Home La famiglia Il bimbo nella società

Diritti dei bambini, quali sono

di Francesca Capriati - 18.11.2022 Scrivici

diritti-bambini
Fonte: shutterstock
Diritti dei bambini: il 20 novembre si celebra la Giornata per i diritti dei bambini quali sono questi diritti e come possiamo tutelarli?

In questo articolo

Diritti dei bambini quali sono

Il 20 novembre è la giornata dedicata in tutto il mondo ai diritti dei bambini, quali sono e come tutelarli. Si celebra, in questa occasione, la Giornata Mondiale dei diritti dell'infanzia. Molte associazioni presentano i risultati di indagini e rapporti che indagano sulle condizioni di vita dei bambini nel mondo e su quanto è stato fatto per tutelare i loro diritti.

La Giornata celebra la ratifica della Convenzione dell’Onu sui diritti dell’infanzia, che come ricorda l'UNICEF, è stato “il trattato sui diritti umani più ratificato nella storia”. Tuttavia,  a dispetto di questa corale approvazione del documento, nel mondo si registrano ancora gravi carenze nella tutela dei diritti dei bambini.

Secondo un nuovo sondaggio internazionale dell'UNICEF e di Gallup, i bambini e i giovani sono quasi il 50% più inclini rispetto alle generazioni più anziane a pensare che il mondo stia diventando un posto migliore di generazione in generazione. Il sondaggio, The Changing Childhood Project, è il primo del suo genere a chiedere a diverse generazioni il proprio sguardo sul mondo e com'è essere un bambino oggi. Sono stati intervistati più di 21.000 persone in due fasce di età (15-24 anni e 40 anni e oltre) in 21 paesi.

I giovani (39%) sono in media quasi due volte più propensi degli adulti (22%) a sentirsi parte del mondo, rispetto alla propria nazione o zona. Con ogni anno in più di età, le persone hanno in media circa un punto percentuale in meno di probabilità di identificarsi come cittadini globali. L'indagine rileva che i giovani sono anche più propensi a pensare che l'infanzia stessa sia migliorata, con una maggioranza schiacciante che crede che l'assistenza sanitaria, l'istruzione e la sicurezza fisica siano migliori per i bambini di oggi che per la generazione dei loro genitori.

Eppure, nonostante il loro ottimismo, sono tutt'altro che ingenui, manifestano inquietudine per l'azione sul cambiamento climatico, scetticismo sulle informazioni che ricevono sui social media e lottano con sentimenti di depressione e ansia.

Come spiega l'UNICEF che in occasione di questa edizione della Giornata dei diritti dei bambini ha lanciato la petizione:

Questi bambini, come i nostri figli, hanno diritto a crescere sani, a giocare, ad andare a scuola, ad avere un futuro.

Ma i diritti dei bambini sanciti dalla Convenzione che si celebra il 20 novembre vengono spesso e regolarmente violati e calpestati anche nei Paesi più progrediti.

Se la guerra, le posizioni di politica internazionale relative all'immigrazione, il terrorismo violano sistematicamente il terzo diritto sancito dalla Convenzione che riguarda il diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo e che dichiara

gli Stati devono impegnare il massimo delle risorse disponibili per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini, anche tramite la cooperazione tra Stati.

Ci sono altre condizioni economiche e sociali che impediscono ai bambini, anche in Europa, di godere del loro diritto a non essere discriminati, ad essere ascoltati, a studiare.

Ecco gli altri tre diritti sanciti dalla Convenzione:

  1. Non discriminazione (art. 2): i diritti sanciti dalla Convenzione devono essere garantiti a tutti i minori, senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, opinione del bambino/adolescente o dei genitori.
  2. Superiore interesse (art. 3): in ogni legge, provvedimento, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l'interesse del bambino/adolescente deve avere la priorità.
  3. Ascolto delle opinioni del minore (art. 12): prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.

