Home La famiglia Il bimbo nella società

Nuovo decreto regole Covid: cosa cambia e cosa ci aspetta

di Francesca Capriati - 03.02.2022 Scrivici

nuovo-decreto-regole-covid
Fonte: shutterstock
Nuovo decreto regole Covid: cosa cambia il 1 febbraio e cosa il 10 febbraio, per la scuola, le mascherine, le regole per la quarantena

Nuovo decreto regole Covid

Dal 1 febbraio entrano in vigore le nuove regole e si apre la strada ad una nuova strategia per contrastare il Covid in Italia. Ma quali sono le regole che dovremo rispettare a partire dalla giornata di oggi e cosa dice il nuovo decreto regole Covid?

In questo articolo

Green Pass

Da martedì 1 febbraio il certificato verde avrà una durata di 6 mesi e non più 9 come è stato fino ad ora. Il Governo, però, ha già annunciato che, dal momento che non è stata approvata la quarta dose, per chi ha fatto il booster non scatterà alcuna restrizione anche in caso di zona rossa e la durata del Green pass sarà illimitata.

Il Green Pass base è ormai indispensabile per poter accedere a uffici pubblici, poste e banche, e per entrare nella maggior parte dei negozi. E' stato aggiornato l'elenco delle categorie di servizi ai quali si può accedere con un Green Pass base, quindi quello che si ottiene facendo un tampone con risultato negativo.

Le categorie essenziali che restano esenti dal Green Pass includono:

  • salute
  • giustizia
  • esigenze alimentari
  • benzinai
  • ottici
  • negozi dedicati ai combustibili per uso domestico e riscaldamento o agli animali
  • tabaccherie
  • edicole.

Obbligo vaccinale

Scatta l'obbligo vaccinale per chi ha più di 50 anni d'età: coloro che non hanno fatto nemmeno la prima dose di vaccino rischiano una multa una tantum da 100 euro. Dal 15 febbraio gli over 50 non vaccinato non potranno entrare nei luoghi di lavoro, per i quali è necessario il green pass rafforzato, che si ottiene se si è vaccinati o guariti. Chi non ha il green pass sarà sospeso dalle funzioni e dallo stipendio, ma conserverà il posto di lavoro.

Viaggi

Fino al 15 marzo si potrà entrare in Italia, se provenienti da uno Stato europeo, senza effettuare un tampone.

Mascherine

E' stato prorogato di altri 10 giorni l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto, anche in zona bianca.

I bambini con meno di 6 anni sono ancora esentati dal dover indossare le mascherine. 

Non è obbligatorio indossare la mascherina, sia all'aperto che al chiuso:

  • mentre si effettua l'attività sportiva;
  • mentre si mangia o si beve, nei luoghi e negli orari in cui è consentito;
  • quando, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantito in modo continuativo l'isolamento da persone non conviventi.

Ma la FFP2 è obbligatoria?

La mascherina FFp2 è obbligatoria solo nelle seguenti circostanze:

  • Al cinema, a teatro nei locali di intrattenimento
  • per gli eventi e le competizioni sportivi che si svolgono al chiuso o all'aperto
  • sui mezzi di trasporto pubblici;
  • se si ha avuto un contatto stretto con un caso confermato positivo al covid e che, sulla base delle norme in vigore, non sono soggette alla quarantena ma soltanto all'autosorveglianza, fino al decimo giorno successivo all'ultima esposizione al soggetto positivo.

Scuola e quarantene

Nel nuovo decreto il Consiglio dei Ministri, con parere negativo degli esponenti della Lega (contraria a fare una distinzione tra vaccinati e non) ha accolto il parere del Comitato Tecnico Scientifico e scattano nuove regole che, per certi versi, rappresentano finalmente un'inversione di rotta sostanziale nella gestione della pandemia in ambito scolastico.

Il Ministro Bianchi, durante la conferenza stampa, è stato chiaro nel sottolineare che la DAD è stata utilissima e bisogna ringraziarla per aver permesso in questi anni di mantenere un contatto tra studenti e scuola che, altrimenti, si sarebbe interrotto completamente. Tuttavia la direzione del governo è chiara: bisogna vaccinare tutti, compresi i bambini, e c'è la volontà anche di dare una sorta di riconoscimento a quelle famiglie che hanno scelto di vaccinare. Quindi niente più DAD per i bambini e ragazzi vaccinati.

Le nuove regole sono:

  • a partire dalle scuole elementari gli alunni vaccinati o guariti non andranno più in Dad: la didattica a distanza scatterà solo per i non vaccinati o guariti.
  • La DAD non durerà più 10 giorni bensì 5.

Quando scatterà la DAD?

  • Alla scuola dell'infanzia, si andrà in quarantena dopo 5 casi in classe e dopo 5 giorni per rientrare in presenza basterà un tampone rapido.
  • Alla scuola primaria (le elementari) la Dad scatterà solo dopo 5 casi positivi in classe.
  • Nella scuola secondaria se si superano i 2 casi scatta la Dad per i non vaccinati.

Se un alunno dovesse manifestare dei sintomi basterà anche un tampone fai-da-te con l'autocertificazione del genitore per continuare a seguire le lezioni.

gpt inread-altre-0

articoli correlati