Home La famiglia Il bimbo nella società

Giornata della Memoria 2020, gli eventi in programma

di Francesca Capriati - 24.01.2020 Scrivici

giornata-della-memoria-2020-gli-eventi-in-programma
Fonte: Shutterstock
Il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria: ecco una mappa degli eventi organizzati per non dimenticare

Giornata della Memoria, eventi

Ogni anno il 27 gennaio il mondo celebra la Giornata della Memoria con tanti eventi, convegni, documenti televisivi allo scopo di raccontare l'Olocausto alle nuove generazioni. Non bisogna dimenticare e proprio per evitare che il tempo ponga un velo sulla storia e su ciò che è successo, per far sì che non accada più, le Nazioni Unite hanno fissato il 27 gennaio come data simbolo nella quale raccontare l'Olocausto.

Giornata della Memoria

Con una risoluzione le Nazioni Unite stabilirono, nel 2005, di celebrare il Giorno della Memoria in quella data perché proprio il 27 gennaio del 1945 le truppe dell'Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

La scoperta di Auschwitz, che qualche giorno prima era stato abbandonato dai soldati nazisti che avevano intrapreso nella gelida notte quella che viene ricordata come la “marcia della morte”, svelò agli occhi del mondo l'orrore dei campi di concentramento e dello sterminio degli ebrei.

Negli anni, dopo la decisione di dedicare il 27 gennaio a ricordare la Shoah, molti superstiti hanno potuto raccontare in televisione, al cinema e nei libri la loro testimonianza e sono nati degli archivi ufficiali nei quali conservare questi racconti in modo tale da poterli preservare dall'oblio.

Giornata della memoria 2020, eventi

Diversi gli eventi in programma in Italia il 27 gennaio e nei giorni precedenti.

  • Roma

A partire già dal 21 gennaio la Capitale ha istituito un ciclo di eventi nell'ambito dell'iniziativa Giornata della Memoria 2020 - Memoria genera Futuro. Ad esempio dal 24 al 26 gennaio al Teatro Arcobaleno andrà in scena #ANNEFRANK. Vite parallele, di Sabina Fedeli e Anna Migotto. Il 27 gennaio alla Casa del Cinema ci saranno due appuntamenti: KINDERBLOK. L’ultimo inganno, e La mamma sta tornando, povero orfanello. Al Teatro Villa Pamphilj il 2 febbraio appuntamento con “La fisarmonica verde”.

Il 23 febbraio alle 20.30 all’Auditorium Parco della Musica si terrà il 7° Concerto della Memoria, “Là dove giace il cuore. Note e parole d’esilio”. Un viaggio nell’esperienza di tutti coloro i quali ieri e oggi, ebrei e non, hanno condiviso il medesimo destino di separazione, allontanamento e abbandono della propria identità. Un cast di interpreti internazionali farà rivivere le canzoni composte da musicisti esiliati in epoche e Paesi diversi.

Il 30 gennaio, presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri alle ore 10.00, avrà luogo la tavola rotonda “I figli del ‘dopo’”, che propone di riflettere sulla difficile eredità che inevitabilmente cade sulle nuove generazioni, sull'importante necessità di dover fare i conti con il fatto di essere nati dentro una ferita che per quanto non vissuta, comunque ci riguarda e ci richiede di ricostruire attorno ad essa un corpo, al tempo stesso individuale e collettivo. L'evento è organizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.

  • Livorno

Domenica 26 gennaio 2020 torna la Run for Mem, la “corsa per laMemoria”. La corsa partirà da Piazza Benamozegh, di fronte alla Sinagoga, esi svolgerà lungo un percorso di circa 7 km. Testimonial d’eccezione Shaul Ladany, podista olimpionico israeliano dalla storia straordinaria, oggi 83enne, sopravvissuto al campo nazista di Bergen Belsen e all’eccidio di atleti israeliani avvenuto alle Olimpiadi di Monaco del 1972.

  • Milano

Molti gli eventi organizzati e coordinati dall'associazione Figli della Shoah: un incontro con la Senatrice Liliana Segre al Teatro degli Acimboldi riservato agli studenti; un evento al Conservatorio Giuseppe Verdi con la testimonianza di Edith Bruck, anch'esso riservato agli studenti e il 27 gennaio 2020 alle 20.00 è in programma una serata commemorativa presso il Conservatorio G.Verdi di Milano, con il concerto “Il ballo di Irene, l’incredibile storia di Irene Nemirovsky”,scritto e diretto da Andrea Murchio. Infine vi ricordiamo che il Memoriale della Shoah di Milano intensificherà le sue visite guidate.

  • Bologna

Sotto il segno di una nuova stella: la Brigata ebraica e l'Aliyah Bet (1944-1948)” è il titolo della mostra organizzata dal Museo ebraico di Bologna aperta fino al 5 aprile. La mostre ripercorre con documenti storici, soprattutto fotografici, le vicende di una brigata combattente arruolatasi volontariamente nell'esercito britannico, che ha preso parte attiva alla Resistenza italiana.

  • Venezia

A Venezia fino al 9 febbraio ci sono più di settanta eventi ed appuntamenti. Domenica 26 gennaio si terrà la cerimonia ufficiale del Giorno della Memoria al Teatro Goldoni, alle ore 11, con gli interventi del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e del presidente della Comunità ebraica di Venezia, Paolo Gnignati. Tra gli eventi segnaliamo, fino al 7 febbraio, la mostra fotografica Stolen memory, che raccoglie circa tremila oggetti custoditi nell'archivio di Arolsen in Germania e appartenuti agli ebrei deportati nei lager.

  • Lecce

Presso il Complesso Ex Ospedale Spirito Santo, è allestita la mostra “1938-1945. La persecuzione degli Ebrei in Italia. Documenti per una storia”, realizzata  dal  Ministero  dell’Interno  e  dalla  Prefettura  di Lecce, in collaborazione con il Centro di Documentazione Ebraica  Contemporanea di Milano. La mostra ripercorre la storia degli ebrei italiani dall’emanazione  delle leggi antiebraiche e dalla propaganda di regime fino all’internamento, al lavoro coatto e poi infine ai rastrellamenti e alle deportazioni. Presente anche un approfondimento sulle vicende degli ebrei in territorio salentino. La mostra sarà visitabile fino al 9 febbraio.

Il treno della memoria

Dal 2004 il Ministero dell'Istruzione organizza ogni anno il Treno della memoria, un progetto di cittadinanza attiva che mira a fra conoscere la storia dei deportati nei campi di concentramento agli studenti delle scuole medie inferiori e superiori. Info sul sito

gpt inread-altre-0

articoli correlati