E se si legge aldilà delle parole del testo capiamo come non sia sufficiente enunciare a voce alta questi diritti come gli altri che compongono la Convenzione, per tutelare e difendere i bambini nel mondo. Un mondo in cui ancora milioni di bambini muoiono di fame mentre altri si ammalano di malattie cardiache legate all'obesità, un mondo in cui i bambini sono costretti a lavorare, diventano schiavi, e viene impedito di studiare mentre mentre in Paesi come l'Italia che sostengono la pubblica istruzione si tocca il 17% di dispersione scolastica, un mondo dove i bambini muoiono per la diarrea e il tetano mentre altri vengono esposti allo stesso rischio per volontà dei genitori e di una società che promuove la disinformazione, un mondo in cui le bambine vengono date in sposa a 12 anni, vengono emarginate e limitate nell'istruzione e nello sviluppo culturale.

Gli articoli della Costituzione Italiana dedicati ai minori

Sono diversi e i punti salienti mirano alla tutela di bambini e ragazzi. Ecco quali sono:

  • I genitori hanno il diritto di mantenere i minori, anche se nati fuori dal matrimonio
  • Sarà la legge a compensare le eventuali mancanze parentali
  • La legge protegge la maternità, l'infanzia e la gioventù
  • La legge tutela la salute del cittadino in modo gratuito, e dunque anche quella dei minori
  • La scuola è un diritto di tutti
  • L'istruzione inferiore della durata di almeno 8 anni è obbligatoria e gratuita
  • I meritevoli ma privi di mezzi hanno gli stessi diritti degli altri di andare avanti con lo studio grazie a sussidi e borse di studio

Particolare attenzione ha poi, nell'articolo 37, la donna lavoratrice, che ha gli stessi diritti, a parità di lavoro, del suo corrispettivo maschile. In più, in quanto donna ed eventualmente mamma lavoratrice, il suo diritto è quello di avere garantite condizioni di lavoro che si concilino con le esigenze familiari e personali. Anche questo articolo è un bel modo di parlare di uguaglianza e libertà con i bambini nella giornata dedicata ai loro diritti.

Cosa possiamo fare noi nel nostro quotidiano per tutelare i diritti dei bambini?

Ascoltarli, rispettare i loro bisogni, giocare con loro, dedicare loro del nostro prezioso tempo, curarli e vaccinarli, nutrirli in modo adeguato, combattere il pregiudizio e il razzismo, aiutarli a diventare adulti liberi e soddisfatti di se stessi.
E  continuare ad indignarci

Elenco dei diritti dei bambini e degli adolescenti

Di seguito l'elenco dei 41 diritti fondamentali del bambino e dell'adolescente, presenti nella Convenzione dell'Onu:

