strip1-famiglia
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-famiglia-0
1 5

Come insegnare il riciclo ai bambini con giochi, progetti e idee

/pictures/2018/03/20/come-insegnare-il-riciclo-ai-bambini-con-giochi-progetti-e-idee-3574918839[980]x[409]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-famiglia

Giochi, progetti scolastici e consigli per genitori ed insegnanti su come insegnare il riciclo ai bambini, perché l'educazione ambientale affonda le basi nei primi anni di vita

Come insegnare il riciclo ai bambini

Qualche giorno fa mentre giocavo freneticamente con mio figlio di tre anni ho gettato nel sacchetto della spazzatura indifferenziata una bottiglia di plastica. Il mio bambino mi ha guardato scandalizzato e mi ha rimproverato dicendo che quella era plastica e non si butta insieme agli altri rifiuti. E' andato a prelevare la bottiglia dal sacco e l'ha sistemata nel cesto della plastica che abbiamo in casa. Siccome non ne avevamo mai parlato ho fatto mea culpa e gli ho chiesto chi gli avesse spiegato dove andasse gettata la plastica e lui mi ha risposto “la maestra!”. Una piccola premessa a questo articolo nel quale vogliamo raccontarvi tutti i modi per insegnare il riciclo ai bambini per comprendere che l'educazione ambientale parte sin dai primi anni di vita: i bambini crescono seguendo il nostro esempio (e quello degli adulti di riferimento che sono importanti per loro, come appunto le maestre) e per costruire un mondo migliore e un futuro più sostenibile per loro dobbiamo coinvolgerli attivamente anche nella gestione dei rifiuti sin da piccolissimi.

Educazione al riciclo

L'educazione al riciclo inizia, quindi, sin da piccoli, ma come fare? Ecco qualche dritta.

  • Coinvolgili facendoli sentire grandi: i bimbi amano sentirsi grandi e coinvolti nelle cose degli adulti, quindi fai sembrare la gestione dei rifiuti domestici una questione rilevante e riservata soprattutto ai grandi;
  • racconta loro come si trasformano gli oggetti:se tu butti questa bottiglia di plastica dei signori molto esperti la raccoglieranno e la trasformeranno in un altra cosa, ad esempio questa pallina con cui ami tanto giocare
  • falli sperimentare: fai toccare ai bambini i vari materiali, carta, vetro e plastica, facendo loro scoprire diverse consistenze al tatto e prepara dei cestini che terrai in casa facilmente accessibili per loro;
  • chiedi ai bambini di personalizzare con dei disegni i cestini per la raccolta differenziata.

Il riciclo raccontato ai bambini

Per spiegare il riciclo ai bambini non bisogna usare termini troppo tecnici ma parole semplici facendo esempi pratici e aiutandosi con disegni ed illustrazioni. Partiamo dalla carta: raccontiamo che un boscaiolo va nel bosco a tagliare la legna con la quale, in fabbrica, vengono realizzati dei fogli di carta. Di certo non è bello tagliare un albero per procurarsi la carta! Il riciclo serve proprio ad evitare questa operazione perché la carta che è già stata usata può essere riutilizzata e trasformata in carta nuova da usare nuovamente.

E il vetro? Anche qui ci vogliono molte persone, molta energia e molto denaro per produrre il vetro. Tanti operai raccolgono della sabbia che viene trasferita in una grande fabbrica che usa molta energia per realizzare il vetro, ma se invece noi ricicliamo le bottiglie e i barattoli di vetro dopo averli utilizzati questi verranno lavorati per essere trasformati in vetro nuovo.

Ciclo dei rifiuti per bambini

Come far comprendere ai più piccoli come funziona il ciclo dei rifiuti e del riciclaggio senza usare un linguaggio troppo tecnico e quindi noioso? Possiamo anche utilizzare un breve cartone animato realizzato da Hera

Giochi per bambini sulla raccolta differenziata

Per aiutare i bambini a capire in che modo i materiali possono avere una nuova vita basta coinvolgerli direttamente nella creazione di giochi con oggetti di recupero: invece di buttarli li useremo per costruire piccoli giocattoli o oggetti utili con dei lavoretti di riciclo creativo oppure possiamo creare delle specie di cacce al tesoro agli oggetti riciclabili per coinvolgere i bambini nella loro battaglia contro le discariche.

Qualche esempio:

  • Le vaschette di alluminio e le bottiglie di plastica possono diventare un semenzaio dove faremo crescere piccole piantine aromatiche o legumi;
  • lavoretti con i rotoli della carta igienica: come questi simpatici personaggi natalizi creati da Mammaacs che possono essere realizzati anche per altre occasioni
  • Timbri fai da te riciclati: carta e cartone, tappi, confezioni di plastica e di vetro, di solito trovano nuovi interessanti usi
  • Il gioco del pulito: è un vero e proprio gioco da tavolo al quale possono partecipare 2-4 giocatori con un mazzo di carte che rappresentano i rifiuti, i dadi e un tabellone colorato.

Progetti sul riciclo

Infine ecco alcuni progetti finalizzati all'educazione ambientale nelle scuole che hanno al centro delle loro attività proprio il riciclo dei rifiuti.

  • "Insieme rendiamo il mondo più bello": è un progetto promosso da Garnier e Carrefour con il MOIGE in favore della formazione dei bambini delle scuole primarie sul tema della raccolta differenziata e del riciclo degli imballaggi. Nel corso del triennio 2017-2019 verranno coinvolti 500 complessi scolastici e verranno formati 150.000 bambini.  Nel 2017 sono stati formati 60.000 bambini di 200 Scuole  e i risultati sono stati incoraggianti: il 77% dei bambini ha dichiarato di aver prestato più attenzione ad una corretta differenziata e di conseguenza di aver riciclato di più.
  • Comieco organizza regolarmente progetti nell'ambito delle scuole per scoprire come si riciclano carta e cartone
  • Amico dell'ambiente: il progetto di riciclo punta alla raccolta di materiali plastici classificati come polietilene e polipropilene che possono arrivare da tappi di bottiglia, cassette per frutta e verdura, vasi e sottovasi per i fiori o pallet ed è stato ideato da aziende che operano da anni nel comparto industriale del riuso dei materiali plastici. Può offrire visite guidate agli impianti di trasformazione dei prodotti di riciclo;
  • Conai, il Consorzio Nazionale Imballaggi, insieme al Corriere della Sera porta nelle scuole un progetto volto ad educare e sensibilizzare i bambini della scuola primaria sull'importanza del riciclaggio dei rifiuti con il progetto “Riciclo in classe”. Un percorso ludico-creativo che intende promuovere legalità e cittadinanza a partire da un tema pratico come la corretta raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti di imballaggio che i bambini trovano comunemente in casa a protezione degli alimenti o di altri prodotti come acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro.
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0