Home Parto

Gravidanza a termine: quando andare in ospedale

di Emanuela Cerri - 11.02.2016 Scrivici

spesso-non-e-come-te-lo-eri-immaginato
Quando andare in ospedale per partorire? Se la gravidanza è quasi al termine e si verificano perdite di sangue, contrazioni ravvicinate o forti dolori è meglio andare subito in ospedale

Quando andare in ospedale per partorire

La gravidanza è quasi giunta al termine e magari si presenta qualche doloretto o contrazione. La domande coglie tutte le mamme in procinto di dare alla luce il loro bambino: quando andare in ospedale per partorire?

Inutile precipitarsi in ospedale se il momento del parto è ancora lontano e non si presentano alcune precise condizioni.

Diciamo che se si è intorno 38-42 settimane di gestazione si deve andare in ospedale se si verificano questi eventi:

  • Contrazioni ravvicinate: una contrazione di 40-45 secondi ogni 5 minuti
  • Perdita copiosa di liquido amniotico, specie se il colore del liquido non è chiaro e presenta tracce di meconio, è verdastro o con tracce di sangue
  • Dolori forti all’addome o in regione lombare
  • Aumento della pressione sanguigna
  • Perdite di sangue, più abbondanti della semplice perdita del tappo mucoso

gpt inread-parto-0

articoli correlati