Home Parto Post parto

Intimità dopo il parto: come ritrovare la voglia di fare l’amore dopo un figlio

di Elena Berti - 07.07.2022 Scrivici

voglia-di-fare-l-amore-dopo-il-parto
Fonte: shutterstock
Come riprendere la voglia di fare l’amore dopo il parto, superando stanchezza, dolori, paura di sentire male e mancanza di fiducia in se stessa

Come riprendere la voglia di fare l’amore dopo il parto?

Partorire può essere un evento bellissimo, ma spesso si accompagna a piccoli traumi e a una ripresa lenta e dolorosa. Si dice che ci partorisce naturalmente si riprenda prima perché non deve gestire gli esiti di un intervento chirurgico, ma è inutile negare che alcuni aspetti non sono semplici da gestire. Punti, dolori, lochiazioni, emorroidi sono comunque aspetti con cui fare i conti per un buon periodo dopo la nascita, e che possono influenzare la voglia di fare l'amore dopo il parto

In questo articolo

Cosa succede al corpo dopo il parto

Durante la gravidanza, molte donne sperimentano un aumento del desiderio sessuale. Merito degli ormoni e in particolare degli estrogeni, che scatenano la libido. Solo una piccola percentuale preferisce non avere rapporti per motivi come la presenza del bambino o il rifiuto del proprio corpo così diverso, e a volte sono anche gli uomini a non sentirsela. 

Ma successivamente è più frequente l'opposto, e cioè che le donne non abbiano voglia di fare l'amore dopo il parto, e questo soprattutto per l'influenza degli ormoni, ma non soltanto. 

Dopo il parto e durante l'allattamento gli estrogeni sono più bassi e questo, proprio come in menopausa o quando si prende un anticoncezionale ormonale, influisce negativamente sul desiderio sessuale. Ma non solo: i punti, il dolore, lo shock per il parto possono spesso bloccare la neo-mamma, che non vuole assolutamente essere toccata e tanto meno penetrata. 

Motivi che bloccano le neo-mamme in camera da letto

I motivi fisici sono sicuramente tra i principali che frenano le neo-mamme nella ripresa dei rapporti sessuali dopo il parto. Bisogna considerare che anche i medici consigliano di aspettare almeno le quattro settimane o, ancora meglio, la visita delle sei settimane, in modo da poter essere sicuri che sia tutto a posto. Il rischio è soprattutto che i punti non siano ancora rimarginati nel modo giusto (o caduti), che i tessuti non siano tonici o che possano esserci altri inconvenienti.

A parte questo, chi ha partorito è consapevole che qualcosa è cambiato. C'è il dolore fisico vero e proprio, ma c'è anche la paura di provare dolore che blocca. 

Oltre a questa paura, molte neo-mamme sono stravolte dall'allattamento (spesso, magari, perdono anche latte dal seno), non riescono a farsi una doccia regolarmente, non dormono, insomma si sentono sopraffatte e l'ultima cosa di cui hanno bisogno è il sesso. Ma, in alcuni casi, potrebbe essere invece un ottimo modo per star meglio. 

Come riprendere ad avere rapporti dopo il parto

Prima di tutto, è necessario avere chiaro che nessuno può imporvi di avere rapporti sessuali se non volete. Bisogna smettere di credere che gli uomini abbiano delle "esigenze" o che possano scappare perché la compagna si rifiuta di fare l'amore. 

La ripresa è diversa per ogni donna e molti medici sostengono che ci possano volere fino a 4 mesi per sentirsi pronte (lo ritiene per esempio uno studio del Murdoch Childrens Research Institute di Melbourne): prendetevi il vostro tempo. 

In ogni caso, è più normale che il papà abbia voglia di vicinanza, affetto, coccole, anche per non sentirsi escluso dalla nuova intimità che si è creata tra mamma e bambino. Proprio da qui potete e dovete partire, da un avvicinamento graduale. È importante che possiate prendervi un po' di tempo per voi: lasciate che sia il papà ad addormentare il piccolo e fatevi una doccia, depilatevi, lavatevi i capelli, fate quello che vi fa sentire di nuovo "donna". 

Non c'è fretta

Dopodiché, iniziate con un approccio soft. Una serata sul divano abbracciati, dei baci, delle carezze. Iniziare a riavvicinarsi non soltanto ristabilisce un contatto nella coppia, ma permette anche al corpo, sopraffatto da cortisolo e prolattina e quindi poco incline alla libido - di riaccendersi.

Se non ve la sentite di fare l'amore ma avete comunque desiderio, potete iniziare con la masturbazione reciproca, evitando la penetrazione. In questo modo, oltre a stare vicini e godere l'uno dell'altro, potete capire che sensazione vi dà essere toccate in un punto che potrebbe dolere. 

Quando sarete pronte per riprendere a fare l'amore dopo il parto ricordatevi che l'allattamento non protegge dalle gravidanze indesiderate. Non affidatevi nemmeno al coito interrotto perché il liquido preseminale può fecondare, ma scegliete il preservativo o fatevi prescrivere un anticoncezionale compatibile con l'allattamento. 

Non è facile riprendere a fare sesso dopo aver partorito, sia per il dolore che per molte altre ragioni, soprattutto psicologiche e legate alla stanchezza, che frenano le neo-mamme. Ritrovatevi poco a poco come coppia, l'importante è ristabilire un contatto! 

gpt inread-parto-0

articoli correlati