gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia, un'occasione per riflettere

/pictures/2017/11/17/giornata-internazionale-per-i-diritti-dell-infanzia-un-occasione-per-riflettere-2537913255[979]x[408]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-famiglia

Il 20 novembre si celebra la Giornata internazionale per i diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza: ecco i diritti che vengono garantiti ai più piccoli dalla Convenzione Internazionale

Giornata internazionale per i diritti dell'Infanzia

Ogni anno il 20 novembre si celebra la Giornata internazionale per i diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, per ricordare la data in cui la Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia è stata approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, il 20 novembre 1989. Per questo ogni anno si ricordano i diritti dei bambini che dovrebbero essere garantiti in ogni parte del mondo.

La Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia ha cambiato "il modo di vedere i bambini dal punto di vista giuridico". Anche i bambini hanno dei diritti che devono essere garantiti. E ovviamente devono essere protetti da qualsiasi forma di discriminazione o violenza. Questa convenzione è infatti considerata come una delle più importanti conquiste del diritto internazionale degli ultimi anni del Novecento.

I bambini vengono riconosciuti giuridicamente come persone e vengono messi sullo stesso piano di tutti gli altri componenti della società. I diritti dei più piccoli possono essere raggruppati in 4 grandi aree:

  1. Non discriminazione: i diritti sanciti dalla Convenzione devono essere garantiti a tutti i minori, senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione;
  2. Superiore interesse: in ogni legge, provvedimento o iniziativa, l’interesse del minore deve avere la priorità;
  3. Diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino: ogni stato del mondo deve garantire di impegnarsi per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini;
  4. Ascolto delle opinioni del minore: i bambini hanno il diritto di essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano.

I diritti dei bambini, quali sono

Ecco quindi tutti i diritti che si devono garantire ad ogni bambino:

  • diritto all'uguaglianza senza distinzione o discriminazione di razza, religione, origine o sesso;
  • diritto ai mezzi che consentono lo sviluppo in modo sano e normale sul piano fisico, intellettuale, morale, spirituale e sociale
  • diritto ad un nome e ad una nazionalità;
  • diritto ad una alimentazione sana, alloggio e cure mediche;
  • diritto a cure speciali in caso di invalidità;
  • diritto ad amore, comprensione e protezione;
  • diritto all'istruzione gratuita, attività ricreative e divertimento;
  • diritto a soccorso immediato in caso di catastrofi;
  • diritto alla protezione contro qualsiasi forma di negligenza, crudeltà e sfruttamento;
  • diritto alla protezione contro qualsiasi tipo di discriminazione ed il diritto ad un'istruzione in uno spirito d'amicizia fra i popoli, di pace e di fratellanza.

Giornata Internazionale dei diritti dei bambini 2017

In questa giornata tutto il mondo celebra i diritti dei bambini. Il Papa fa appello alla coscienza di tutti affinché i diritti dei bambini siano garantiti. I più piccoli devono essere sempre protetti e il loro benessere va tutelato, perché non cadano mai in forme di schiavitù, reclutamento in gruppi armati e maltrattamenti.

Ecco alcuni degli eventi in programma:

  • Domenica 19 Novembre, nella Giornata Internazionale dei diritti dell'infanzia promossa dall’ONU, Nickelodeon e NickJr hanno deciso di farsi in 3 per regalare una giornata indimenticabile e ricordare che il gioco è un diritto per ogni bambino. In tre luoghi diversi: Acquario di Genova, Mudec Museo delle Culture di Milano ed Explora Il Museo dei Bambini di Roma. Nickelodeon e Nick Jr organizzeranno una giornata a tema incentrata sul gioco, i cui protagonisti saranno i bambini e i loro personaggi dei cartoni Nickelodeon preferiti: Spongebob, Shimmer&Shine, Paw Patrol, Blaze e le Mega Macchine.
  • Da YOUNGO Città Fiera (Via Antonio Bardelli 4, Torreano di Martignacco - UD), sabato 18, domenica 19 e lunedì 20 novembre sarà possibile portare un sorriso ai bimbi bisognosi di particolari attenzioni: con l’acquisto di un Thun da colorare – a casa o all'interno dell'area gioco del Grande Locale Leisure dove verranno organizzati appositi laboratori creativi – si sosterrà la Fondazione Lene Thun nella realizzazione di attività di ceramicoterapia all'interno dei reparti di oncologia pediatrica di tutt'Italia. Lunedì 20 novembre dalle 17 Yo dedica la sua festa di compleanno a tutti i bambini del mondo con un pomeriggio pieno di giochi e un torta speciale, dove le candeline si accendono e non si spengono. Ogni candelina serve a illuminare ogni singolo diritto di ogni singolo bambino, senza alcuna distinzione di razza, religione, colore, sesso, ceto sociale, latitudine e longitudine. E quest’anno l’attenzione si accende sul diritto al gioco.
  • A Modena la città si mette in gioco con decine di appuntamenti gratuiti rivolti a bambini e ragazzi di diverse fasce d’età dal 17 al 20 novembre.