  • Art.1 - Tutte le persone di età inferiore ai diciotto anni godono dei seguenti diritti.
  • Art.2 - Hai diritto a essere protetto/a contro ogni discriminazione. Questo significa che nessuno può trattarti diversamente dagli altri per il colore della pelle, nazionalità, sesso, religione, lingua o perché sei disabile, ricco/a o povero/a.
  • Art.3 - Il tuo superiore interesse deve guidare gli adulti nelle decisioni che ti riguardano.
  • Art.4 - Hai diritto a vedere realizzati i tuoi diritti da parte delle Istituzioni pubbliche (Parlamento, Governo, Scuola ecc).
  • Art.5 - Hai diritto a essere aiutato/a e consigliato/a dai tuoi genitori e dalla tua famiglia.
  • Art.6 - Hai diritto alla vita.
  • Art.7 - Hai diritto ad avere un nome e una nazionalità.
  • Art.8 - Hai diritto ad avere una tua identità.
  • Art.9 - Hai diritto a vivere con i tuoi genitori, a meno che questo non risulti dannoso per la tua crescita.
  • Art.10 - Se vivi in un Paese diverso da quello dei tuoi genitori, hai diritto al ricongiungimento con loro e a vivere nello stesso luogo.
  • Art.11 - Hai diritto a essere protetto/a per evitare che tu venga allontanato/a dalla tua famiglia e trasferito/a illegalmente all'estero.
  • Art.12 - Hai diritto a esprimere la tua opinione su tutte le questioni che ti riguardano. La tua opinione deve essere ascoltata e presa in seria considerazione.
  • Art.13 - Hai diritto ad essere informato/a e ad esprimerti liberamente nel modo che ti è più congeniale (verbalmente, per iscritto ecc), sempre nel rispetto dei diritti degli altri.
  • Art.14 - Hai diritto ad avere le tue idee e a professare la religione che preferisci sotto la guida dei tuoi genitori.
  • Art.15 - Hai diritto a riunirti con i tuoi amici, a partecipare o a fondare associazioni, sempre nel rispetto dei diritti degli altri.
  • Art.16 - Hai diritto ad avere una tua vita privata, anche all'interno della tua famiglia, compreso il diritto ad avere una tua corrispondenza privata.
  • Art.17 - Hai diritto a ricevere informazioni provenienti da tutto il mondo, attraverso i media (radio, giornali, televisione) e ad essere protetto/a da materiali e informazioni dannosi.
  • Art.18 - Hai diritto ad essere cresciuto/a ed educato/a dai tuoi genitori, nel rispetto del tuo superiore interesse.
  • Art.19 - Hai diritto ad essere protetto/a da ogni forma di maltrattamento, abuso o sfruttamento da parte di chiunque.
  • Art.20 - Hai diritto ad avere protezione e assistenza speciali se non puoi vivere con i tuoi genitori.
  • Art.21 - La decisione di una tua adozione deve essere presa nel tuo superiore interesse.
  • Art.22 - Hai diritto a protezione speciale e assistenza nel caso in cui tu sia un rifugiato/a (ad esempio se provieni da un Paese in guerra).
  • Art.23 - Se sei disabile, mentalmente o fisicamente, hai diritto ad avere un'assistenza speciale, al fine di renderti autonomo/a e di partecipare pienamente alla vita sociale.
  • Art.24 - Hai diritto alla salute, all'assistenza medica e a ricevere tutte le informazioni necessarie per garantire tale diritto.
  • Art.25 - Hai diritto ad un controllo regolare delle terapie e delle condizioni in cui vivi, qualora tu venga affidato/a a centri di cura o assistenza.
  • Art.26 - Hai diritto ad un sostegno speciale da parte dello Stato se sei in condizioni economiche o sociali disagiate.
  • Art.27 - Hai diritto ad un livello di vita adeguato. Ciò significa che i tuoi genitori, o in mancanza lo Stato, dovranno garantirti cibo, vestiti e una casa in cui vivere.
  • Art.28 - Hai diritto ad avere un'istruzione/ educazione.
  • Art.29 - Hai diritto a una educazione che sviluppi la tua personalità, le tue capacità e il rispetto dei diritti, dei valori, delle culture degli altri popoli e dell'ambiente.
  • Art.30 - Se appartieni a una minoranza etnica, religiosa o linguistica, hai diritto a mantenere la tua cultura, praticare la tua religione e parlare la tua lingua.
  • Art.31 - Hai diritto, al riposo, al tempo libero, a giocare e a partecipare ad attività culturali (ad esempio la musica, il teatro e lo sport).
  • Art.32 - Hai diritto a non svolgere lavori pesanti e pericolosi per la tua salute o che ti impediscono di andare a scuola.
  • Art.33 - Hai diritto a essere protetto/a dall'uso e dal traffico di droghe.
  • Art.34 - Hai diritto a essere protetto/a da ogni tipo di sfruttamento e abuso sessuale.
  • Art.35 - Hai diritto ad essere protetto/a per impedire che tu sia rapito/a o venduto/a.
  • Art.36 - Hai diritto a essere protetto/a da ogni forma di sfruttamento.
  • Art.37 - Hai diritto a non subire torture o punizioni crudeli. Se hai commesso un reato non puoi essere condannato alla pena di morte o alla detenzione a vita.
  • Art.38 - Hai diritto a essere protetto/a in caso di guerra e, nel caso in cui tu abbia meno di quindici anni, non puoi e non devi essere arruolato/a nell'esercito.
  • Art.39 - Hai diritto a cure appropriate e al reinserimento nella società nel caso in cui tu sia stato/a vittima di abbandono, guerra, tortura, o di qualunque forma di sfruttamento o maltrattamento.
  • Art.40 - Hai diritto a essere adeguatamente difeso/a nel caso in cui tu sia accusato/a o abbia commesso un reato.
  • Art.41 - Hai diritto a usufruire delle leggi nazionali ed internazionali che ti garantiscano maggiore protezione rispetto alle norme di questa Convenzione.

Fonti: www.ohcchr.orgSave the children

gpt inread-altre-0

articoli correlati