Nostrofiglio.it
Categoria

Post parto

Il post parto è un momento molto delicato della vita di una donna: l'arrivo di un bambino ha completamente rivoluzionato ritmi, priorità, orari, le emozioni si susseguono una dietro l'altra senza sosta anche complici i cambiamenti ormonali che si verificano dopo il parto. La stanchezza, lacarenza di sonno e le difficoltà di dover riorganizzare la vita quotidiana intorno ad un frugoletto mettono a dura prova la serenità emotiva. Come affrontare il post parto con tranquillità e consapevolezza?

Il significato

Per post parto si intende quel periodo compreso tra le prime ore dopo la nascita del bambino e il momento in cui ricompare il ciclo mestruale, che indica quindi la ripresa del normale funzionamento delle ovaie e dell'intero apparato riproduttivo.

Puerperio

Viene definito puerperio il periodo in cui l'apparato genitale femminile riprende le sue normali funzionalità dopo il parto e comprende i giorni che vanno dalle due ore dopo la nascita del piccolo fino alla comparsa del capoparto.

I 40 giorni dopo il parto

I 40 giorni dopo il parto sono, appunto, detti puerperio. Settimane in cui il corpo intero, gli ormoni e l'apparato genitale femminile devono riprendere le normali funzionalità dopo il parto. E sono giorni molto impegnativi per la neomamma, spesso vulnerabile dal punto di vista emotivo, alle prese con le esigenze del neonato e con i nuovi ritmi di vita.

Cosa Succede dopo il parto

Dal punto di vista fisico dopo il parto si verifica una vera e propria rivoluzione: aumentano i livelli degli ormoni che servono a produrre il latte e crollano quelli che per nove mesi sono stati necessari per portare avanti la gravidanza. Le mammelle cominciano a produrre il colostro, il primo nutrimento del bebè, e poi il latte vero e proprio.

La depressione post parto

Dopo la nascita è del tutto normale sentirsi stanche, irritabili, soggette a sbalzi d'umore. È la classica malinconia dei primi tempi che in genere sparisce dopo poche settimane. Ma se le crisi post parto non passano allora può essere una vera e propria depressione, una sindrome post partum che non va mai ignorata. L'informazione è fondamentale per saper riconoscere i sintomi e i disturbi che possono essere provocati dalla depressione e per imparare a chiedere aiuto per gestire lo stress post parto.

Le perdite

Dopo il parto l'intero corpo femminile cambia del tutto: l'utero continua a contrarsi anche nei giorni successivi alla nascita del bambino ed è normale avere perdite di sangue misto a materiale sieroso nei primi giorni dopo il parto: si chiamano lochiazioni. In caso di perdite biancastre, che provocano prurito o bruciore e sono maleodoranti è sempre importante fare una visita dal ginecologo di fiducia che verificherà che non ci sia un'infezione in atto.

Il ciclo dopo il parto

Dopo il parto è normale avere delle perdite di sangue, soprattutto se si ha avuto un cesareo. Le prime, vere mestruazioni si chiamano capoparto e avverranno dopo circa 40 giorni dal giorno della nascita, quando l'ovulazione ripartirà e con essa tutti vari cicli mensili.

Assorbenti post parto

Quando si torna a casa dopo la nascita del piccolo ogni donna si trova ad affrontare le perdite di sangue successive al parto. Il nodo cruciale riguarda però gli assorbenti, che sono consigliati nel post parto per contenere le lochiazioni. Gli assorbenti post parto non possono essere interni, ma solo esterni; è consigliabile utilizzarne in cotone, senza adesivo, ed eventualmente anallergici o naturali.

I rapporti sessuali post parto

Quando si riprende una normale vita sessuale dopo il parto? Dipende da molti fattori:

  • se la nascita è avvenuta con il parto cesareo (bisognerà aspettare che vengano tolti i punti);
  • se è avventa con episiotomia (anche in questo caso bisognerà aspettare che cadano i punti di sutura);
  • Ad ogni modo se non ci sono grandi complicanze si può riprendere ad aver rapporti sessuali già dopo poche settimane, l'importante è non avere fretta né caricarsi di ansie inutili.

La pancia

L'utero è diventato un pallone nel corso dei nove mesi ma subito dopo il parto comincia a contrarsi e ridursi sempre di più fino a raggiungere, dopo sei settimane, le sue dimensioni normali. Anche il suo peso ritorna ad essere di circa sessata grammi, mentre alla fine della gravidanza era arrivato a pesare un chilo. C'è da dire, comunque, che in media ci vuole circa un anno per riuscire a rientrare nei vecchi jeans: se non avete messo su troppo peso, seguendo una dieta sana ed equilibrata, associata a una moderata attività fisica, nell'arco di un anno tornerete come prima della gravidanza, perdendo la “pancia” in eccesso.

La pancera

La pancera è utile soprattutto dopo il parto cesareo: consente di mantenere stretti i muscoli addominali che sono stati interessati dall'intervento, di sentire meno dolore e quindi di potersi alzare e muovere più facilmente. Esistono vari tipi di pancera (a strappo, ad esempio, oppure con i lacci o i gancetti), ed è consigliabile provarne di vari modelli per capire quale sia quella più comoda.

Post parto cesareo

Il parto cesareo è un intervento chirurgico che ha ovviamente un decorso post operatorio: dopo la nascita le gambe sono anestetizzate e riprenderanno lentamente sensibilità. Il dolore della ferita potrà essere tenuto sotto controllo con degli antidolorifici che verranno somministrati dall'infermiera. Dopo 24 ore è fortemente consigliato provare ad alzarsi, sedersi sul letto, muovere qualche passo, e così via giorno dopo giorno. Dopo tre giorni verrete dimesse: per i primi giorni potrete sentire ancora un po' di dolore e fastidio all'altezza della ferita, ma la situazione migliorerà nettamente dopo che verranno rimossi i punti.

Post parto naturale

Si dice sempre che dopo il parto naturale ci si riprenda immediatamente e questo è certamente vero: dopo un paio d'ore dalla nascita le neomamme che hanno partorito in modo naturale sono probabilmente già in piedi e senza più dolori. Naturalmente se si sono verificate delle lacerazioni al perineo o è stata praticata l'episiotomia , cioè un taglio sulla pelle tra la vagina e l'ano per aiutare il bambino ad uscire, i punti potrebbero causare qualche fastidio.

Emorroidi post parto

Moltissime donne sperimentano le fastidiose emorroidi durante la gravidanza e dopo il parto la situazione può peggiorare. Una borsa del ghiaccio può aiutare (la cosiddetta terapia del freddo), ma anche preparati specifici in farmacia.

Dieta post parto

Mettersi a dieta dopo il parto? Se si sta allattando la scelta di fare una vera e propria dieta dimagrante va rimandata. È invece importante prediligere alimenti freschi, ricchi di vitamina e minerali fondamentali per la salute della mamma e per la produzione di un latte ricco e nutriente.

Esercizi post parto

Nei primi 40 giorni dopo il parto è consigliabile non fare attività fisica intensa. La carenza di sonno la stanchezza, i nuovi ritmi possono indebolire un fisico già provato dalla gravidanza e dal parto. Sono perfette, in questo periodo, attività come camminare o nuotare, con esercizi semplici e dolci che non stressano i muscoli e l'organismo. In caso di taglio cesareo è bene aspettare qualche mese prima di effettuare esercizi per gli addominali.