strip1-famiglia
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-famiglia-0
1 5

Fiori d'Azzurro, per aiutare Telefono Azzurro a difendere i bambini vittime di violenze

/pictures/2018/04/04/fiori-d-azzurro-per-aiutare-telefono-azzurro-a-difendere-i-bambini-vittime-di-violenze-932911280[1230]x[513]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-famiglia

Fiori d'Azzurro: il 14 e 15 aprile sosteniamo l'impegno dei volontari di Telefono Azzurro contro abusi, violenze e maltrattamenti dei bambini e adolescenti

Fiori d'Azzurro

Appuntamento il 14 e 15 aprile 2018 nelle piazze di milleseicento città italiane che si tingeranno d'azzurro per l'appuntamento Fiori d'Azzurro, un weekend di sensibilizzazione contro gli abusi nei confronti di bambini e adolescenti. Saranno migliaia i volontari che scenderanno in piazza per distribuire i fiori di Telefono Azzurro e raccogliere fondi che serviranno per sostenere il costante intervento in difesa dei bambini e degli adolescenti vittime di violenze e soprusi. Sabato 14 e domenica 15 aprile, quindi, sarà possibile acquistate un fiore per sostenere la lotta al bullismo e gli abusi.

L'iniziativa ha come principale obiettivo quello di intensificare ed amplificare il dibattito e il confronto sul fenomeno dell’abuso, coinvolgendo l’intera cittadinanza e soprattutto chi rappresenta per i ragazzi un punto di riferimento imprescindibile: insegnanti, educatori, genitori, rappresentanti del mondo sportivo, pediatrico e delle istituzioni.

Violenza in famiglia

Come spiega Telefono Azzurro

Fiori d’Azzurro” è una call to action finalizzata a promuovere un’azione sinergica, che permetta di limitare la propagazione di comportamenti devianti, diffondendo best practices e creando awareness rispetto agli strumenti messi a disposizione da Telefono Azzurro per contrastare il fenomeno e limitarne la diffusione.

L'abuso

L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce abuso qualsiasi forma di maltrattamento fisico e/o emozionale, abuso sessuale, trascuratezza, negligenza, sfruttamento commerciale che comporti un pregiudizio reale o potenziale per la salute del bambino, per la sua sopravvivenza, per il suo sviluppo o per la sua dignità nell’ambito di una relazione caratterizzata da responsabilità, fiducia o potere.

Secondo i dati raccolti da Telefono Azzurro la tipologia di violenza maggiormente segnalata e diffusa è quella psicologica, in particolare riferita a situazioni di conflittualità all’interno della famiglia (47,4%) o in cui il bambino/adolescente viene terrorizzato (23,7%). I maltrattamenti fisici e psicologici più diffusi sono:

  • percosse (63%),
  • violenze sessuali (le più diffuse appartengono alla categorie dei toccamenti, 40%),
  • incuria (78,7%),
  • inadeguatezza del genitore (18,6%).

Il bullismo a scuola

Recenti indagini condotte da Telefono Azzurro con Doxa Kids su un campione di adolescenti e ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado, ha rilevato che:

  • il 34,7% degli intervistati ha ammesso di essere stato vittima di episodi di bullismo, il 67,9% dei quali nel contesto scolastico
  • il 31,3% dei ragazzi vittima di bullismo ha reagito “lasciando perdere”,
  • il 22,7% (21% dei maschi e 24,7% delle femmine) non lo ha detto a nessuno
  • il 29,9% ha cercato di difendersi,
  • il 22,8% ha avvisato i genitori, con percentuali quasi doppie tra le ragazze (30,4%) rispetto ai ragazzi (16,4%).

#NonStiamoZitti

Martina è solo una dei tanti giovanissimi che si sono trovati ad assistere ad episodi di bullismo nei confronti di compagni di scuola e coetanei e che ha avuto il coraggio di intervenire. Ha solo 12 anni e non riesce più ad assistere passivamente alle umiliazioni che Francesco, suo compagno di classe, riceve ogni giorno da 3 ragazzini. Trova un post contro il bullismo della campagna #NonStiamoZitti su Facebook e scrive in chat raccontando tutti i fatti avvenuti tra i banchi di scuola.

Una volta, i soliti bulli mi volevano togliere le mutande e fare una foto per poi caricarla su internet… Per fortuna è intervenuta la professoressa.

Martina voleva aiutarlo ma temeva di essere presa di mira anche lei.

Non ho più il coraggio di guardarlo negli occhi… per questo ho chiesto aiuto a Telefono Azzurro. Io non sto più zitta di fronte al bullismo!

Telefono Azzurro contro gli abusi e il bullismo

Telefono Azzurro da sempre è in prima linea per difendere i bambini e gli adolescenti da abusi, maltrattamenti e violenze, sia in famiglia, che a scuola che su Internet. Ascolta ed interviene ogni giorno, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, con la linea gratuita 1.96.96, e la chat (accessibile dal sito Azzurro.it), le app e i social network offrendo un supporto e aiuto immediato.

gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0