Home La famiglia La famiglia si allarga

Frasi fatte che terrorizzano i neogenitori: le 6 da evitare a tutti i costi

di Francesca Capriati - 09.02.2022 Scrivici

frasi-fatte-che-terrorizzano-i-neogenitori
Fonte: shutterstock
Frasi fatte che terrorizzano i neogenitori: 6 frasi che le persone dicono ai neogenitori per metterli in guardia sulla vita con il bebè

In questo articolo

Frasi fatte che terrorizzano i neogenitori

E' arrivato un bambino e siamo già spaventati così: da un giorno all'altro siamo passati dall'essere responsabili solo di noi stessi ad avere una piccola persona che dipende da noi in tutto e per tutto, che piange e non capiamo per quale motivo e della quale dobbiamo prenderci cura 24 ore al giorno. E mentre ci raccapezziamo tra colichette, nottate insonni, stanchezza e paure, le persone intorno a noi ci dicono cose che ci spaventano ancora di più. Frasi e parole che dovrebbero, nelle loro intenzioni, metterci in guardia, prepararci, fornirci la loro esperienza, ma che in realtà sono solo altamente stressanti e ci rendono le cose ancora più difficili. E allora fermiamoci, respiriamo, e riflettiamo su quanto spesso queste parole siano solo frasi che lasciano il tempo che trovano. Che nulla hanno necessariamente a che vedere con al nostra nuova vita da genitori. Frasi fatte che spaventano i neogenitori e che dovremmo evitare di dire.

Le frasi da evitare

"Dormi ora, perché poi cambia tutto"

Detta durante la gravidanza questa classica frase suona come una minaccia e per quanto possa essere vero che il sonno cambia dopo che si è diventati genitori, c'è anche da dire che si tratta di una fase temporanea.

Per i primi due o tre mesi i neonati si svegliano di notte essenzialmente per mangiare, poi il loro sonno comincia a diventar regolare e a un certo punto – come per magia – si inizierà a dormire ininterrottamente per 6-7 ore. Ovviamente molto dipenderà da come impostiamo i ritmi familiari: i bambini hanno bisogno di una routine consolidata che favorisca il sonno. Bagnetto, poppata, coccole e nanna, ad esempio. È una sequenza che deve iniziare ben prima della messa a letto, mettendo luci soffuse in casa e riducendo rumori molesti. Tutte cose che siamo perfettamente in grado di fare senza farci spaventare.

"Sai quanto costa un figlio?"

Se leggiamo i report o le ricerche in merito sembra che fare figli sia roba da ricchi. Eppure il vecchio detto "dove mangia uno mangiano anche in due (e probabilmente anche in 3" è proprio vero. Non è che bisogna comprare tutine da neonato firmate o che siamo costretti a comprare una station wagon per forza. Di sicuro ci saranno cose che faremo di meno, come andare al cinema o a cena fuori (e non solo per risparmiare ma anche perché avremo meno voglia e meno tempo), e altre che rimanderemo. Ma questo fa parte del diventare"adulti" e pianificare le proprie entrate e le proprie uscite stabilendo delle nuove priorità.

"Non avrai più tempo per te stessa"

Spesso questa frase viene pronunciata da altre mamme, con figli più grandi. In altre parole significa che non avrai più una vita. Probabile che per certi versi sia vero: le cose cambiano ed è richiesta una bella dose di organizzazione e approccio zen. Facciamo una doccia mentre il bambino dorme nella sua culletta oppure quando c'è la nonna o un altro adulto in casa ( e sappiate che anche dopo sarà difficile fare una doccia tranquilli senza che in bagno non entri un nanerottolo al quale, proprio in quel momento, scappa la pipì).

"Questo bambino piange troppo"

Come regola generale, praticamente tutti i bambini piangono e, in molti casi, questo pianto sembra non cessare mai, anche se vengono nutriti, tenuti in braccio e coccolati. Sottolineare che il bambino piange troppo è una critica sottintesa a noi genitori, mentre invece è una cosa che è completamente fuori dal nostro controllo.

"Il neonato è una grande gioia"

Una frase romantica, che sembra essere innocente. E invece spaventa perché sottinende che si debba sempre essere felici e mostrare agli altri questa gioia.

Non importa quanto amiamo nostro figlio (ovvio che lo amiamo!): ci saranno sicuramente momenti in cui la stanchezza, le paure, il cambiamento sembrano superare la gioia illimitata che tutti insistono che dovremmo provare.

"Non fargli prendere il vizio delle braccia"

Cosa vorrebbe dire??? Un neonato è un cucciolo d'uomo che come tutti i cuccioli ha bisogno del contatto fisico con la mamma per sentirsi rassicurato e amato. Non esiste prendere il vizio delle coccole! E quando ci dicono questa frase ci spingono a fermarci, a riflettere prima di prendere in braccio il nostro bambino che piange, e a sentirci quasi in colpa che rispondiamo al nostro istinto di mamma e accorriamo a coccolarlo.

Le frasi da prendere con le “pinze”

Prendiamo le distanze da tutte le frasi che iniziano con "dovresti". Nessuno dovrebbe dare consigli ad un neo genitore, a meno che non sia lui a chiederli oppure che non ci sia un pericolo imminente. Tutte le frasi che instillano il dubbio che il neopapà o la neomamma non siano capaci iniziano spesso con un "dovresti" oppure con un "dovrebbe", riferito al bambino. E, no: non sono un incoraggiamento. Ne facciamo volentieri a meno.

gpt inread-altre-0
Continua a leggere

articoli correlati