Home Parto Partorire

Sette figli con sette parti cesarei. La storia di una mamma

di Monica De Chirico - 07.09.2020 Scrivici

parto-cesareo
Fonte: iStock
Una donna di 33 anni ha partorito la sua settima figlia con un cesareo, il settimo per la precisione. L’intervento si è svolto all’ospedale “San Vincenzo” di Taormina. Un caso rarissimo

Sette figli con sette parti cesarei

Un parto cesareo da guinness dei primati quello che è avvenuto a Taormina, in Sicilia. Una donna di 33 anni ha dato alla luce il suo settimo figlio con un cesareo, il settimo per la precisione, come leggiamo su La Sicilia. La donna ha partorito  al reparto di ginecologia ed ostetricia dell'ospedale "San Vincenzo" di Taormina. Un caso rarissimo, se ne registrano soltanto tre fino a oggi in tutta Italia.

I medici erano a conoscenza dell'elevato rischio a cui andavano incontro, in quanto dopo il terzo cesareo aumenta il pericolo di rottura dell'uteto. Hanno deciso di effettuare l'operazione, intervenendo con un'estrema cautela e professionalità. 

La piccola, nata con qualche settimana d'anticipo, pesa 2,240 kg.

Una bellissima storia a lieto fine, soprattutto in questo periodo di emergenza covid. Partorire durante il lockdown è stato molto difficile per le mamme, come vi abbiamo raccontato in questo podcast. 

Parto cesareo programmato

Il cesareo programmato è deciso dall'equipe dove si sceglie di andare a partorire e con la futura mamma. E viene effettuato, di solito,
per questi motivi

  • Presentazione podalica o anomala
  • Patologie materne o della gravidanza, come ad esempio la placenta previa centrale
  • Interventi chirurgici particolarme invasivi sull'utero
  • Precedenti parti cesarei. Anche se non è detto che non si possa partorire via vaginale se prima si è subito un cesareo
gpt inread-parto-0

articoli correlati