Home Parto Travaglio

Stomaco vuoto in travaglio: per l’anestesia è meglio

di Elena Berti - 03.02.2022 Scrivici

stomaco-vuoto-in-travaglio
Fonte: shutterstock
Stomaco vuoto in travaglio: da uno studio emerge come il travaglio rallenti la digestione e mangiare cibi solidi crei rischi in caso di cesareo.

Stomaco vuoto in travaglio

Si partorisce da sempre eppure ogni giorno arrivano nuove scoperte che spesso smentiscono, almeno in parte, le precedenti. Se è recente la dichiarazione del mondo medico secondo cui non ci sono problemi a mangiare prima del parto, adesso gli anestesisti mettono in guardia: meglio avere lo stomaco vuoto in travaglio

In questo articolo

Uno studio sui cibi solidi durante il travaglio

Mentre in passato si riteneva che fosse meglio arrivare al travaglio con lo stomaco vuoto (non sono frequenti i casi di partorienti che vomitano, tra l'altro), negli ultimi tempi si è invece stabilito che mangiare durante il parto non ha controindicazioni, a patto ovviamente che il cibo assunto sia sano, non troppo pesante e in modiche quantità. Insomma, se avete voglia di lasagne durante il travaglio forse sarebbe meglio evitare, ma carboidrati, cioccolato fondente, frutta e altri alimenti sono concessi. 

Un recente studio ha però evidenziato come, in realtà, il travaglio rallenti lo svuotamento dello stomaco. 

Svuotamento dello stomaco e anestesia

Lo studio, promosso dall'American Society of Anesthesiologists, ha preso in considerazione quattro categorie di donne: 10 non incinte, 10 incinte ma non in travaglio, 10 in travaglio senza epidurale e 10 in travaglio con epidurale. Tutte hanno prima fatto un'ecografia per verificare che lo stomaco fosse effettivamente vuoto, poi hanno consumato uno yogurt.

I risultati hanno dimostrato che effettivamente il travaglio rallenta notevolmente lo svuotamento dello stomaco, ma attenzione: l'anestesia epidurale, usata solitamente per alleviare i dolori del parto naturale e in alcuni casi per il cesareo, sembra invece velocizzarlo. 

Meglio non mangiare prima di partorire

Qual è il problema se lo stomaco è pieno? Si tratta di una preoccupazione che arriva dai medici anestesisti e che ha a che fare con l'eventuale necessità di ricorrere a una sedazione generale, magari per un cesareo d'urgenza. In questo caso, il rischio di aspirazione/inalazione del contenuto dello stomaco è più alto, per questo sarebbe meglio non mangiare prima di partorire. 

In Europa assumere cibi solidi durante il travaglio è ormai concesso ovunque, mentre in altri stati e in particolare in alcuni degli USA è una pratica che viene ancora contrastata.

Lo studio evidenzia però che le donne il cui travaglio si sta svolgendo senza complicazioni e che sono state sottoposte ad anestesia epidurale possono consumare cibi solidi perché il rischio di parto cesareo e quindi anestesia generale è molto basso. 

In sostanza, mangiare o non mangiare durante il parto

Molte donne non ci pensano nemmeno, soprattutto quando le contrazioni si fanno più dolorose e ravvicinate. Ma è bene ricordarsi di assumere liquidi, sorseggiandoli con calma: acqua, cubetti di ghiaccio, succhi di frutta senza zuccheri aggiunti e ghiaccioli sono un ottimo modo per mantenersi idratate e aiutare così il lavoro dei muscoli. 

Se si arriva in forma al travaglio non c'è bisogno di fare pasti pantagruelici, e soprattutto se le contrazioni sono distanziate e il monitoraggio non evidenzia problemi il parto potrebbe essere lontano: parlatene con l'équipe medica se proprio avete voglia di un panino!

gpt inread-parto-0
Continua a leggere

articoli correlati