Home La famiglia Il bimbo nella società

Coronavirus, nuova circolare del Viminale: si possono fare passeggiate genitore figlio

di Redazione PianetaMamma - 31.03.2020 Scrivici

Dal Viminale una prima apertura alle tante richieste dei genitori sul poter far uscire un po' i bambini all'aperto: lo fa con una circolare ai prefetti che chiarisce bene i limiti di tale concessione. Ecco cosa si potrà fare e cosa no

E' arrivata l'ultimo giorno di marzo una prima piccola apertura al poter passeeggiare (poco e vicino a casa) con i fiigli,  soprattutto con l'arrivo della bella stagione.
I minori potranno fare una passeggiata con uno dei genitori nei pressi della propria abitazione. È quanto chiarisce una circolare del Viminale inviata ai prefetti, precisando che nei pressi delle abitazioni si può camminare con i figli e fare jogging da soli.

In ogni caso, tutti gli spostamenti restano "soggetti al divieto generale di assembramento e all’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza minima di un metro da ogni altra persona".

Per evitare interpretazioni troppo restrittive come spesso è accaduto nei giorni scorsi anche nei confronti dell'attività sportiva individuale, la circolare dispone che "queste indicazioni vengano estese alle forze di polizia quotidianamente impegnate nella ricerca di un giusto equilibrio tra l'attenta vigilanza sulla corretta osservanza delle misure e la ragionevole verifica dei singoli casi".

La nuova circolare arriva dopo numerosi appelli di famiglie ed esperti a  concedere di uscire ai bambini, seppure con le dovute precauzioni e limitazioni. In un comunicato congiunto dei ministeri della Salute e della Famiglia e Pari opportunità si cita infatti "l'opportunità di riservare particolare attenzione all'attività motoria in sicurezza dei bambini alla luce della proroga delle misure restrittive per contenere la diffusione del coronavirus in Italia". In quest'ottica l'obiettivo "è consentire a tutti i soggetti in età evolutiva, ossia i minorenni con un età compresa nella fascia d'età 0-18 anni, di poter svolgere attività motorie e ludiche all'aria aperta, ma sempre accompagnati da un familiare, nel rispetto del distanziamento sociale, con un rapporto adulto/minore di 1:1, a meno che non si tratti di fratelli o minori conviventi nella stessa abitazione. In questo caso il rapporto adulto/minore potrà essere 1:n (n = numero fratelli o conviventi),

gpt inread-altre-0

articoli correlati