Home Nomi

Nomi ispirati al Covid, la scelta (incredibile) di alcuni genitori in pandemia

di Elena Cioppi - 28.10.2020 Scrivici

nomi-ispirati-al-covid
Fonte: shutterstock
Nomi ispirati al Covid, la scelta incredibile di alcuni genitori di ispirarsi alla pandemia per dare un nome ai loro figli.

La combinazione Covid-19 e bambini è stata esplorata da diversi punti di vista in questi mesi difficili della pandemia, ma la correlazione tra i nomi per bambini e coronavirus è una (curiosa) novità. Eppure, nel mondo, ci sono dei genitori che si sono lasciati ispirare dal periodo per la scelta di nomi femminili e nomi maschili da dare ai loro figli. Per una mamma e un papà indiani questa scelta - doppia, perché hanno avuto due gemelli - è stata riconosciuta dall'anagrafe e non è stata inserita nella lista dei nomi vietati nel mondo

Ma davvero una pandemia e una crisi sanitaria ed economica mondiale possono ispirare la scelta del nome per i propri figli? A quanto pare sì, se il significato dei nomi scelti ricorda il parto e un periodo difficile da cui si è finalmente usciti e che i neo-genitori vogliono celebrare.

Nomi ispirati al Covid, la scelta di due genitori

L'Independent ha raccontato di due genitori indiani dello stato del Chhattisgarh che hanno avuto due gemelli durante il primo lockdown del 2020, quello primaverile. I bambini sono nati il 27 marzo scorso e per celebrare questo evento bellissimo in un periodo di angoscia e incertezza i genitori hanno scelto i nomi Corona e Covid per i loro figli. La scelta è stata quasi obbligata, perché, come racconta la coppia, il personale dell'ospedale è stato il primo a chiamare i gemellini con questi due nomi, intendendoli come nomignoli affettuosi. Ma dopo un parto difficile avvenuto per di più in lockdown, questi genitori avevano bisogno di rendere quella giornata memorabile, chiamando i loro figli con due nomi ispirati alla pandemia.

Se la pandemia ispira nomi curiosi

Esistono delle regole per la scelta del nome che dipendono da paese a paese: ciò che è tollerato in una nazione può essere considerato illegale in un'altra. Sempre in India due genitori hanno fatto richiesta per chiamare il loro figlio Lockdown. La motivazione? Il papà ha raccontato in un'intervista di essere d'accordo con la scelta del lockdown generalizzato nel suo paese e che suo figlio avrebbe ricordato a tutti la massima precauzione contro il Covid-19, per salvare se stessi e la nazione intera. Mica male come intento.

Ma il premio per il nome più curioso lo vincono i due genitori che, sempre in India, hanno scelto di chiamare il figlio Sanitiser. E ancora una volta il motivo è simbolico: se è vero che i gel disinfettanti sono uno dei modi più efficaci per combattere il Covid-19, dare al figlio lo stesso nome è un po' come dare il proprio contributo a questa battaglia. Chissà se il bambino, una volta cresciuto, sarà d'accordo?

Su un sondaggio effettuato su Mumnet però sono spuntati fuori altri nomi curiosi per celebrare in qualche modo questo periodo di pandemia. Patience, Hope o addirittura Florence (ispirato al personaggio di Florence Nightingale, l'infermiera simbolo della categoria) sono stati considerati nomi più consoni e simbolici per rappresentare un momento storico così d'impatto per molte famiglie nel mondo. Senza andare a caccia di nomi troppo stravaganti, che in futuro potrebbero anche causare problemi al bambino.

gpt inread-altre-0

articoli correlati