Home Parto Post parto

Infezioni post parto: quali sono i sintomi e come si curano

di Francesca Capriati - 29.10.2021 Scrivici

infezioni-post-parto
Fonte: shutterstock
Infezioni post parto: infezioni e setticemia post parto cesareo e parto naturale. Quali sono i sintomi, come le perdite maleodoranti, e cosa fare

Infezioni post parto

Le infezioni post-partum sono meno comuni oggigiorno nei Paesi industrializzati - grazie al miglioramento delle condizioni igienico sanitarie nelle quali si svolge il parto e all'introduzione di antisettici e penicillina - tuttavia, può capitare che batteri come Streptococcus o Staphylococcus e infettino l'utero e per questo è importante riconoscere i sintomi di un'eventuale infezione e non trascurare mai dolore, gonfiore, febbre. Le infezioni dell'utero possono essere:

  • infezione del rivestimento dell'utero (endometrite)
  • Infezione del muscolo uterino (miometrite)
  • Infezione delle aree circostanti all'utero (parametrite)

In questo articolo

Febbre da infezione post parto

La febbre superiore ai 38° che si presenta dopo 1-3 giorni dal parto può indicare un'infezione in atto e va segnalata immediatamente al proprio medico.

Sintomi delle infezioni post parto

I principali sintomi che non vanno mai ignorati sono:

  • febbre
  • dolore al basso ventre o al bacino
  • perdite vaginali maleodoranti
  • pallore
  • brividi
  • mal di testa
  • perdita di appetito
  • aumento della frequenza cardiaca
  • l'utero è gonfio e dolente.

I sintomi possono comparire anche qualche giorno dopo il parto, quindi quando si è rientrate a casa. Per questo qualsiasi manifestazione anomala che si presenti anche dopo le dimissioni non va mai sottovalutata.

Infezioni post parto cesareo

Le probabilità di contrarre un'infezione dopo un parto cesareo sono:

Alcuni studi hanno dimostrato che seguire alcune precauzioni permette di ridurre le possibilità di contrarre un'infezione postpartum durante un parto cesareo:

  • fare una doccia antisettica la mattina dell'intervento
  • rimuovere i peli pubici con le forbici anziché con un rasoio
  • usare la clorexidina-alcool per l'antisepsi preoperatoria sul sito chirurgico
  • assunzione di antibiotici ad ampio spettro prima dell'intervento chirurgico.

Setticemia dopo un parto naturale

Un'infezione post parto si verifica dall'1 al 3% nei parti vaginali normali. La setticemia è un processo infettivo acuto causato dal passaggio di germi nel sangue e la sepsi è una malattia che coinvolge l'intero organismo ed è causata da una risposta eccessiva dell'organismo nei confronti di batteri o di altri microbi.

In base ai dati emersi da un progetto sulla Sorveglianza della Mortalità Materna dell'Istituto Superiore di Sanità, dopo l'emorragia ostetrica, la sepsi è la seconda causa di morte materna diretta con una percentuale del 10%.

Ma cos'è la sepsi?

L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce così la sepsi materna: "una condizione pericolosa per la vita definita come una disfunzione d'organo conseguente a un'infezione contratta durante la gravidanza, il parto, e il periodo post-aborto o il periodo post-partum, cioè il lasso di tempo fra la rottura delle membrane o il parto e il 42° giorno del puerperio".

I sintomi di una sepsi materna, che possono anche aiutare a definire meglio la corretta diagnosi, sono:

  • Febbre superiore a 38°C
  • Cefalea e/o rigidità nucale
  • Sintomi respiratori
  • Difficoltà respiratoria
  • Dolore e tensione addomino-pelvica
  • Diarrea o vomito
  • Rash cutanei
  • Perdite vaginali maleodoranti
  • Contrazioni pretermine e/o rottura prematura delle membrane nelle gravidanze pretermine
  • Liquido amniotico maleodorante e/o puruloide in caso di PPROM
  • Segni di infezione fetale o neonatale

Perdite post parto maleodoranti, perché?

Le normali perdite che si verificano dopo il parto non sono maleodoranti perciò se avvertiamo un cattivo odore, intenso e pungente, dobbiamo parlarne con il medico perché potrebbe trattarsi di un sintomo di un'infezione o anche di una micosi.

Setticemia dopo un parto cesareo, sintomi

I sintomi di una setticemia post parto cesareo sono:

  • brividi,
  • febbre,
  • malessere,
  • ipotensione,
  • vomito,
  • dolori addominali,
  • perdite vaginali anomale.

Infezioni post parto, cosa fare

Non sottovalutare sintomi come febbre o dolore, anche una volta che si rientrate a casa. Le infezioni vengono trattate con antibiotici come clindamicina o gentamicina (il tipo di antibiotico verrà scelto dal medico sulla base del tipo di batterio che si sospetta sia responsabile dell'infezione).

Fonti

gpt inread-parto-0

articoli correlati