Home Parto Post parto

Come alleviare i dolori dei punti post parto

di Francesca Capriati - 24.11.2021 Scrivici

come-alleviare-i-dolori-dei-punti-post-parto
Fonte: shutterstock
Come alleviare i dolori dei punti post parto: Caduta dei punti. Quanto tempo ci vuole? Cosa fare per il prurito e come capire se c'è un'infezione

Come alleviare i dolori dei punti post parto

Per molte donne il dolore causato dai punti dell'episiotomia dopo un parto naturale sono davvero difficili da sopportare e causano un disagio simile a quello che si è percepito in sala parto. Ma anche i punti della ferita del taglio cesareo non sono una passeggiata, al punto che le donne che hanno partorito con il cesareo dichiarano di stare meglio solo dopo aver tolto i punti. Insomma, che abbiamo partorito in modo naturale o con un cesareo, i punti possono essere davvero seccanti. Oggi, quindi, vedremo come alleviare i dolori dei punti post parto, per iniziare a godere il prima possibile della nuova vita da mamma.

In questo articolo

Caduta dei punti. Quanto tempo ci vuole?

Esistono diversi modi per lenire il dolore e aiutarti a gestirlo fino a quando i punti non cadranno. Indipendentemente dal fatto che tu abbia subito una episiotomia oppure no, il dolore intorno all'area perineale dopo un parto vaginale è estremamente comune e concedersi il tempo per riprendersi correttamente è la chiave per garantire a te stessa una transizione graduale verso la maternità.

I punti in genere cadono da soli dopo 10 giorni oppure vengono tolti dopo una settimana dal parto in ospedale, ma se non fosse ancora il momento e se il medico decidesse di lasciarli ancora qualche giorno per far cicatrizzare meglio la ferita si può aspettare che cadano da soli.

La rimozione dei punti del cesareo di solito non è dolorosa. Potresti sentire un pizzico, soprattutto se la graffetta si è un po' incastrata nella pelle. In linea di massima sentirai solo un leggero pizzicore quando ogni graffetta verrà rimossa.

Che prodotto naturale posso utilizzare per alleviare il dolore?

Subito dopo il parto si possono usare impacchi di ghiaccio o borsa di acqua fredda per alleviare il disagio, oppure si possono usare degli spray consigliati dal proprio medico, ad azione lenitiva.

Nei giorni successivi si può alleviare il fastidio con un semicupio (ci si siede con perineo e glutei immersi nell'acqua) oppure dei bagni nella zona vaginale con acqua calda un paio di volte al giorno.

Antidolorifici per i punti post parto

A seconda del livello di gravità del disagio e del dolore, il ginecologo potrebbe prescrivere un antidolorifico o consigliarti di assumere un antidolorifico da banco come l'ibuprofene (un antinfiammatorio non steroideo) o il paracetamolo (come la Tachipirina).

Infezioni da punti post parto. Quali sono i sintomi?

Se senti che il dolore sta peggiorando con il passare dei giorni o se noti un odore insolito, gonfiore o vedi del liquido o del pus nella zona dei punti è importante rivolgersi subito al proprio medico per capire se non vi sia instaurata un'infezione. In quel caso bisognerà trattarla con antibiotici.

Prurito ai punti post parto, cosa fare?

Il prurito è una sensazione normale nella zona dei punti: la pelle punge perché si sta cicatrizzando, perché la vulva sta tornando nelle sue dimensioni originarie e i punti di sutura "tirano". Quindi non c'è nulla da preoccuparsi e si può alleviare il fastidio con un unguento a base di calendula. Se, però, il prurito fosse associato a un eccessivo rossore o un anomalo gonfiore è importante segnalarlo al proprio medico.

Come far cicatrizzare i punti del parto?

Non possiamo fare molto per velocizzare la cicatrizzazione, ma dobbiamo sempre tenere pulita a ferita e proteggerla con una garza sterile in modo da ridurre il rischio di infezioni.

Ecco alcuni consigli pratici per il post parto:

  • Mantieni pulita l'area usando acqua tiepida eventualmente con l'aggiunta di olio di calendula utile a fornire sollievo immediato dal dolore e ridurre il gonfiore o il disagio perineale postnatale.
  • Dopo il bagno, asciuga accuratamente i punti ed evita di strofinare con un asciugamano.
  • Usa prodotti lenitivi: ad esempio possiamo premere delicatamente sulla zona dolente un impacco di ghiaccio avvolto in un panno pulito.
  • Cambia regolarmente gli assorbenti: mantenere la zona pulita cambiando gli assorbenti almeno ogni 4 ore aiuta a ridurre il rischio di infezione e ti farà sentire più a tuo agio e pulita.
  • Inizia gli esercizi per il pavimento pelvico non appena ti senti in grado: questi esercizi andrebbero fatti già durante la gravidanza per rafforzare la fascia muscolare perineale e e ridurre il rischio di episiotomia, ma anche dopo il parto sono indicati, soprattutto per rafforzare i muscoli e per avere maggiore controllo della vescica.
  • Prendi regolarmente gli antidolorifici prescritti dal medico: molto spesso è sufficiente un analgesico da banco per sentirsi meglio. Non sentirti in colpa: l'esperienza del parto è stata molto impegnativa ed è giusto dare al tuo corpo il tempo necessario per potersi riprendere.
  • Mangia molta frutta e mantieni il tuo organismo idratato: una dieta ricca di fibre solubili e vitamine aiuterà il tuo corpo a guarire e faciliterà il passaggio dei movimenti intestinali.
gpt inread-parto-0

articoli correlati