Home Rimanere incinta Infertilità

Menopausa precoce: sintomi e trattamenti

di Francesca Capriati - 09.03.2021 Scrivici

menopausa-precoce
Fonte: shutterstock
Menopausa precoce: definizione, rimedi e cure. Cosa fare, trattamenti, rimedi naturali e che probabilità di gravidanza ci sono

Menopausa precoce

La menopausa è la fase della vita di una donna in cui la fertilità si esaurisce e non è più possibile rimanere incinta. In media la menopausa arriva intorno ai 50 anni, ma in alcune donne si presenta prima e in questi casi si parla di menopausa precoce. Cerchiamo di capire quali sono le cause e cosa fare.

In questo articolo

La menopausa

Ci sono tre fasi per la menopausa naturale:

  1. Perimenopausa: è una fase di transizione in cui le ovaie iniziano a produrre meno ormoni, causando livelli fluttuanti di estrogeni e progesterone, e livelli inferiori di testosterone. Questa fase si interrompe quando inizia la menopausa.
  2. Menopausa: in questa fase, il ciclo di una donna si ferma. Le ovaie non rilasciano più ovuli e i livelli di estrogeni diventano molto bassi. La diagnosi di menopausa può essere fatta quando il ciclo non compare per 12 mesi consecutivi.
  3. Postmenopausa: è la fase che inizia dopo che si è conclamata la menopausa; l'organismo si stabilizza e i sintomi, come le vampate di calore, possono anche sparire.

Le donne in genere entrano in menopausa naturale nei primi anni dopo i 50. L'età media è tra i 51 e i 52 anni.

Definizione di menopausa precoce e prematura

Viene definita precoce la menopausa che si presenta prima dei 40 anni, con la scomparsa delle mestruazioni. Viene definita prematura, la menopausa che si verifica prima dei 45 anni. Le ovaie non rilasciano più ovuli, l'ovulazione si arresta e si verifica anche un abbassamento drastico degli ormoni coinvolti nell'ovulazione.

E' importante chiarire che la menopausa precoce non coincide con l'insufficienza ovarica precoce. 

L'insufficienza ovarica precoce può essere transitoria e sporadicamente si può ovulare e avere un sanguinamento; quando l'insufficienza ovarica precoce diventa una condizione permanente e la donna non ha più le mestruazioni, si parla di menopausa precoce.

I sintomi

La menopausa precoce può manifestarsi con gli stessi sintomi tradizionali e più comuni della menopausa, quindi:

  • vampate di calore;
  • sbalzi d'umore;
  • secchezza vaginale;
  • maggiore frequenza della minzione;
  • vulnerabilità di fronte alle infezioni del tratto urinario;
  • aumento di peso;
  • calo del desiderio sessuale;
  • sudorazione notturna. 

Altre donne, invece, non hanno alcun sintomo.

Diagnosi

La diagnosi viene fatta eseguendo alcuni esami che sono generalmente:

  • test di gravidanza: per escludere che la causa dell'assenza delle mestruazioni sia legata ad una gravidanza in atto;
  • esami e dosaggi ormonali: soprattutto dei livelli di estrogeni e dell'ormone follicolo-stimolante.

Cause

A provocare la menopausa precoce possono essere diversi fattori:

  • Anomalie genetiche e cromosomiche: il fattore ereditario è importante e c'è più probabilità di andare incontro a duna menopausa precoce se ci sono precedenti in famiglia.
  • Malattie autoimmuni: l'organismo produce anticorpi anomali che attaccano i tessuti dell'organismo, come le ovaie.
  • Infezioni virali
  • Disturbi metabolici: come il diabete o il morbo di Addison.
  • Chemioterapia e radioterapia
  • Asportazione chirurgica delle ovaie e asportazione chirurgica dell'utero
  • Tossine, compreso il tabacco.

Rimedi

I più frequenti trattamenti proposti alle donne con menopausa precoce sono:

  • Terapia ormonale con estrogeni e progesterone;
  • contraccettivi orali combinati: che contengono estrogeni e un progestinico

Sarà il medico a valutare la situazione e a indicare il trattamento più adatto. La scelta dipende anche dalla volontà della donna di ricercare una gravidanza – in questi casi può essere indirizzata verso una procedura di fecondazione in vitro – oppure no.

In quest'ultimo caso la terapia cercherà soprattutto di alleviare gli effetti della menopausa, dai sintomo più fastidiosi fino ai rischi dimostrati, come un calo della densità ossea (che favorisce l'insorgenza dell'osteoporosi) provocato dall'abbassamento degli estrogeni e un aumento del rischio di malattia coronarica.

Generalmente queste terapie ormonali vengono portate avanti fino ai 51 anni, quando in media si verifica la menopausa.

Cure per la menopausa precoce

La terapia ormonale sostitutiva (TOS) è raccomandata di routine a tutte le donne con menopausa precoce, a meno che non ci sia un motivo valido per non utilizzarla. 

Menopausa precoce e gravidanza

Se l'insufficienza ovarica precoce è ancora transitoria può accadere che sporadicamente si riesca ad ovulare e ad avere le mestruazioni. In questo caso, tecnicamente, la gravidanza non è da escludere e non è impossibile riuscire a rimanere incinta.

Al contrario quando si entra in una fase di menopausa precoce la gravidanza non è più possibile, se non con una fecondazione in vitro con ovuli di una donatrice.

È importante rivolgersi ad uno specialista della fertilità per esplorare le opzioni a propria disposizione.

Fonti

gpt inread-incinta-0

articoli correlati