strip1-famiglia
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-famiglia-0
1 5

Allarme privacy minori sul web

/pictures/2015/09/16/allarme-privacy-minori-sul-web-639969564[2835]x[1183]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-famiglia

La privacy dei giovani è sempre più a rischio sul web. Per proteggere i minori ecco i consigli di Sophos, società leader nella sicurezza informatica

Privacy dei minori sul web

I genitori nell’era del web 2.0 si trovano a vivere in un mondo in costante cambiamento che cela sempre nuove insidie per bambini e ragazzi. Dal cyber bullismo ai siti dai contenuti inappropriati, sono molte le minacce alla privacy e alla sicurezza dei minori che i genitori devono conoscere per poterle fronteggiare al meglio. Anche i siti e le App dedicate ai mon ori non sono immuni da questi rischi.

Ad aiutare i genitori c'è da diversi anni la società Sophos,  leader a livello mondiale nel settore della sicurezza informatica, è impegnata nella diffusione di una cultura della sicurezza e della privacy online, mettendo in guardia gli utenti adulti così come quelli più giovani dai pericoli del web e offrendo validi strumenti e consigli utili per un’adeguata protezione contro le cyber minacce.

Da una recente indagine internazionale di Sophos emergono dati preoccupanti:  su 1.494 app e siti esaminati, il 41% ha destato perplessità e preoccupazioni riguardo al processo di raccolta dei dati e alla loro condivisione con parti terze. Solo il 31% di queste applicazioni prevede misure  per limitare la raccolta delle informazioni sensibili da minori, e addirittura due su tre conservano nomi e indirizzi mail dei ragazzi.

 
Il 22% dei siti e delle app esaminate consente ai minori di pubblicare il loro numero di telefono, mentre su un sito su quattro è possibile caricare foto e video. Soltanto il 24% dei servizi monitorati incoraggia una sorta di controllo da parte dei genitori, mentre ben il 71% di questi rende difficile,e in alcuni casi impossibile, cancellare gli account.

 Accanto a questi dati preoccupanti però ci sono anche rilevazioni positive: alcuni siti adottano buone pratiche che garantiscono controlli effettivi, fra cui un dashboard per i genitori, username e avatar pre-configurati (che rimuovono la tentazione di entrare e identificare immagini e nomi veri), e chat room che controllano il rispetto di un linguaggio adeguato, oltre a inviare degli alert quando i minori provano a inserire informazioni confidenziali.

#Iocliccopositivo: come educare i figli all'uso responsabile dei social network

Cosa possono fare i genitori per proteggere la privacy dei propri figli sul web? Innanzitutto conoscere i siti in cui navigano i propri figli, Sophos ha stilato un elenco delle sette app e siti popolari fra gli adolescenti di cui ogni genitore dovrebbe essere consapevole.

Inoltre, considerata la diffusione di Facebook tra i più giovani, può essere molto utile consultare i consigli Sophos per la sicurezza all’interno del più grande social network al mondo: proteggere il proprio profilo Facebook assicurandosi che sia visibile esclusivamente ai vostri amici ( e non agli amici degli amici o peggio ancora a chiunque!).

Infine, per i genitori di ragazzi appassionati di smartphone e tablet, è disponibile anche una guida in dieci punti per tenere i device al sicuro.

Esiste un'età giusta per navigare?

Inoltre un sondaggio condotto in Italia dal Centro per la Salute del Bambino Onlus di Trieste, in collaborazione con l’Associazione Culturale Pediatri, evidenzia che un infante su cinque entra in contatto con il telefonino addirittura nel primo anno di vita. L'80% dei bambini tra i tre e i cinque anni sa utilizzare lo smartphone o il tablet per aprire le app di gioco e quelle che riproducono i cartoni animati. Ma esiste un’età giusta per iniziare a navigare? Secondo la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, smartphone e simili andrebbero vietati fino ai 10 anni, mentre molti pediatri americani li sconsigliano solo prima dei 24 mesi. Comunque la si pensi, la sicurezza online è una priorità, a maggior ragione quando davanti allo schermo ci sono dei bambini.

Cynny, azienda fiorentina sensibile al tema della sicurezza online, ha sviluppato la tecnologia MorphCast® che possiamo vedere in azione sul nuovo sito www.morphcast.com e che, fra le altre cose, introduce un sistema innovativo per tutelare i dati degli utenti. Per l'occaasione ha stilato delle regole per proteggere i piccoli dalle insidie del Web.

Per ulteriori dettagli è possibile consulatre il sito Sophos.

gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0