Nostrofiglio.it
1 5

L'importanza di tenere la mano durante il parto

/pictures/2019/01/04/l-importanza-di-tenere-la-mano-durante-il-parto-837254924[956]x[399]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-parto
Uno studio conferma che tenere la mano durante il parto diminusce il dolore

Tenere la mano durante il parto

La presenza del papà in sala parto non solo porterebbe sollievo e conforto alla mamma, ma secondo alcuni studi, riuscirebbe a sortire un effetto analgesico naturale. Il contatto con la persona amata, ad esempio tenendole la mano, riuscirebbe a fungere da potente antidolorifico durante le doglie e il travaglio, ma in generale in tutte le situazioni in cui si prova dolore.

Lo studio

Ad analizzare questo fenomeno sono stati alcuni ricercatori dell'Università di Haifa, in Israele, dell'Università del Colorado di Boulder e dell'Università Parigi Diderot  coordinati dal professor Pavel Goldstein che hanno condotto alcuni esperimenti su venti coppie di età compresa tra 23 e 32 anni che stavano insieme da almeno un anno.

La ricerca ha coinvolto uomini e donne in modo differente:

  • le donne dovevano stringere un tubo bollente nel quale veniva fatta passare dell'acqua calda di diverse temperature, in modo da provocare una sensazione di dolore di crescente intensità
  • gli uomini, invece, vivevano diverse situazioni: dovevano stringere la mano delle loro compagne, essere presenti in una stanza vicina oppure restare nella stessa camera ma senza avere alcun contatto fisico.

I risultati

Secondo quanto pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of the National Academy of Sciences, è emerso chiaramente che le donne provavano meno dolore quando i loro compagni le tenevano per mano e al tempo stesso gli uomini riuscivano quasi a percepire la sofferenza della propria compagna, grazie ad una sorta di allineamento cerebrale. Non solo: nelle coppie che avevano elettroencefalografie (delle registrazioni dell'attività elettrica dell'encefalo) simili, le donne provavano un dolore ancora minore rispetto alle altre. Una dimostrazione di quanto l'affiatamento e il legame di coppia possa amplificare l'effetto analgesico del contatto.

Queste conclusioni sono, quindi, valide in qualsiasi situazione nella quale la donna sperimenta il dolore, compreso naturalmente il parto.

Papà che assiste al parto

L'analgesia da contatto

Questo fenomeno è ancora misterioso e suscita grande interesse da parte della comunità scientifica. Recenti ricerche sottolineano il ruolo dell'empatia nel sollievo del dolore, il contributo del contatto è ancora tutto da studiare. Come spiegano i ricercatori:

I nostri risultati indicano che il contatto mano per mano durante la sperimentazione del dolore aumenta il collegamento cervello-a-cervello in una rete che coinvolge principalmente le regioni centrali del bersaglio del dolore e l'emisfero destro dell'osservatore del dolore.

Ciò, quindi, porterebbe a concludere che, da un lato, il contatto con il partner favorirebbe il rilascio di sostanze analgesiche naturali nel cervello (neurotrasmettitori) di chi soffre e, dall'altro, renderebbe possibile una sorta di ‘sincronizzazione cerebrale' che stimolerebbe l'empatia nell'osservatore e riuscirebbe a rendere il dolore più sopportabile per chi lo prova.

"Il tocco interpersonale può offuscare i confini tra sé e gli altri", hanno scritto i ricercatori. In pratica:

puoi esprimere empatia per il dolore di un partner, ma senza un tocco questo sentimento di vicinanza non può essere completamente comunicato

Non solo: come dimostrato da precedenti studi, tenere la mano della persona amata nel dolore sincronizza il respiro e la frequenza cardiaca nonché le onde cerebrali e questa crescente sincronizzazione del cervello è associata a un minor dolore.

Il professor Goldstein racconta di aver avuto l'idea di approfondire la ricerca legata alla "sincronizzazione interpersonale" dopo aver assistito alla nascita di sua figlia: in sala parto teneva stretta la mano di sua moglie e questo alleviava il suo dolore.

Volevo testare questa sensazione in laboratorio: si può davvero ridurre il dolore con il tatto, e se sì, come? Ebbene, questo documento illustra il potere e l'importanza del tocco umano

gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0