolori mestruali con una dieta giusta

di Elena Berti - 03.03.2022 Scrivici

dolori-mestruali-e-dieta
Fonte: shutterstock
Dolori mestruali e dieta: come soffrire meno durante le mestruazioni scegliendo alimenti ricchi di magnesio e vitamina B.

Dolori mestruali e dieta

Non tutte le donne sperimentano le difficoltà legate al ciclo mestruale, che può essere a tratti addirittura invalidante. Ma molte soffrono di disturbi all'arrivo delle mestruazioni e in particolare di mal di pancia. Vediamo se c'è un collegamento tra dolori mestruali e dieta e come l'alimentazione può alleviare i fastidi legati al ciclo. 

In questo articolo

Dolori mestruali, cosa sono

Ma cosa si intende per dolori mestruali? In realtà una parte delle donne sperimenta dolori al basso ventre in diverse parti del ciclo: in concomitanza con l'ovulazione, o ancora qualche giorno prima delle mestruazioni e all'arrivo delle stesse. I dolori mestruali possono variare di intensità, ma anche quando non raggiungono picchi insopportabili - magari causati da patologie come l'endometriosi o la sindrome dell'ovaio policistico - non sono da sottovalutare e possono rappresentare un problema per chi ne soffre. 

La dismenorrea, poi, può essere causata da diversi fattori, non soltanto da problematiche fisiche o anomalie dell'utero ma anche da stress o cause ambientali.

Dieta e mestruazioni

Ma la dieta può influire sulle mestruazioni e le eventuali manifestazioni dolorose che si portano dietro? La risposta è sì: alcuni cibi possono alleviare i dolori mestruali, il mal di testa da ciclo, il gonfiore, la nausea e gli altri fastidi che influenzano i giorni delle mestruazioni e quelli che li precedono. 

Cosa mangiare per alleviare i dolori mestruali

Veniamo quindi alla dieta per alleviare i dolori mestruali. È importante, per attenuare i fenomeni di mal di pancia, mal di schiena, mal di testa o ancora nausea, consumare in particolare cibi ricchi di vitamine del gruppo B e magnesio. 

Più nel dettaglio, ecco i cibi che, se consumati nei giorni a cavallo delle mestruazioni, possono aiutare a star meglio: 

  • quelli ricchi di omega 3, come il pesce azzurro, perché aiutano a limitare gli spasmi
  • cibi ricchi di vitamina B1, come fiocchi d'avena, lievito di birra secco, germe di grano, arachidi, crusca, pistacchi, lenticchie, noci ma anche cereali integrali, fegato, molluschi, funghi
  • quelli che contengono vitamina E, come i semi di girasole crudi, ma anche l'olio di germe di grano o EVO, olio di girasole, di semi d'uva, di sesamo, le mandorle dolci, i pinoli, il prezzemolo secco, la salvia, il rosmarino, il tonno sott'olio, il timo secco, la passata di pomodoro e l'avocado
  • alimenti ricchi di magnesio come le barbabietole rosse, gli spinaci cotti, i ceci cotti, le albicocche secche, i fagioli cotti, i fichi (anche secchi), le prugne, le banane, il mais, il tarassaco, i broccoli e le patate (non fritte)
  • cibi che contengono vitamina B6, cioè spinaci, piselli, cereali integrali

Tisane per curare la dismenorrea

Inoltre, alcune erbe infuse possono aiutare ad alleviare i dolori mestruali, come per esempio l'achillea millefoglie, che contribuisce a rilassare la muscolatura dell'utero grazie alle sua proprietà anti-spasmodiche.

C'è anche la nota camomilla, che aiuta nel caso di dolori mestruali di origine nervosa, magari causati da stress. La tisana al lampone, utilizzata anche in travaglio, aiuta a rilassare i muscoli dell'utero e quelli pelvici, alleviando i dolori. Infine, le amanti della cannella saranno contente di sapere che ha un effetto calmante sugli spasmi grazie alle sue proprietà anticoagulanti. 

Seguire una dieta ricca di magnesio, vitamine di tipo B ed E durante il periodo mestruale può servire ad alleviare i dolori causati dalle mestruazioni, oltre a garantire un apporto equilibrato di tutte le componenti di cui l'organismo ha bisogno. 

gpt inread-incinta-0
Continua a leggere

articoli correlati