Home Rimanere incinta

La sensazione della febbre come sintomo di gravidanza

di Penelope Greco - 28.02.2021 Scrivici

come-riconoscere-i-sintomi-di-gravidanza
Fonte: shutterstock
La febbre sintomo di gravidanza è uno dei primi campanelli di allarme. Andiamo a scoprire insieme i sintomi più comuni del primo mese

sintomi della gravidanza differiscono spesso da donna a donna. Non tutte sperimentano gli stessi disturbi e anche laddove i sintomi siano comuni, può variarne l'intensità e la frequenza. Certamente il primo segnale di allarme è il ciclo che non arriva. Tuttavia, le mancate mestruazioni non indicano automaticamente una gravidanza, perché sono molti i motivi per i quali può capitare. In genere, se c'è la possibilità di essere rimaste incinta, è consigliabile effettuare un test di gravidanza. Vediamo insieme i sintomi principali.

In questo articolo

La febbre sintomo di gravidanza e gli altri

Non tutte le donne hanno gli stessi sintomi durante la gravidanza. Vediamo insieme quelli più frequenti:

Male al seno

Sembra un po' come i giorni prima del ciclo, quando il seno dà un po' fastidio. In questo caso però è anche un ipotetico segnale di una gravidanza, così come la presenza di capezzoli più scuri e leggermente più grandi, con puntini intorno all'aureola.

Stanchezza, sonnolenza e febbre

Anche una forte sensazione di  affaticamento e una continua sonnolenza possono essere segnali caratteristici delle prime fasi di gravidanza. La gravidanza indebolisce il sistema immunitario per aiutare a garantire che il corpo non rigetti il feto in via di sviluppo. I cambiamenti nel sistema respiratorio possono anche rendere le donne incinte più vulnerabili al raffreddore e all'influenza e la febbre è un sintomo comune di queste condizioni.

Una persona ha la febbre quando la sua temperatura corporea sale a 38 ° C o superiore. I sintomi che si verificano comunemente con la febbre includono:

  • brividi
  • mal di testa
  • perdita di appetito
  • sensazione di stanchezza o sonnolenza
  • disidratazione
  • sudorazione

Malessere generale

All'inizio di una gravidanza, la donna può avvertire una sensazione di malessere generale, specialmente al mattino. Un malessere che nel corso della gravidanza può evolvere nelle tipiche nausee mattutine e in alcuni casi in episodi di vomito. La causa è stata spesso identificata come psicologica, ma un nuovo studio rafforza l'opinione che sia invece biologica e collegata a uno specifico stadio di sviluppo della gravidanza. In particolare la ricerca, dell'Universita' di Warwick e pubblicata su BMC Pregnancy and Childbirth, condotta su 256 donne che hanno tenuto un diario giornaliero individua una finestra nella quale i sintomi si manifestano: otto-dieci giorni dopo l'ovulazione. 

Minzione frequente

La gravidanza provoca anche una maggior produzione della gonadotropina corionica umana, che fa aumentare la minzione e che obbliga quindi, le donne, a urinare più spesso. Anche in questo caso, bisogna stare attenti a non generalizzare: urinare spesso è una caratteristica di molte donne, indipendentemente dal loro essere o meno incinte.

Altri sintomi

Altri sintomi possono essere piccoli sanguinamenti, le cosiddette perdite da impianto (e in loro presenza è bene consultare il ginecologo), aumento della fame, maggior sensibilità agli odori, mal di testa.

Sintomi del primo mese di gravidanza

Nausea e diarrea

I sintomi della prima settimana di gravidanza e del primo mese in generale non sono tutti uguali. Tra i più frequenti ritroviamo nausea e diarrea. Questo per la sensazione di fame inusuale, che insorge tra i sintomi gravidanza nelle prime due settimane e una alternanza di fame e inappetenza dovuti a piccoli disturbi gastrointestinali che possono poi portare alla comparsa di altri sintomi come bocca amara o secca. 

Stati depressivi

Nelle prime settimane di gravidanza ci può essere un cambiamento repentino di umore, che possono dar vita a veri e propri piccoli stati depressivi, con nervosismo eccessivo.

Come calcolare la gravidanza

"Di quanti mesi sei?"è una delle domande più ricorrenti quando cominica a domparire la pancia. "Sono 24+3, oppure 37+2". Sembra un gioco matematico e con la prima gravidanza può sembrare difficile capire come calcolare da quanto si aspetta. La maggior parte delle gravidanze dura circa 40 settimane, e si data l'inizio della gravidanza circa 14 giorni dopo l'ultima mestruazione. Questo sistema serve soprattutto in ambito clinico perché non si può sapere con certezza quando è avvenuto il concepimento. In genere, quindi, una gravidanza dura 38 settimane, ma nell'incertezza il modo migliore per fare un calcolo della data parto è contare 40 settimane dal primo giorno dell'ultimo ciclo mestruale.

In questo modo saprai quando andare a fare le visite dal ginecolo, quando prendere appuntamento per le varie ecografie e quando dovrebbe nascere il tou bambino.

Fonti articolo: Humanitas Salute, Ospedale Bambino Gesù, Medical News Today

gpt inread-incinta-0

articoli correlati