Home La famiglia

Manipolazione emotiva dei genitori: come riconoscerla

di Ines Delio - 24.03.2024 Scrivici

manipolazione-emotiva-dei-genitori
Fonte: shutterstock
La manipolazione emotiva dei genitori può avere conseguenze negative sui sentimenti del bambino e sulla sua vita di adulto: i segnali per riconoscerla

In questo articolo

Manipolazione emotiva dei genitori

Essere genitori vuol dire amare ed educare i propri figli al rispetto verso di sé e degli altri, accompagnarli verso il loro percorso di crescita, per renderli indipendenti e fornire loro gli strumenti per realizzare i propri progetti di vita. Tuttavia, spesso mamme e papà possono mettere in atto comportamenti manipolatori nei confronti dei propri bambini. In questo caso si parla di manipolazione emotiva dei genitori.

La manipolazione emotiva dei genitori sui bambini

La manipolazione emotiva dei genitori può essere una delle ferite più insidiose per un bambino. Laddove dovrebbe regnare l'amore, la cura e il sostegno, si infiltra un'ombra che mina il delicato equilibrio dell'infanzia. Può manifestarsi in molte forme, alcune sottili, altre più evidenti, tutte destinate a plasmare il pensiero e le emozioni del bambino secondo il volere del genitore manipolatore, attraverso una serie di tattiche subdole.

Se non affrontata, la manipolazione può avere effetti duraturi e devastanti sulla vita di un adulto, proprio come sui bambini. Quando, infatti, ci si porta dietro queste ferite emotive e fisiologiche dall'infanzia all'età adulta, esse hanno un impatto negativo su tanti aspetti della nostra esistenza, dalle relazioni al lavoro, alla salute, compromettendo la felicità dell'individuo.

Le tipologie della manipolazione emotiva dei genitori

Ci sono diversi modi in cui un genitore può attuare una manipolazione psicologica verso i propri figli.

Manipolazione omissiva


Si parla di manipolazione omissiva quando il genitore tende a svalutare e ignorare le esigenze emotive del bambino, rifiutandosi di rispondere alle sue richieste di attenzione, affetto o conforto. È come se il genitore si ritirasse emotivamente, creando un vuoto nel cuore del bambino che cerca disperatamente il calore e l'amore che gli sembrano negati. Il bambino può percepire il rifiuto come un messaggio di non valore personale, facendo emergere sentimenti di inadeguatezza e abbandono.

Manipolazione commissiva

Questa forma di manipolazione si manifesta attraverso una serie di comportamenti che sembrano altruistici, ma che in realtà servono a consolidare il proprio controllo sulla vita del figlio.

Ad esempio, il genitore potrebbe offrire aiuto o sostegno costante, ma con la condizione implicita che il figlio segua i suoi desideri e le sue richieste per ricevere tale aiuto.

Manipolazione raffinata

Un genitore che pratica la manipolazione raffinata potrebbe utilizzare una serie di strategie sofisticate per ottenere ciò che vuole dal figlio, senza mai mostrare apertamente il proprio intento. In questo caso, il genitore si sente legittimato a chiedere favori ai propri figli, per essere ripagato della generosità e dell'attenzione data. Questa forma di manipolazione può manifestarsi attraverso l'espressione di delusione o tristezza quando il figlio non si conforma alle sue aspettative, facendolo sentire come se avesse deluso irrimediabilmente la persona che ama di più al mondo.

Vittimismo

Questa forma di manipolazione emotiva dei genitori si nasconde dietro un'apparenza di fragilità e sofferenza, mentre in realtà cerca di ottenere controllo e simpatia a spese degli altri, in particolare dei propri figli. Un genitore che pratica il vittimismo può dipingersi come la vittima delle circostanze, colpevolizzando gli altri per le proprie difficoltà e sofferenze, attirando su di sé le attenzioni e facendo leva sulla compassione, manipolando in questo modo i sentimenti del bambino e dell'adulto.


Senso di colpa

Un genitore manipolatore può utilizzare il senso di colpa per controllare e influenzare il comportamento del figlio in molte forme sottili ma potenti. Il genitore manipolatore può sottolineare come le proprie sofferenze e difficoltà siano direttamente causate dalle azioni o dalla mancanza di azioni del figlio. In questo modo, lo si fa sentire responsabile del benessere emotivo del genitore, obbligandolo a sacrificare le proprie esigenze per soddisfare quelle della madre o del padre.

Ricatto emotivo


Il ricatto emotivo è un'altra forma subdola di manipolazione che sfrutta il legame affettivo naturale tra genitore e figlio per ottenere il controllo desiderato.

Una delle tattiche più comuni è minacciare di ritirare l'amore o l'affetto se il figlio non soddisfa le aspettative del genitore. Frasi come "Se mi volessi davvero bene, faresti quello che ti dico" o "Se continui così, finirò per non volerti più bene", mettono il figlio in una posizione angosciante, costretto a scegliere tra i propri desideri e il mantenimento del rapporto affettivo con il genitore.

Cause e conseguenze della manipolazione emotiva dei genitori

Spesso, alla base di questi comportamenti ci possono essere dei disturbi psicologici o delle situazioni irrisolte, come dei bisogni durante l'infanzia mai soddisfatti, che finiscono per venire fuori proprio nel rapporto con i propri figli. Spesso, la manipolazione emotiva può essere appresa da modelli familiari precedenti. Ciò può innescare nel bambino una serie di sentimenti negativi, tra cui:

  • bassa autostima
  • ansia e depressione
  • difficoltà a formare relazioni sane
  • senso di colpa
  • dipendenza emotiva
  • negazione delle proprie emozioni per far felici i propri genitori
  • difficoltà nel prendere decisioni

In definitiva, la manipolazione emotiva dei genitori può derivare da una serie di fattori complessi e può avere conseguenze profonde sullo sviluppo psicologico, emotivo e relazionale dei figli. È, quindi, importante riconoscere queste dinamiche dannose e cercare aiuto e supporto per coltivare relazioni sane e autentiche. La consapevolezza, la terapia e il lavoro su sé stessi possono essere passi fondamentali verso il recupero e la guarigione per coloro che sono stati vittime di questa forma di manipolazione.

gpt inread-altre-0

Articoli correlati

Ultimi articoli