Home partner speciale prevenzione airc

Antonella Clerici, madrina dell'AIRC

di Redazione PianetaMamma - 22.04.2013 Scrivici

antonella-clerici-testimonial-airc
La popolare conduttrice televisiva sostiene AIRC e la ricerca contro il cancro. Ecco le sue parole

Unitevi con Pianeta Mamma e tutte le donne per favorire la ricerca sul cancro con un fiore che può trasformarsi in una grande forza e mettere il cancro all'angolo.
Con l’Azalea della Ricerca, domenica 12 maggio puoi rendere i tumori delle donne sempre più curabili. Trova la piazza sul sito

www.lafestadellamamma.it

Dopo aver debuttato negli anni Ottanta in reti minori, è divenuta nota al pubblico passando in RAI conducendo diversi programmi sportivi. Dopo una breve esperienza in Mediaset, dal 2000 conduce

La prova del cuoco

, trasmissione di grande successo di Raiuno che l'ha consacrata come conduttrice di punta dell'emittente, per la quale ha anche condotto le trasmissioni di prima serata Il ristorante, Il treno dei desideri e Ti lascio una canzone.

La sua popolarità l'ha anche portata a condurre il

Festival di Sanremo

2010 con grande successo di pubblico.

E’ mamma di

Maelle

, nata il 21 febbraio 2009.

LEGGI ANCHE: Il latte materno, scudo contro il cancro

ANTONELLA CLERICI PER AIRC  

Dal 2008, in un commovente momento televisivo nella Domenica In condotta da Pippo Baudo (storico amico di AIRC), Antonella ha ricevuto il testimone direttamente dalle mani di

Sandra Mondaini

, storica madrina di AIRC per oltre 30 anni.

Antonella è la madrina della Squadra RAI per AIRC in occasione della

Giornata per la Ricerca sul Cancro

e sostiene con continuità le principali iniziative di AIRC come  Le Arance della Salute (gennaio), L’Azalea della Ricerca (maggio), la Settimana della Buona Spesa (novembre).

LEGGI ANCHE:

Festa della mamma: regala un'azalea per la ricerca sul cancro

Oggi, circa il 60% delle persone colpite da questa malattia guarisce. Tutto questo è possibile grazie alle centinaia di persone che dedicano la loro vita a scoprire terapie innovative, più mirate, meno invasive. Non c’è altra strada per combattere il cancro: investire nella ricerca. L’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro lo fa da oltre 40 anni. Io mi fido di AIRC e per questo ho scelto di essere di essere a fianco dell’Associazione e promuovere le campagne di raccolta fondi. Perché  molti risultati sono stati raggiunti, ma la partita è ancora aperta e c’è bisogno di tutti noi. Domenica, Festa della Mamma, andiamo tutti in piazza a prendere le Azalee della Ricerca:  in questo modo possiamo fare un bel regalo alla nostra mamma e aiutare i ricercatori AIRC a rendere i tumori che colpiscono noi donne sempre più curabili"

Antonella Clerici

gpt inread-altre-0

articoli correlati