Home Parto Post parto

Perché può essere utile andare dall’osteopata dopo il parto

di Elena Berti - 31.03.2022 Scrivici

osteopatia-post-parto
Fonte: shutterstock
Osteopatia post parto: quando farla e perché, a cosa serve, per il mal di schiena e altri disturbi della neo-mamma ma anche per il neonato

Osteopatia post parto: quando farla e perché

I nove mesi di gravidanza possono mettere a dura prova il corpo di una donna: il peso aumenta, gli organi si spostano, i muscoli perdono tono, le ossa subiscono frazioni, il bacino si allarga per fare spazio al bambino… Ecco perché sempre più donne ricorrono all'osteopatia post parto, che ha benefici non solo sul corpo, ma sul benessere in generale della neo-mamma.

In questo articolo

Che cos’è l’osteopatia post parto

Dopo aver partorito, la donna entra nel cosiddetto puerperio: un periodo che dura circa quaranta giorni e durante il quale il corpo elimina, in qualche modo, non solo le fatiche della nascita ma anche le tracce della gravidanza. Le lochiazioni si fermano, la pancia (in teoria) rientra, si riacquistano le forza… Ma non sempre è così: capita molto spesso, infatti, che la neo-mamma abbia diversi disturbi conseguenti la gravidanza e il parto. Mal di schiena, in particolare nella fascia lombare, stanchezza, mollezza muscolare, e in generale uno stato di malessere diffuso che, dal corpo, si diffonde anche all'umore, con conseguenze che possono portare addirittura alla depressione post parto

In questo contesto interviene l'osteopatia post parto, cioè quella tecnica che punta ad aiutare le donne che hanno partorito da poco a superare i disagi e i disturbi che si portano dietro. 

Come funziona l’osteopatia nel post parto

Visto che l'osteopatia punta a ripristinare più velocemente il benessere della neo-mamma, il suo lavoro ha diversi funzioni. Serve sì a migliorare eventuali disturbi, ma più in generale a ripristinare tutte le funzioni dell'organismo che si sono modificate con la gravidanza e il parto, quindi dolori che riguardano le ossa ma anche i muscoli, il riassestamento degli organi interni, dell'utero, la circolazione delle gambe e molto altro. In sintesi, con l'osteopatia nel post parto si cerca di migliorare la sintomatologia della neo-mamma a livello globale, intervenendo sul corpo per migliorare anche lo stato d'animo.

L'osteopatia post parto può essere utile sia dopo un parto naturale che dopo un parto cesareo, anche se ovviamente la modalità di intervento sarà diversa.

Osteopatia e depressione post parto

Secondo molti esperti, l'osteopatia è una valida alleata nel trattare il babyblues e la depressione post parto. Questo proprio perché la neo-mamma, sopraffatta dalla novità, dalla stanchezza, dalla mancanza di sonno, deve fare i conti con dei disturbi fisici (mal di testa, mal di schiena, debolezza muscolare) che contribuiscono a buttarla giù. Sentirsi bene fisicamente, senza dolori, riuscendo anche a dormire meglio (quel poco che è concesso!) o anche soltanto riuscire a occuparsi del proprio bambino con energia, senza soffrire ogni volta che si tira su dal passeggino o che si porta in braccio, aumenta la fiducia e migliora in generale l'umore, contribuendo così alla prevenzione o addirittura alla cura della depressione post parto. 

Osteopatia post parto neonato

Anche i neonati possono giovare dell'osteopatia. Nonostante in Italia non sia diffusissima in generale come pratica dopo il parto, nemmeno per le mamme, in altri paesi è invece prassi comune per sconfiggere diversi disturbi che riguardano i bambini appena nati: difficoltà del sonno, reflusso gastroesofageo, coliche o ancora malanni ripetuti o presenza di molto catarro, ma anche in caso di plagiocefalia. Può essere quindi utile, se si è di fronte a una di queste problematiche, effettuare una visita dall'osteopata

L'osteopatia nel post parto è una pratica molto utile per le neo-mamme: aiuta a liberarsi di disturbi dovuti alle modificazioni subite dal corpo durante la gravidanza e il parto e in generale, grazie ai suoi benefici, contribuisce a migliorare l'umore. L'osteopatia può essere inoltre utile anche per i neonati, soprattutto in caso di problemi come il reflusso, le coliche o la testa piatta.

 

gpt inread-parto-0
Continua a leggere

articoli correlati