Home La famiglia La famiglia si allarga

Vittoria: la figlia dei Ferragnez già modella per il brand della mamma

di Penelope Greco - 23.03.2021 Scrivici

chiara-ferragni
Fonte: shutterstock
Oggi 23 marzo è nata Vittoria, la seconda figlia dei Ferragnez. Tutto quello che sappiamo della famiglia più amata su Instagram

"La nostra Vittoria". È così che Chiara Ferragni e Fedez hanno annunciato con un post su Instagram la nascita della secondogenita, la sorella di Leone. Il 23 marzo, dopo un'attesa di 39 settimane, finalmente la bimba è arrivata regalando un altro giorno di amore alla coppia più amata di Instagram.

La coppia ha pubblicato una foto della piccola nella penombra, illuminata da una lucina rosa, con indosso un cappellino bianco e rosa con stelline e il brand della mamma mentre è tra le braccia della madre e il padre le sfiora le piccole dita. Un'immagine davvero dolce che ha regalato alla coppia milioni di like e commenti di auguri e felicità.

E subito Leone ha inviato un video messaggio ai genitori: "Ciao mamma, ciao papà, ciao sorellina. Vi aspetto con amore!"

In questo articolo

I Ferragnez: due figli, due parti diversi

Mentre Leone era nato in anticipo e a Los Angeles, baby V. si è fatta attendere di più e, a causa della situazione sanitaria dovuta alla pandemia, la coppia ha scelto di restare a Milano per la gravidanza e il parto. Proprio qualche giorno fa Chiara aveva deciso di raccontare la nascita di Leone su Instagram, tra emozione e paura. 

«Abbiamo trascorso la grande maggioranza della gravidanza tra Milano e Los Angeles, per trasferirci definitivamente a LA quando sono entrata nella ventinovesima settimana, così che io potessi partorire là. Fino alla trentaduesima settimana è stata la gravidanza più semplice di sempre», ha scritto la Ferragni sul proprio profilo Instagram.

«Sono stata in grado di viaggiare, di lavorare. Ho fatto quasi tutte le cose che ho sempre fatto. Ma, dalla trentaduesima settimana, ho cominciato ad avere problemi alla placenta. Anche il mio liquido amniotico era scarso, così sono stata messa a riposo, a casa, con l'idea di partorire tra la trentaseiesima e la trentasettesima settimana», ha continuato l'influencer, ripercorrendo per la prima volta il percorso che ha portato alla nascita del piccolo Leone, nel marzo del 2018.

«Alla trentasettesima settimana, il mio dottore mi ha detto che non sarebbe stato sicuro aspettare oltre. All'una di notte del 19 marzo, sono andata in ospedale e ho cominciato l'induzione, con un catetere di Foley e contrazioni molto dolorose. Ho cominciato a prendere l'ossitocina, così da preparare il mio corpo al parto. Poche ore dopo, intorno alle undici della mattina, mi hanno rotto le acque (funziona così con l'induzione) e io ho richiesto l'epidurale (che ho amato)». Tutto, da allora, sembrava poter andare bene, ma un altro problema è subentrato.

Il battito cardiaco di Leo ha cominciato ad accelerare, così hanno dovuto darmi l'ossigeno e abbassare l'ossitocina. Ho cominciato ad avere paura. Intorno alle sette di sera, mi hanno detto che avevo un'infezione in corpo e mi hanno somministrato gli antibiotici. Allora, ero davvero spaventata e pensavo avrebbero optato per un cesareo (dopo diciotto ore di travaglio). Poi, però, è arrivato il mio dottore ed ero abbastanza dilatata per un parto naturale», ha scritto la Ferragni, suggellando con un'emoticon e dei cuoricini la fine del calvario.

«Ho cominciato a spingere con Fede al mio fianco e, intorno alle 23.37 (ventidue ore dopo aver cominciato l'induzione), ho finalmente potuto conoscere Leo. Ho potuto stringerlo per trenta secondi, poi lo hanno portato via per dei controlli prima di ridarmelo. Non potevo smettere di piangere per la felicità. Il parto è l'esperienza della vita», ha concluso la Ferragni.

La scelta del doppio cognome

Il nome della bimba è rimasto segreto fino a oggi, ma era trapelato che sarebbe iniziato con la lettera V: al Festival di Sanremo, infatti, Fedez ha indossato una camicia con le iniziali dei loro nomi (C, F, L) e in aggiunta la lettera V. Chiara Ferragni e Fedez hanno deciso, come per Leone, di dare entrambi i cognomi anche alla figlia. «Dare solo il cognome del padre deriva da un sistema patriarcale con cui non mi trovo d'accordo», aveva dichiarato la Ferragni poche settimane fa rispondendo a una serie di domande fatte dai suoi follower. 

Chiara ha già annunciato che si prenderà un periodo di riposo dopo il parto per dedicarsi alla figlia: 5 mesi di stacco dal lavoro per godersi la famiglia.

La collezione per bambini

La nuova nata veste già con i capi disegnati dalla mamma. Chiara infatti ha mandato ad Arezzo (da Monnalisa) gli schizzi colorati dei vari capi di abbigliamento sia per neonate, che per bambine fino a 10 anni, con alcuni capi unisex adatti anche al figlio Leone, dove compaiono i suoi simboli iconici (eye like, eye star, maxi logomania, CFmascotte).
A mamma Ferragni è stato già consegnato il primo set completo della layette 0-9 mesi tutto virato sul rosa:

  • micro tutina per i nati di pochi giorni
  • il cappellino
  • i body
  • i calzini
  • il bavaglino
  • le copertine
  • i lenzuolini
  • il sacco nanna
  • la borsa nursery
  • l'abitino per il battesimo

Mentre sono già in corso gli acquisti da parte dei rivenditori: oltre 500 punti vendita multibrand in 60 paesi del mondo, da Harrod's, a Lafayette, a Rinascente.  La prima collezione sarà quella Autunno-inverno 2021/2022.

gpt inread-altre-0

articoli correlati