Home La famiglia

Cos’è l’indennità per congedi straordinari e chi può usufruirne

di Elena Berti - 20.09.2022 Scrivici

indennita-congedi-straordinari
Fonte: shutterstock
Indennità per congedi straordinari (legge 104): chi ne ha diritto, come richiederla, per quanto tempo si può utilizzare e quanto vale

Indennità per congedi straordinari (legge 104)

Conoscere il diritto del lavoro è fondamentale per potersi destreggiare nel mondo professionale in maniera più serena: cos'è il periodo di preavviso? Possono licenziarmi? Ho diritto agli straordinari? Tra le tante domande che si fanno i lavoratori c'è sicuramente quella che riguarda l'indennità per congedi straordinari (legge 104), che spetta solo ad alcune categorie. Vediamo nel dettaglio cos'è e chi effettivamente può richiederla.

In questo articolo

Che cos’è l’indennità per congedi straordinari

Per indennità per congedi straordinari (legge 104) si intende l'assenza dal lavoro di dipendenti con disabilità oppure di dipendenti che hanno necessità di assistere familiari con disabilità (i cosiddetti caregiver). 

Si tratta quindi di "ferie" retribuite, che non impattano sul conteggio delle ferie, e che possono essere richieste per assistere un familiare oppure per esigenze proprie. 

Le disabilità per cui si può chiedere l'indennità per congedi straordinari sono quelle previste nell'articolo 3, comma 3, della legge 104/1992.

Chi può fare richiesta dell’indennità per congedi straordinari

Lavoratori dipendenti del pubblico e del privato possono fare domanda, se regolarmente residenti in Italia e quindi contribuenti italiani, nel caso in cui: 

  • abbiano essi stessi una disabilità
  • siano genitori (anche adottivi o affidatari) di una persona con disabilità
  • il coniuge e i parenti fino al secondo grado di parentela di una persona disabile (fino al terzo grado se quelli al secondo grado hanno più di 65 anni o non sono presenti)

Non è necessario essere italiani per richiedere l'indennità, ma solo essere residenti e lavoratori in Italia. Solo un lavoratore può farne richiesta per la stessa persona.

Non possono invece far richiesta altre categorie di lavoratori, come gli autonomi, i lavoratori a domicilio o domestici. 

Attenzione: se la persona con disabilità è ricoverata a tempo pieno in una struttura, non si potrà fare richiesta dell'indennità.

Come chiedere i congedi straordinari per 104

Per usufruire dell'indennità per congedi è necessario fare domanda all'INPS presentando tutta la documentazione necessaria se è la prima volta che si richiede la prestazione, chi invece fosse già titolare del beneficio può continuare a fruire della prestazione presentando una nuova domanda. 

In alternativa alla domanda online, è possibile fare la procedura per telefono oppure presso gli enti di patronato. È importante fare richiesta per tempo perché i tempi di erogazione sono piuttosto lunghi. 

Possono essere richiesti al massimo due anni di congedo straordinario in tutta la propria vita lavorativa, per il totale delle persone con disabilità coinvolte, siano essere familiari o il lavoratore stesso. 

Tutte le informazioni nel dettaglio sono contenute sulla pagina dedicata sul sito dell'INPS.

Ammalarsi gravemente e necessitare di cure significa assentarsi anche per lunghi periodi dal lavoro. Anche avere un familiare con una grave problema di salute da assistere richiede più tempo disponibile: lo stato italiano riconoscere un'indennità per congedi straordinari per la legge 104, in modo da garantire un congedo retribuito a chi deve assentarsi dal lavoro per motivi gravi. 

gpt inread-altre-0

articoli correlati