Home La famiglia Il bimbo nella società

Genitori al volante: cosa ne pensano i bambini

di Redazione PianetaMamma - 13.11.2012 Scrivici

bambino-nel-seggiolino-auto
Un sondaggio scopre che i bambini preferiscono che a guidare sia il papà. Ecco cosa pensano i bambini dei viaggi in macchina

Il Royal Automobile Club britannico ha condotto un sondaggio intervistando mille bambini di età compresa tra i 5 e i 7 anni per indagare su cosa pensino dei viaggi in macchina (LEGGI) insieme ai genitori. Le risposte sono molto interessanti.

Ad esempio scopriamo che il 51% dei bambini preferisce che al volante si metta il papà. Una maggioranza non schiacciante che però, forse, rispecchia il pregiudizio (LEGGI) che alla guida sia meglio avere un uomo. E il pregiudizio (o forse la verità che esce dalla bocca dei bambini!) emerge con ancora maggiore evidenza quando si chiede un parere sul parcheggio: il 58% dichiara che papà è più bravo a parcheggiare, contro il 36% che preferisce le madri.


LEGGI ANCHE: Tanti giochi da fare in auto con i bambini


Tuttavia le mamme vincono in fatto di divertimento e animazione: con le mamme il viaggio in macchina è più piacevole: si cantano canzoncine, si fa baldoria e si sente la musica. Ma attenzione a non cantare a squarciagola o a mettere il volume dell'autoradio troppo alto perchè i bambini non lo sopportano (LEGGI).

Infatti, nell'elenco delle cose più spiacevoli e seccanti che possono capitare in macchina il 43% dei bambini mette proprio il dover ascoltare brutta musica, il 34% il cantare con voce stonata o troppo alta, il 21% arrabbiarsi e litigare con altri automobilisti. Una caratteristica che, a dispetto di quanto si crede, vede protagoniste soprattutto le mamme, più propense a urlare, insultare e litigare per questioni stradali. Addirittura i bambini le vedono fino a cinque volte più predisposte al litigio per motivi di viabilità.


LEGGI ANCHE: I trucchi per viaggiare in macchina con i bambini


Ma quali sono i passatempi preferiti per affrontare la noia del viaggio?
Sicuramente lo sgranocchiare dolcetti e altre schifezze e le risposte non sorprendono nemmeno quando si tratta di dover indicare la destinazione preferita: ai bambini poco importa se la meta finale è una suggestiva capitale europea o se durante il viaggio si possono ammirare paesaggi mozzafiato. La destinazione preferita, da raggiungere al più presto, è...la casa dei nonni!

gpt inread-altre-0