Home La famiglia Il bimbo nella società

Le nuove coppie omosessuali che hanno figli

di Redazione PianetaMamma - 20.06.2013 Scrivici

genitori-gay
Famiglia strana e spesso additata come nucleo familiare e sociale da combattere. Ma qual è il nocciolo della questione?

Coppie gay, coppie di fatto, genitori gay. Se ne discute spesso sui giornali e sui media e associazioni di cittadini e che rappresentano gli omosessuali hanno ormai intrapreso una vera e propria battaglia per difendere il diritto delle coppie omosessuali a diventare genitori (LEGGI)


LEGGI ANCHE: Essere genitori omosessuali, come crescono i figli?



Ma al di là delle mere questioni politiche o etiche, c'è da chiedersi in che modo mettiamo al centro il bambino in tutta questa faccenda.
In una società dove i bambini vengono spesso abbandonati nei cassonetti o nei bagni pubblici (e per un caso che veniamo a sapere chissà quanti altri ce ne sono che non sapremo mai), dove restano negli orfanotrofi e non vengono adottati, c'è da chiedersi se non sia meglio offrire loro un futuro in una famiglia gay piuttosto che non dargliene neanche una (LEGGI).

Ovvio che la famiglia tradizionale, con una madre e un padre, non sia affatto sinonimo di normalità e felicità per il bambino. Spesso assistiamo a genitori inadeguati, immaturi, incapaci di allevare bambini equilibrati, nei casi peggiori leggiamo di bambini maltrattati e sfruttati.

Naturalmente il punto non è questo: è l'amore che ciascun individuo può dare a un bambino, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale. Solo in base al tipo di persona che è. E in questo senso, quindi, non andrebbero escluse nemmeno le adozioni da parte di madri single.


LEGGI ANCHE: In Italia, con due mamme e due papà


Amore, valore umano, sensibilità. Sono essenziali.
Ma sono sufficienti?
In televisione in molte trasmissioni vengono sempre più spesso invitate coppie gay che sono riuscite, dopo un lungo iter e spesso all'estero, ad avere un figlio (che per la legge resta sempre e solo figlio del genitore che lo ha messo al mondo) e che raccontano di un quadretto ai limiti dell'idillio.
Facile, quando il bambino è molto piccolo, circondarlo di amore e fargli sentire il calore della famiglia, le complicazioni sorgeranno negli anni a venire, quando il bambino interagirà con i coetanei, entrerà in società e si scontrerà con pregiudizi e cattiveria. L'amore basterà? Bisognerebbe chiederlo a questi figli tra qualche anno.

Così come solo tra qualche anno si potranno avvalorare o screditare le varie

teorie

scientifiche che dichiarano che i bambini cresciuti in nuclei familiari

omosessuali

non hanno avuto alcun problema dal punto di vista dello sviluppo sociale e affettivo.

Nel frattempo restano

nodi centrali

, come quella della legge (

LEGGI

) che di fatto tutela solo il

genitore biologico

.

Se dopo dieci anni di convivenza felice, la coppia si spacca e si separa, il genitore che non è quello biologico non potrà vantare alcun

diritto

sul bambino per la semplice ragione che per lo Stato non è figlio suo.

gpt inread-altre-0

articoli correlati