E in occasione di questa giornata importante vi consigliamo la visione di un film bellissimo sui diritti dei bambini : Iqbal, bambini senza paura

Telefono Azzurro

Al centro di tutto il suo impegno quotidiano a fianco di bambini e adolescenti, Telefono Azzurro continua a porre un unico grande valore: l’ascolto. Solo nel 2016 sono stati gestiti 4712 casi. le attività si diramano in 4 direttrici principali:

  • #IlTempodelWeb Essere online è uno status. I ragazzi oggi sono nativi digitali e la tecnologia accompagna ogni momento della loro vita. Lo confermano i dati dell’Osservatorio di Telefono Azzurro e Doxa Kids. I ragazzi percepiscono chiaramente alcuni rischi, primo fra tutti incontrare qualcuno che non è chi dice di essere (54%), seguito da essere contattato da estranei che chiedono indirizzo e numero di telefono (50%), ricevere richieste sessuali da parte di adulti (47%), anche in cambio di ricariche (39%). Sembrano percepire meno il rischio di visitare continuamente siti pornografici (28%), siti che esaltano anoressia o suicidio (25%) e i rischi legati allo scaricare illegalmente musica o video.
  • #IlBullismo Nel corso del 2016 quasi 1 caso al giorno dei 2.315 ricevuti dal Centro Nazionale di Ascolto telefonico ha riguardato situazioni di bullismo e cyberbullismo, per un totale di 296 casi (12,8% del totale. L’età delle vittime si sta abbassando: è un trend in crescita quello che vede come vittime bambini sempre più piccoli, anche di 5 anni (22% dei casi).
  • #Pedofilia e Pedopornografia Si stima che in Europa siano 18 milioni i bambini vittime di abusi sessuali. Tra il 10% e il 20% dei minorenni europei subisce abusi sessuali durante l’infanzia e il 20% delle femmine e il 5-10% dei maschi europei sarebbe vittima di sfruttamento sessuale (WHO 2013). Rispetto al 2015, i casi di abuso sessuale e pedofilia gestiti da Telefono Azzurro sono aumentati del 3,4%: un totale di 301 situazioni di pronto intervento. Sulla linea 114, una vittima su due per abusi sessuali è una bambina con meno di 11 anni
  • #IMinoriScomparsi Secondo i dati consolidati di Europol sono 89mila i bambini non accompagnati arrivati durante il 2015 nell’UE (erano 23mila nel 2014) e di circa 10mila si sono perse le tracce in Europa. Sarebbero 17.245 i Minori Stranieri Non Accompagnati presenti sul territorio italiano, secondo l’ultimo censimento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (30 Novembre 2016). Telefono Azzurro gestisce per l’Italia il numero unico europeo 116 000 coordinato da Missing Children Europe (MCE), la Federazione Europea per i Bambini Scomparsi e Sfruttati Sessualmente operativo in 27 su 28 Stati membri dell’Unione Europea, più Albania e Serbia.
  • #IlTerremoto Il sisma che ha colpito il centro Italia nell’agosto del 2016 ha segnato la vita di migliaia di bambini, adolescenti e delle loro famiglie. Telefono Azzurro si è attivato dal giorno dopo la prima scossa in collaborazione con la Protezione Civile. E’ stato quindi attivato il Team di Emergenza di Telefono Azzurro formato da operatori e volontari, che dal 25 agosto 2016 è presente nel territorio di Amatrice.

Telefono Azzurro sarà presente 18- 19 Novembre 2017 in oltre 1.000 piazze italiane con Accendi L'Azzurro, la campagna di sensibilizzazione dei diritti sull'infanzia. Con le tradizionali casette di luce, il simbolo di ascolto, di calore e di aiuto a ogni bambino cui è stato spento il sorriso, si tiene viva l’azione di Telefono Azzurro, da  30 anni punto di riferimento dei bambini, tramite la linea gratuita d’ascolto 1.96.96, il servizio 114 - emergenza infanzia, il 116.000 (Minori scomparsi), la chat su azzurro.it, ma anche nelle scuole come nelle zone terremotate, nelle carceri e laddove ci sia bisogno di ascolto.

229 istituzioni si occupano dei diritti dei bambini

UNICEF

L’UNICEF riunirà sostenitori, influencer e ospiti speciali insieme ai bambini, che rappresenteranno alcuni dei bambini più vulnerabili al mondo, per parlare alla comunità internazionale delle questioni che stanno loro a cuore al Palais des Nations a Ginevra, dove circa 200 bambini e giovani “prenderanno il posto” degli adulti, con la partecipazione del direttore generale dell’ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra, Michael Møller.

Il 20 novembre i bambini si riuniranno per discutere sui temi che stanno loro più a cuore, come violenza, bullismo, istruzione e un futuro migliore per tutti i bambini

ha dichiarato uno degli ambasciatori dell'UNICEF David Beckam che in occasione della Giornata si è reso protagonista di un breve filmato dove interroga i bambini sulla loro visione del futuro del mondo.

Per sostenere l'Unicef nel suo importantissimo compito di aiuto e salvaguardia dei bambini che vivono in condizioni drammatiche è possibile mandare un sms di donazione al 45566.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0