Home Natale

Menù e ricette tipiche di Santo Stefano per tutta la famiglia

di Elena Cioppi - 26.12.2020 Scrivici

tavola-di-natale
Fonte: shutterstock
Menù di Santo Stefano, i piatti si differenziano per regione e abitudini familiari. Ma alcune ricette sono un grande emblema del 26 dicembre.

La festa di Santo Stefano chiude i festeggiamenti del Natale e dà un po' di respiro in vista di quelli per il Capodanno. Anche se nell'anno del Covid-19 non ci si potrà riunire come in passato, una cosa rimane salda nelle famiglie italiane: la voglia di portare in tavola le ricette della tradizione. Il menù di Santo Stefano è un bel modo per onorarla. Ovviamente sono piatti della tradizione regionale, che cambiano anche molto in base alle abitudini della famiglia. In tanti, dopo il pranzo di Natale, optano per una tavola di Santo Stefano più "magra" e senza troppi fronzoli. Altri invece ricominciano a cucinare per riprendere ricette o idee del menù di Natale che piacciono anche ai bambini.

Idee gastronomiche per il menù di Santo Stefano

Abbiamo raccolto una serie di idee, ricette e ispirazioni regionali per creare un menù di Santo Stefano facile ed economico. Con qualche piccola variazione sul tema che piacerà anche ai bambini, ai quali si può chiedere una mano per la preparazione.

Il panettone gastronomico

E chi rinuncia a una tale bontà? Se il menù della Vigilia di Natale è più trazionale, quello di Santo Stefano può anche essere più versatile. Col panettone gastronomico poi i bambini possono essere coinvolti nella scelta del gusto di ciascuno strato, così che poi saranno invogliati a mangiarlo proprio perché sono stati loro a idearlo.

Qui c'è una ricetta del panettone gastronomico per realizzarlo a casa.

Stella di pasta sfoglia

Per rimanere in tema Natale, questa bella idea non è affatto difficile da realizzare acquistando una sfoglia di pasta già fatta. I più temerari potranno addirittura farla in casa. Tagliata a forma di stella, si può farcire con pomodoro e mozzarella per realizzare un aperitivo divertente e gustoso.

Cappelletti in brodo

Un grande classico della tavola romagnola sono i cappelletti. Perfetti da fare in casa con un poco di manualità, in alternativa si possono acquistare già pronti. Qui c'è anche una ricetta dei ravioli con carne e ricotta fatti in casa.

Brunch di Santo Stefano

Come risposta al pranzo rigorosamente seduti di Natale, perché non fare un brunch per il 26 dicembre? In questo modo si potranno preparare dei finger food insieme ai bambini, come piccole polpettine o altre prelibatezze a loro "misura". Ecco qualche idea con relativa ricetta:

Il pranzo degli avanzi

Un grande classico di Santo Stefano è portare in tavola gli avanzi del giorno prima. Un modo per non sprecare e per dare valore ai piatti che magari sono avanzati per la troppa abbondanza. I bambini poi apprezzeranno mangiare l'arrosto, la pasta al forno o il dessert di Natale in una giornata in cui sono più a stomaco vuoto. La carne rimasta dal giorno prima può diventare polpette, mentre il bollito può essere affettato per trasformarsi in vitello tonnato, ricetta tipica della tradizione del Piemonte.

Dolci per Santo Stefano

Se il panettone e il pandoro sono i grandi protagonisti della tavola di Natale, a Santo Stefano ci si può sbizzarrire con un pizzico di creatività in più. Con la pasta sfoglia di possono creare degli alberelli da riempire di crema alla nocciola, in una forma che i bambini apprezzeranno (e possono anche fare da soli, se sono abbastanza grandi!).

gpt inread-altre-0

articoli correlati