gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

La coppia durante la gravidanza, tra amore e cambiamento

/pictures/2017/12/13/la-coppia-durante-la-gravidanza-tra-amore-e-cambiamento-3809718562[979]x[409]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-famiglia

La gravidanza è un momento molto delicato per la futura mamma che incomincia ad entrare in simbiosi con il bebè che porta in grembo, tendendo a volte ad escludere il partner. Come cambia la coppia durante la gravidanza

La coppia durante la gravidanza

La gravidanza è un momento molto delicato per la futura mamma ma anche per il futuro papà e per la coppia. Come cambia la coppia durante la gravidanza e come affrontare e superare le possibili incomprensioni e difficoltà che possono presentarsi nei nove mesi? 

Rifiutare il compagno in gravidanza

La gravidanza è un periodo molto delicato per la donna ma anche per il partner: il corpo femminile subisce continui cambiamenti e modifiche e la donna stessa teme, seppur inconsciamente, di essere meno attraente agli occhi del compagno e di non richiamare la sua attenzione verso di essa. L'uomo spesso si allontana dalla sessualità creando una sorta di tabù per timore, con l'atto sessuale, di far del male alla compagna o al bimbo che porta in grembo o addirittura perchè si sente in soggezione dato che il bimbo è "testimone" dei rapporti sessuali dei futuri genitori.

A volte è la mamma per via dello sconvolgimento ormonale e della situazione nuova in cui è catapultata, ad avere un calo del desiderio sessuale o addirittura un'assenza della libido. Spesso la stanchezza, le nausee e la paura che la gravidanza possa interrompersi per un aborto spontaneo o che possa avere delle complicazioni, soprattutto durante il primo trimestre, danno un senso di angoscia e paura che influiscono molto sulla libido, facendo allontanare, almeno a letto, i partner.

gpt native-middle-foglia-famiglia

Gravidanza e rapporto completo

In realtà in una gravidanza fisiologica, dove non vi siano problemi particolari e non si sono presentate emorragie, minacce d'aborto o altri fattori di rischio e laddove non ci sia una prescrizione medica specifica che vieti i rapporti, non c'è assolutamente nessun motivo per interrompere l'attività sessuale. Sarà la mamma, man mano che il pancione crescerà, a regolarsi su quale sia la posizione più comoda per l'amore e ad insegnare al partner un pò più di delicatezza nelle carezze e nei gesti.

Incomprensioni di coppia in gravidanza

Importante è ricordarsi che anche se la donna diventerà mamma, la coppia rimane tale, saranno genitori ma anche partner ed è proprio grazie a questo che hanno dato vita al bimbo che nascerà, quindi è importante cercare di rimanere uniti e di non allontanarsi in questo delicato momento. Naturalmente, se il rapporto sessuale dovesse causare dolore, fastidio o perdite ematiche è importante rivolgersi al ginecologo e parlarne con lui. 

La comunicazione è fondamentale per vivere la gravidanza in coppia: non solo la donna sta vedendo cambiare la propria vita, ma la rivoluzione riguarda anche l'uomo che deve essere coinvolto il più possibile.

Se la sessualità non è proprio il punto di forza della vostra vita di coppia cercate di vivere la vita sentimentale puntando su altro: organizzate cose romantiche da fare insieme, coccolatevi, progettate, uscite e fate un breve viaggio.

Nove mesi di cambiamenti

  • Durante il primo trimestre quando la pancia ancora non è visibile, la futura mamma molto spesso potrà avvertire sensazioni di malessere e nausea, normalissimi in gravidanza, tensione al seno talvolta anche dolorosa e fastidiosa, stanchezza e irritabilità che probabilmente contribuiranno a diminuire la voglia di sesso e coccole. Nel partner, talvolta frustrato perchè la compagna non è propensa ai momenti di coccole e tenerezze, potrebbero nascere dei sentimenti di gelosia e avversità nei riguardi del bimbo, che si prende tutte le attenzioni della futura mamma.
  • Nel corso del secondo trimestre, quando il bimbo si muove conferendo più tranquillità  e serenità alla mamma e quando i disagi (nausea,malessere) e le paure sono diminuite, e grazie anche a i cambiamenti ormonali che subisce, la futura mamma potrebbe avere un incremento del desiderio sessuale e sentirsi piu' attratta e sessualmente soddisfatta grazie anche alle modifiche dell'apparato vaginale e al restringimento dell'orifizio vaginale causato dalla vasocongestione. Inoltre il pancione non ha ancora raggiunto dimensioni tali da rendere i rapporti difficoltosi quindi, se voglia e fantasia non mancano, il rapporto di coppia può essere molto piacevole e soddisfacente.
  • Quando si giunge al terzo trimestre molte donne hanno nuovamente un calo del desiderio, un pò perchè il pensiero del bebè si sta realizzando con l'avvicinarsi della nascita e un pò perchè le dimensioni del pancione tolgono un pò di agilità e si deve avere molta fantasia per inventare posizioni adatte.
La nascita di un figlio mette in crisi la coppia?

Consigli per i futuri papà

Se la vostra compagna vi sembra fragile e per timore di far del male a lei o al bimbo non volete approcciarvi al rapporto sessuale, vi inibite o la situazione vi crea disagio e imbarazzo, niente sensi di colpa. Capita quando la propria donna, fino a ieri amante ideale, si trasforma pian piano in mamma, ricoprendo un ruolo completamente nuovo e sconosciuto e trasformandosi completamente fisicamente.

Non perdetevi d'animo, statele vicino, sostenetela e continuate ad essere complici: di questo ne gioverete dopo il parto, quando la sessualità riprenderà normalmente.

Intanto per riavvicinarsi e sentirsi uniti anche senza arrivare al rapporto vero e proprio, potrete dedicarvi a tante coccole e tenerezze, dei massaggi dolci e delicati e perchè no,anche qualche fuga romantica in due, che spesso aiuta a riaccendere la passione e il desiderio!

Tutto bene se invece il nuovo corpo vi attrae e incuriosisce ancora di più, aumentando l'intesa e la complicità all'interno della coppia! Il fatto di non aver interrotto la sessualità durante la gravidanza vi aiuterà  a recuperare la sessualità nel post-parto, eliminando i disagi e gli imbarazzi che ci sarebbero altrimenti nel riapprocciarsi, qualora l'intimità si fosse interrotta durante l'attesa.

Quando il rapporto sessuale è da evitare

Meglio evitare i rapporti sessuali nei seguenti casi:

  • minaccia d'aborto
  • se la mamma ha avuto qualche problema legato alla gravidanza
  • distacco della placenta
  • minaccia di parto prematuro
  • placenta previa
  • rottura delle acque

Si potrebbe infatti andare incontro a situazioni pericolose, dando origine a contrazioni che possono scaturire il parto prematuramente o rischiare di avere delle emorragie o di contrarre infezioni che vengono trasmesse al bebè.

Comunque sia, quando c'è una situazione di rischio, il ginecologo vi metterà subito al corrente della situazione consigliandovi anche su come dedicarvi a coccole alternative che non portino alla penetrazione.

Rapporti sessuali prima del parto

Se la gravidanza è giunta al termine ma il bebè non ha nessuna intenzione di nascere il ginecologo può consigliare alla coppia di avere dei rapporti sessuali frequenti e ravvicinati: questo perchè nel liquido seminale sono contenute le prostaglandine, capaci di ammorbidire il canale vaginale e di far partire le contrazioni che danno il via al travaglio di parto. E' proprio per questo medesimo motivo che in caso di minaccia di parto pretermine i rapporti vengono sconsigliati se non proibiti.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0