gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Post parto cesareo, cosa fare?

/pictures/2015/06/03/post-cesareo-tutto-quello-che-devi-sapere-2081340465[3792]x[1577]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-parto

Cosa accade nel post parto cesareo: cosa fare e come affrontare i giorni dopo l'operazione sia dal punto di vista fisico che psicologico

Post parto cesareo

Sappiamo bene che la percentuale di parti cesarei è sempre molto alta nel nostro Paese: in molti casi l'intervento viene programmato dal ginecologo per vari motivi, e ciò consente alle future mamme di ricevere utili informazioni su cosa accadrà dopo il parto. Ma in altri casi il cesareo viene fatto d'urgenza e le donne arrivano alla fase del post parto senza essere preparate nè fisicamente e psicologicamente a cosa le aspetta. A volte non aver partorito naturalmente crea nella donna un senso di inadeguatezza e, se si è dovuto ricorrere all’anestesia totale (di solito si usa l’epidurale), non si è neppure potuto veder nascere il proprio bambino. Ma l’importante è che il nostro piccolo sia nato e che sia sano. Quindi il primo consiglio per affrontare al meglio il post parto cesareo è quello di dedicarsi esclusivamente a lui.

gpt native-middle-foglia-parto

Dopo il cesareo cosa fare

Subito dopo l'intervento si ritorna in camera con una flebo e il catetere. Nelle prime ore non si sentirà dolore perché l'anestesia è ancora in grado di mantenere insensibili gli arti inferiori, dal ventre in giù. Il dolore aumenterà man mano che passano le ore e l'effetto dell'anestesia sparirà. In genere viene inserita una pompa farmacologica contenente un mix di antidolorifici che ci permetteranno di gestire meglio il dolore. Appena possibile avremo il nostro bambino in camera con noi e potremo tenerlo tra le braccia e attaccarlo al seno.

Si dice che chi partorisce con il cesareo non può allattare. Non è assolutamente vero! L’intervento non influisce né sulla capacità di suzione del bambino né sulla produzione del latte. Semmai si possono avere problemi per via dei punti a trovare una posizione comoda per allattare, ma una volta trovata il gioco è fatto (per esempio stando distese su di un fianco con il bambino accanto).

Il consiglio comunque è quello di riposare nelle prime 24 ore e poi di provare a sedersi sul bordo del letto il giorno dopo e dopo 48 ore addirittura alzarsi per muovere qualche passo e sedersi in poltrona.

Ferita cesareo, tempi di guarigione

La cicatrice sarà coperta da un cerotto e verrà medicata ogni giorno. E’ un’operazione indolore, che è possibile fare anche da sole una volta tornate a casa, fino a quando non verranno tolti i punti (dopo 7 giorni). Dopo pochi giorni dal parto sarà possibile fare la doccia, basterà asciugare bene la cicatrice ed applicare un antisettico. Inoltre visto che l’incisione viene effettuata molto in basso, in futuro la zona interessata sarà coperta dai peli pubici e non darà alcun problema estetico. Nei giorni di degenza in ospedale sarà l'infermiera  ad occuparsi dell’igiene intima, ma c’è anche chi il giorno dopo è già in piedi e fa da sola.

I punti, come dicevamo, verranno tolti dopo una settimana/dieci giorni e quello sarà un po' un giro di boa perché ci si sentirà meglio sia psicologicamente che fisicamente. La zona interessata dal taglio resterà insensibile (come anestetizzata) per parecchio tempo, anche per mesi.

Parto cesareo a richiesta, si può fare?

Ripresa post cesareo

  • I primi giorni si sente il dolore tipico di ogni intervento addominale. Prima ci si muove e ci si alza e prima ci si riprende! Vi consigliamo di cercare di spostarvi tenendovi alle sponde del letto o ad una sedia.
  • Subito dopo l’operazione si avrà ancora il catetere per l’urina. Una volta tolto, si potrà sentire bruciore urinando. E’ un disturbo normale e transitorio.
  • Inoltre verrà attaccata una flebo per reidratarvi e somministrarvi i farmaci, vi verrà tolta solo dopo aver eliminato i gas intestinali, segno della ripresa della funzione intestinale bloccata dall’anestesia. In seguito si potrà mangiare normalmente. Se l’attività intestinale ritarda a riprendere verrà facilitata tramite l’utilizzo di un clistere. Sono tutti fastidi che durano pochi giorni e piuttosto sopportabili.

La ripresa completa avverrà nel giro di una settimana, quando anche i punti verranno rimossi e i dolori saranno spariti. Dopo 40 giorni, al termine del cosiddetto periodo del puerperio, si farà un nuovo controllo dal ginecologo.

Sollevare pesi dopo il cesareo

I primissimi tempi (almeno per il primo mese) è consigliabile non sollevare pesi o sottoporsi a sforzi eccessivi, questo perché le fasce muscolari addominali sono state duramente interessate dalla gravidanza e poi dal parto e perchè lo sforzo andrebbe a caricare eccessivamente la cicatrice.

Post parto cesareo, rapporti sessuali

Nessun problema per quanto riguarda la ripresa dell’attività sessuale, anche se è consigliabile aspettare un po’ per un’altra gravidanza (di solito il tempo raccomandato è di 2 anni). In genere i ginecologi consigliano di aspettare almeno una settimana prima di riprendere la vita sessuale, quando, cioè , verranno rimossi i punti.

Pancera post parto cesareo

L'uso della fascia per il post parto cesareo è molto utile, quasi indispensabile. La pancera sostiene i muscoli addominali e la zona dove si trova la cicatrice e ci permette di alzarci dal letto o dalla sedia, di muoverci e svolgere, dopo qualche giorno, anche le nostre attività quotidiane contenendo il dolore.

Pancia post parto cesareo

Come cambia la pancia dopo la gravidanza e il parto e quando tornerà come prima?

Naturalmente la pelle avrà perso un po' di elasticità dopo la gravidanza e la pancia potrebbe essere un po' flaccida e cascante. Innanzitutto è importante non avere fretta e aspettare qualche mese per dare il tempo ai tessuti e ai muscoli addominali di riprendersi. Dopo è consigliabile cominciare un po' di attività fisica, come il nuoto, o fare qualche graduale esercizio sugli addominali.

E' bene curare anche la qualità della pelle con creme antismagliature e elasticizzanti e massaggi professionali.

Utero dopo il cesareo quando torna normale

L'utero si è dilatato in modo esponenziale durante i nove mesi per accogliere il bambino e assecondare la sua crescita. Dopo il parto non torna immediatamente alle sue dimensioni originarie ma ci vuole un po' di tempo: per qualcuna un paio di mesi, per qualcun'altra anche di più. L'utero riduce le sue dimensioni con delle piccole contrazioni che iniziano subito dopo il parto e proseguono nelle settimane successive.

gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0