Home Rimanere incinta Sessualità e corpo

Corpo luteo: qual è la sua funzione

di Francesca Capriati - 23.01.2023 Scrivici

corpo-luteo
Fonte: shutterstock
Corpo luteo: cosa vuol dire avere un corpo luteo, cosa fare se se il corpo luteo non si riassorbe, quali sono i sintomi. Corpo luteo, ovulazione e gravidanza

In questo articolo

Corpo luteo

Il corpo luteo è il follicolo che si trasforma dopo l'ovulazione. Produce ormoni fondamentali per la gravidanza, come il progesterone che svolge un ruolo importante nella preparazione dell'utero all'attecchimento dell'embrione. Se la gravidanza non si verifica, il corpo luteo degenera e alla fine viene assorbito e sostituito da tessuto fibroso.

Quando compare il corpo luteo?

Il corpo luteo è una cisti fisiologica, quindi normale, che si forma nell'ovaio ogni mese nelle donne in età fertile. Si forma subito dopo l'ovulazione e il suo compito è quello di rendere l'utero un luogo accogliente e sicuro in cui far crescere il feto.

Il corpo luteo rilascia un ormone chiamato progesterone che prepara l'utero alla gravidanza. Una volta che non è più necessario produrre progesterone, il tuo corpo luteo scompare.

Corpo luteo, sintomi

Il corpo luteo, quindi, si forma immediatamente dopo l'ovulazione, un'importante fase del ciclo mestruale femminile perché è proprio in questi giorni - nel periodo fertile - che si hanno le maggiori probabilità di rimanere incinta

I sintomi dell'ovulazione sono in genere:

  • leggeri dolori alle ovaie simili a dei crampi,
  • perdite vaginali di colore trasparente (aumento del muco cervicale),
  • aumento del desiderio sessuale,
  • cambiamento nell'aspetto e nella consistenza del seno.

Quando avviene l'ovulazione?

Durante un ciclo mestruale regolare, di 28 giorni, l'ovulazione in genere avviene il 14° giorno.

Il periodo fertile dura al massimo cinque giorni: gli spermatozoi infatti possono sopravvivere nell'utero per 72 ore mentre l'ovocita può essere fecondato solo nel termine di 24-48 ore.

Il ciclo mestruale si divide in quattro fasi. In molti casi si tende a unire in un'unica fase quella delle mestruazioni e quella follicolare.

  • fase mestruale (mestruazioni): dura dai 3 ai 7 giorni
  • fase follicolare: inizia il primo giorno del ciclo, quindi coincide con le mestruazioni, e termina con l'ovulazione. L'ipotalamo invia un segnale alla ghiandola pituitaria che rilascia l'ormone follicolo-stimolante (FSH). Questo ormone stimola le ovaie a produrre dei piccoli sacchetti chiamati follicoli all'interno dei quali ci sono gli ovociti. In genere maturerà solo un ovulo mentre gli altri follicoli verranno riassorbiti. La fase follicolare dura in media circa 16 giorni
  • fase ovulatoria: l'aumento degli estrogeni durante la fase follicolare fa sì che la ghiandola pituitaria rilasci l'ormone luteinizzante (LH) e ciò avvia il processo di ovulazione. In questo momento, quindi, un ovulo matura nel follicolo e viene poi rilasciato. L'ovulo sopravvive circa 24 ore dopodiché non sarà più fecondabile
  • fase luteale: dopo che il follicolo avrà rilasciato l'ovulo si trasforma nel corpo luteo, una massa di cellule di colore giallo zafferano, che ha il compito di rilasciare progesterone ed estrogeni che servono a mantenere il rivestimento uterino spesso ed accogliente. In caso di concepimento l'organismo comincerà a produrre gonadotropina corionica umana (hCG), l'ormone Beta Hcg che serve a mantenere il corpo luteo e il rivestimento uterino spesso. In assenza di concepimento, il corpo luteo verrà riassorbito e progesterone ed estrogeni caleranno drasticamente.

Corpo luteo gravidico

Dopo il concepimento, il corpo produce l'ormone Gonadotropina corionica umana (HCG) che contribuisce a trasformare il corpo luteo in corpo luteo gravidico, che cambia colore (diventando di un giallo più acceso) e aumenta di dimensioni.

A questo punto il suo compito è quello di produrre progesterone ed altri ormoni indispensabili per rendere accogliente l'ambiente uterino e per secernere sostanze nutritive per il feto.

L'attività del corpo luteo prosegue almeno per il primo trimestre di gravidanza, quando il compito di nutrire il feto passerà alla placenta, ormai completamente formata.

Se il corpo luteo non si riassorbe

Può capitare che il corpo luteo continui a crescere invece di rompersi quando dovrebbe. Quando ciò accade, si riempie di liquido e si crea una cisti.

Le cisti solitamente sono indolori e vengono scoperte durante un'ecografia. Possono essere trattate con qualche mese di pillola contraccettiva oppure, se si è incinte, generalmente scompaiono entro il secondo trimestre di gravidanza.

Anche se nella maggior parte dei casi le cisti sono innocue e indolori, possono rendere più difficile il concepimento e possono essere accompagnate da alcuni sintomi come:

I sintomi includono:

  • Dolore pelvico,
  • sensazione di pesantezza addominale,
  • dolore durante la minzione oppure su un lato del corpo oppure durante i rapporti sessuali o anche localizzato nella parte bassa della schiena,
  • spotting tra una mestruazione e l'altra,
  • tensione al seno.
gpt inread-incinta-0
Continua a leggere

Approfondimenti