Home La famiglia La famiglia si allarga

Crisi Economica: per la Chiesa è il momento di fare più figli

di Francesca Capriati - 07.10.2011 Scrivici

semplificarsi-la-vita
Ogni anno in Italia nascono meno di 600mila bambini ma, secondo il presidente della Cei Angelo Bagnasco, per uscire dalla crisi bisogna cambiare rotta

Crisi economica

: quali le soluzioni? Mentre il mondo economico e politico si interroga sulla questione e da più parti arrivano provvedimenti e proposte, il presidente della Cei Angelo Bagnasco dice la sua in intervenendo alla conferenza stampa di presentazione del rapporto  “

Il cambiamento demografico - Rapporto-proposta sul futuro dell’Italia

”.

Dal Rapporto emerge che ogni anno in Italia

nascono meno di 600mila bambini

, 150.000 in meno di quanto sarebbe necessario per mantenere l’obiettivo della crescita zero. E questo calo demografico, precisano i redattori del Rapporto, sarebbe da ascrivere anche al fatto che la famiglia con figli viene vista dalla società più come un peso che come una risorsa e anche i media giocherebbero un ruolo determinante nel trasmettere il messaggio che

zero figli o pochi figli

vogliano dire maggiore autonomia e libertà.

Articolo: Childless, senza figli è meglio

Secondo Bagnasco la soluzione alla crisi non è consumare meno e fare meno figli ma, al contrario, rivedere le priorità e puntare sulla famiglia.

"

La nostra cultura fa talvolta vedere i figli come un peso, un costo, una rinuncia, ma i figli sono prima di tutto una risorsa

" dichiara Cagnasco che richiama la società a stabilire e riscoprire "

nuovi modelli di solidarietà interfamiliare e intergenerazionale, facendo in modo che i genitori non si sentano abbandonati proprio dalla società che contribuiscono a tenere in vita

".

In effetti il punto è proprio questo: se da un lato  la Chiesa e le istituzioni dichiarano di sostenere la famiglia e invitano le coppie a

fare più figli

, dall’altro non si può non rispondere che poco o nulla viene fatto per sostenere davvero le famiglie nelle loro necessità e nella loro vita.

Non si tratta solo di cambiare la mentalità e la cultura, ma anche di impegnarsi concretamente affinché, soprattutto in questo clima di crisi economica, le famiglie trovino

sostegno

, attenzione e servizi da parte della società e delle istituzioni.

gpt inread-altre-0

articoli correlati