Home La famiglia Il bimbo nella società

Cosa fare se si scopre un sito pedo-pornografico su internet

di Barbara Leone - 08.10.2012 Scrivici

bambini-al-computer-2_2
Può capitare di imbattersi sul web in siti, gruppi o forum che incitano alla pedo-pornografia o diffondono immagini pornografiche di bambini: ecco come comportarsi

Su internet ormai si può trovare veramente di tutto. E, purtroppo, è facile imbattersi in siti che riportano immagini pedo-pornografiche o in messaggi su Twitter e gruppi su Facebook che incitano alla pedo-pornografia. Che cosa si deve fare se ci si imbatte in gruppi o siti di questo genere? Su Facebook è possibile segnalare la pagina e per questo molto spesso capita di vedere persone che condividono sul proprio diario il link della pagina con contenuti pedopornografici per chiedere ai propri amici di segnalarla.



LEGGI ANCHE: La pedofilia entra nel codice penale



Ma in questo modo, anche se involontariamente, non si fa altro che fare "pubblicità" a questi gruppi. Ed allora cosa è meglio fare? Ovviamente non si può (e non si deve) fare finta di niente, pensando che magari qualcun'altro denuncerà il sito. E' opportuno prendere una posizione contro questi siti, per evitare che le foto dei bambini continuino a circolare ed evitare che pedofili possano utilizzare le foto a loro piacimento, o, peggio ancora, avvicinarsi ai bambini.

Ed il consiglio più adatto è quello che anche Selvaggia Lucarelli (GUARDA LE FOTO) ha lanciato tramite la sua pagina ufficiale su Twitter: "Non si segnala un account pedopornografico (visto) mettendo il link su twitter e pubblicizzando foto di minori. Si segnala alla polizia".







Anche la Polizia di Stato dà gli stessi consigli sul suo sito ufficiale. Nel caso in cui ci si imbatta in un sito pedo-pornografico su internet, si deve chiamare immediatamente la Polizia Postale (anche tramite email) e comunicare il link del sito in questione. Non è necessario inviare foto trovate sul sito, basta semplicemente in link, in quanto gli agenti provvederanno immediatamente a fare tutti i controlli più opportuni e ad oscurare il sito.

Stessa cosa nel caso in cui ci si imbatta in messaggi pedo-pornografici, pubblicati in newsgroup o nelle community. In questo caso bisogna segnarsi il nome esatto del newsgroup o della community e stampare il messaggio trovato (non le foto). Poi bisogna comunicarli immediatamente alla Polizia Postale e delle Comunicazioni.



LEGGI ANCHE: Svegliatevi mammine! Spiegare la pedofilia ai bambini



E se si ricevono messaggi di posta elettronica che contengono immagini pedo-pornografiche o allusioni all'adescamento di minori, non si deve cancellare l'email, che potrà tornare utile per risalire a chi ha inviato quel messaggio, e si deve contattare immediatamente la Polizia Postale.

gpt inread-altre-0