Home La famiglia Il bimbo nella società

Pedofilia, in aumento i casi di adescamento online

di Francesca Capriati - 05.05.2015 Scrivici

pedofilia-in-aumento-i-casi-di-adescamento-online
In occasione della Giornata nazionale contro la pedofilia le associazioni diffondono i numeri della pedofilia in Italia

Pedofilia

Come prevenire la pedofilia? Per Telefono Azzurro sensibilizzare e porre grande attenzione a questo delicato tema significa anche mettere in moto degli efficaci meccanismi di prevenzione.

La pedofilia si nutre di omertà, silenzio, vergogna. Parlarne apertamente può aiutare a favorire e potenziare tutte quelle condizioni individuali, familiari e sociali che proteggono un bambino da abusi sessuali.

A questo scopo è stata istituita nel 2009 una Giornata Nazionale per la lotta alla pedofilia, che si celebra il 5 maggio di ogni anno alla quale partecipano istituzioni, associazioni e cittadini con tante iniziative finalizzate a contrastare prevenire la pedofilia.

Nella prevenzione degli abusi sessuali e nel contrasto della pedofilia (anche nel mondo virtuale) è di primaria importanza aiutare le vittime a raccontarsi, a non chiudersi nel dolore e nel senso di colpa, offrire loro tutto l’ascolto, la comprensione e l’aiuto di cui hanno bisogno

spiega Telefono Azzurro che ogni anno, proprio in occasione della Giornata contro la Pedofilia, diffonde dati aggiornati sul fenomeno.



Nel 2014 il 114, il telefono verde di Telefono Azzurro, ha gestito 2.402 situazioni di emergenza, di cui 113 casi di abuso sessuale (4,8%). La percentuale di adulti responsabili di violenza sessuale ed estranei al minore è quasi raddoppiata: dal 14,5% (2012) al 23,5% (2013) al 27,4% (2014).

Il fenomeno dell’adescamento online è in preoccupante crescita: nell’ultimo biennio i casi di adescamento online sono quasi triplicati (sono saliti dal 4,4% al 14,2% dal 2012 al 2014). E mettendo insieme l’adescamento e la pedopornografia online, la percentuale sale al 22,2%.

Non è un caso che, grazie all'impegno intenso delle Forze dell'Ordine, la Polizia di Stato abbia effettuato nel 2014 55 arresti, 344 denunce e oltre 1600 chiusure di siti internet.

I nostri dati confermano che è sempre più facile per gli adulti inserirsi nelle conversazioni tra minori: il pedofilo spesso è una persona lucida che sa usare i meccanismi di relazione per superare le barriere difensive dei ragazzi e dei bambini

spiega Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro.

A fare eco a questi dati c’è anche Meter Onlus di don Fortunato Di Noto che rende noto che nel 2014 sono stati registrati 574.116 foto a oggetto pedopornografico (coinvolti minori da 3 a 13 anni), 95.882 video e 621 tra foto e video "pedo" di neonati (0-3 anni).

Un fenomeno agghiacciante, questo dell’abuso sui neonati, che è in crescita e che per il 70% dei casi vede una donna vestire i panni del carnefice.

E l’Europa detiene un primato negativo: il 37,34% delle segnalazioni viene dal Vecchio Continente, seguito da Africa (24,67%), America (23,25%), Asia (12,93%), Oceania (1,8%)

gpt inread-altre-0

articoli correlati