Home La famiglia Il bimbo nella società

I bambini sono dipendenti dagli schermi. Quali sono i rischi online?

di Sara Sirtori - 05.09.2022 Scrivici

bambini-dipendenti-dagli-schermi
Fonte: shutterstock
I bambini sono dipendenti dagli schermi. Quali sono i rischi? Un esperto di privacy digitale spiega i rischi per i bambini dipendenti dagli schermi.

I bambini sono dipendenti dagli schermi. Quali sono i rischi online?

E' stimato che ogni persona trascorra più di un terzo della propria vita online, e i ragazzi non sembrano da meno. L'88% dei genitori ritiene che i propri figli siano dipendenti dai dispositivi e questo desta grande preoccupazione in vista dell'inizio del nuovo anno scolastico. Nonostante ciò, i genitori non sembrano aiutare i propri figli, l'85% di loro spesso ricorre ai dispositivi come smartphone e e tablet per tenere occupati i bambini. Quali sono i rischi, e in che modo i genitori possono rendere più sicura la navigazione online dei propri figli?
"Facendo affidamento sugli schermi per tenere occupati, far divertire e badare ai propri figli, i genitori spesso dimenticano i potenziali rischi. Uno dei più comuni consiste nei contenuti inappropriati, che includono tematiche sessuali, di violenza, di incitamento all'odio, di autolesionismo o di suicidio. Oltre alla Parental Guidance (che può permettere ai genitori in alcuni casi di limitare certi contenuti), il livello di danno dipende fortemente dalle abilità digitali dei genitori, come la capacità di gestire le impostazioni sulla privacy", afferma Daniel Markuson, esperto di privacy digitale presso NordVPN

In questo articolo

Le problematiche di passare troppo tempo davanti a uno schermo

Oltre alla possibilità di imbattersi in contenuti inappropriati e al cyberbullismo, altre problematiche relative alla sicurezza online dei bambini sono: 

  • Verifica dell'età. Molti bambini vengono esposti a contenuti che non dovrebbero visualizzare in siti che non dovrebbero nemmeno visitare. Secondo una ricerca di CyberSafeKids l'82% dei bambini di età compresa tra gli 8 e i 12 anni ha profili sui social network e sulle app di messaggistica. 
  • Privacy. Le aziende devono prendere decisioni in materia di funzionalità del prodotto, moderazione dei contenuti e impostazioni del profilo utente, considerando le implicazioni per tutte le parti interessate, soprattutto bambini. I genitori dovrebbero controllare le impostazioni sulla privacy nelle app usate dai propri figli.
  • Disparità di informazione. Non sempre è facile valutare le misure di sicurezza, considerando la diversità e l'evoluzione della comprensione di tecnologie, processi e problemi tra i bambini.

"La tecnologia non è qualcosa di intrinsecamente negativo. Ha molti aspetti positivi. Ma noi, e soprattutto i nostri figli, non dovremmo esserne schiavi. Nella Silicon Valley, molti genitori stanno crescendo i propri figli dando loro un accesso limitato alla tecnologia, e questo dovrebbe essere un modello per ciascuno di noi", aggiunge Daniel Markuson. 

Come aiutare i propri figli a gestire il tempo trascorso davanti allo schermo

Daniel Markuson, infine, condivide con i genitori qualche consiglio su come aiutare i figli a gestire il tempo passato davanti allo schermo: 

  • Rimanete coinvolti e incoraggiate la loro consapevolezza. Tenete d'occhio i giochi, le app e i dispositivi usati da vostro figlio. Parlate regolarmente con luio e aiutatelo a essere consapevole del tempo che trascorre nelle diverse attività online e offline. 
  • Consentite a vostro figlio di creare un programma. Coinvolgete vostro figlio nella creazione di un programma per il tempo libero che bilanci il tempo trascorso seduto davanti agli schermi (incluso il tempo online e passato a guardare la TV) con diverse attività offline. 
  • Riducete anche il vostro tempo davanti allo schermo, per essere di buon esempio. Potreste anche considerare l'eventualità di stipulare una sorta di accordo scritto e firmato: un contratto di sicurezza online per tutta la famiglia, specificando chiaramente le conseguenze in caso di mancato rispetto.
  • Stabilite dei limiti per l'utilizzo dei dispositivi digitali nella vostra casa. Aree e orari senza dispositivi possono aiutarvi a gestire il tempo trascorso davanti allo schermo (ad esempio spegnendo tutti gli schermi nelle camere da letto dopo un certo orario o i dispositivi di tutti i membri della famiglia all'ora di cena).

Fonte di questo articolo:

NordVPN

Cybersafe Kids

gpt inread-altre-0

articoli correlati