Home Parto Post parto

E' nato! Facciamo un check-up al nostro bambino

di Ingrid Busonera - 08.09.2020 Scrivici

check-up-del-neonato-alla-nascita
Fonte: shutterstock
Check up del Neonato alla Nascita: i controlli alla nascita del neonato. Tutto quello che può sembrarci strano del neonato, ma che è assolutamente normale

Check up del neonato alla nascita

Nostro figlio è nato ed è bellissimo, medici e ostetriche ci hanno rassicurate sulla sua salute , ma appena appena lo prendiamo in braccio notiamo delle cose che ci mettono in pensiero. Sarà normale? Avrà qualcosa? Facciamo un check up del neonato alla nascita.

Labbra, manine e piedini bluastri

E' normale che subito dopo la nascita mani, piedi e labbra abbiano una colorazione bluastra, perchè la circolazione periferica è ancora molto lenta a causa della difficile termoregolazione che si verifica nelle primissime ore di vita, provocando una riduzione di ossigeno destinato alle estremità.

Per questo stesso motivo manine e piedini potrebbero essere freddi senza però che il bimbo abbia davvero freddo. Nel giro di qualche ora la circolazione si stabilizzerà e il colorito diventerà rosato. Per permettere al bimbo di stabilire una corretta termoregolazione i medici lo metteranno qualche ora nella culletta termica (22° C circa).

Uno strano colorito giallastro

In genere dopo 24/48 ore dalla nascita la pelle del bebè può assumere una colorazione giallastra. La mamma se ne accorge soprattutto guardando il bianco degli occhi (sclera) che appare giallo. Si tratta di ittero fisiologico, e se non supera certe soglie si risolve spontaneamente entro il primo mese di vita. Se invece prima della dimmissione il livello della bilirubina è troppo alto il bimbo verrà sottoposto a fototerapia, una speciale terapia della luce che trasforma la bilirubina in sostanze innocue da espellere con l'urina.

Ha una "voglia"

Il bebè ha sulla pelle una chiazza in rilievo e rossastra, localizzata nella nuca, nella fronte, su naso, labbra, addome, osso sacro o scapole: molto probabilmente si tratta di un emangioma, una formazione benigna dei capillari. Niente paura, solo dopo i primi mesi spetterà al pediatra inviarci o meno da uno specialista e dirci se è il caso di intervenire con il laser se è in zone molto evidenti o sul viso.

La testolina ha una forma irregolare

La sua testolina invece di essere tonda e regolare è un po' allungata o ha una forma a "pera". Probabilmente la discesa lungo il canale del parto è stata difficoltosa. Niente di preoccupante, il piccolo non ha subito nessuna lesione cerebrale e la testolina nel giro di qualche giorno riacquisterà la sua forma normale. In caso di ematomi questi si riassorbono da soli, a volte nel giro di qualche mese.

Ci guarda con gli occhietti storti

Per qualche secondo il suo sguardo è strabico, ovvero gli occhietti si incrociano o guardano in direzioni diverse. Fino ai 5/6 mesi di vita è assolutamente normale, poiché non esiste ancora una coordinazione tra la funzione dei muscoli che regolano i movimenti degli occhi e la visione stessa. Solo se gli occhi convergono o divergono continuamente e se il fenomeno non scompare dopo i 6 mesi di vita ci si dovrà rivolgere ad uno specialista oculista per un probabile problema di strabismo.

Ha una chiazza sulla nuca o sulla fronte

Il nostro bebè ha una chiazza evidente piatta e di colore rossastro sulla fronte o sulla nuca. Si tratta di un angioma piano conosciuto come "morso della cicogna", ed è causato da una lieve anomalia dei capillari sottocutanei. Non è necessario alcun intervento perché tali chiazze regrediscono spontaneamente e in genere già al compimento del primo anno tendono a scomparire.

Gli occhietti lacrimano

Nonostante il nostro bimbo non stia piangendo i suoi occhietti sono gonfi, arrossati e tendono a lacrimare in continuazione. Probabilmente si tratta di un restringimento dei canalini naso-lacrimali: parliamone col pediatra che valuterà se il bimbo soffre effettivamente di questo disturbo. In qualunque caso si risolve spontaneamente nei primi mesi e più che effettuare dei massaggi per favorire l'apertura dei dotti non si può fare.

Ha molti peli nel corpo

Soprattutto sulle spalle, nella schiena e nella fronte il bebè è ricoperto di peli! Probabilmente il bimbo è nato un po' prematuro e presenta la "lanugine fetale", che in genere cade prima della data del parto. Non preoccupatevi, i peli cadranno spontaneamente entro la prima settimana di vita.

Ha tante bollicine sul corpo

Il bimbo ha tante bollicine soprattutto su viso, schiena e fronte. Si tratta di acne neonatale, normalissima visti gli ormoni che la mamma ha passato al bebè. Appena l'organismo del bebè si sarà liberato degli ormoni materni lo sfogo passerà senza bisogno di alcun intervento.

I genitali sono arrossati

Può capitare che i genitali appaiano gonfi, arrossati e che le femminucce abbiano piccole perdite di sangue. Anche questo fenomeno, come una piccola secrezione di colostro dalle mammelle di maschietti e femminucce, è legato al passaggio degli ormoni materni e tende a scomparire da solo appena gli ormoni verranno smaltiti, in genere entro 15 giorni dalla nascita.

Ha il frenulo della lingua corto

Se ci accorgiamo che il bimbo non riesce ad attaccarsi bene al seno e non riesce a succhiare come dovrebbe rivolgiamoci subito allo specialista, perché potrebbe trattarsi di frenulo corto: la membrana che collega la parte inferiore della lingua alla base della bocca potrebbe essere troppo corta impedendo alla lingua di sporgere in avanti. Si interviene chirurgicamente solo se il frenulo corto ostacola effettivamente la suzione e l'alimentazione.

Indice di Apgar

Questo test viene condotto subito dopo la nascita e prende in considerazione 5 parametri:

  1. frequenza cardiaca,
  2. ritmo respiratorio,
  3. reazione agli stimoli,
  4. colorito cutaneo,
  5. tono muscolare.

Ognuno di questi elementi riceve un punteggio da 0 a 2. Se la somma dei parametri è superiore al 7, il neonato è in ottime condizioni, in caso di punteggio basso verranno intensificati lgli accertamenti post-natali.

Testicoli sono duri e scuri

Alla nascita verrà valutato anche lo stato e la conformazione degli organi genitali. Può capitare, come abbiamo detto, che i genitali siano arrossati o infiammati e generalmente questa anomalia si risolve spontaneamente in pochi giorni. Ma possono anche presentarsi, nei maschetti, dei problemi ai testicoli e ai genitali che possono essere spia di disturbi come:

  • orchite;
  • testicolo retrattile o ritenuto;
  • balanite.

Sarà il pediatra a valutare la situazione e a consigliare accertamenti e terapie.

Screening alla nascita

Alla nascita vengono eseguiti dei test, garantiti dal Servizio Sanitario nazionale, che servono alla diagnosi precoce della sordità congenita e della cataratta congenita e delle malattie metaboliche ereditarie.

Lo screening neonatale su goccia di sangue ricerca diverse malattie genetiche e metaboliche come:

  • ipotiroidismo congenito
  • fibrosi cistica
  • fenilchetonuria
  • insufficienza adrenogenitale congenita
gpt inread-parto-0

articoli correlati