Home La famiglia Il bimbo nella società

Come insegnare ai bambini a non sprecare il cibo

di Francesca Capriati - 07.10.2021 Scrivici

come-insegnare-ai-bambini-a-non-sprecare-il-cibo
Fonte: shutterstock
Come insegnare ai bambini a non sprecare il cibo: consigli pratici per non buttare il cibo. Il libro interattivo Zero spiega come recuperare gli avanzi di cibo

Come insegnare ai bambini a non sprecare il cibo

In Italia ogni anno si buttano 10 miliardi di euro di cibo e lo spreco alimentare è uno dei grandi problemi della società di oggi. Un gap che si apre tra zone del mondo dove la malnutrizione e l'assenza di cibo causano ogni anno migliaia di morti, soprattutto tra i bambini, e altre parti dove il cibo abbonda, viene valorizzato poco, e viene buttato. L'ultimo rapporto UNEP (United Nations Environment Programme) calcola uno spreco alimentare pari al 17% del cibo acquistato. Solo nel 2019 è andato buttato un quantitativo di alimenti pari a 23 milioni di camion da 40 tonnellate a pieno carico. In Italia lo spreco alimentare a livello domestico costa circa 6.5 miliardi di euro ogni anno, quello generato da produzione e distribuzione (industrie, GDO, logistica...) oltre 3 miliardi di euro annui. Agire sulle nuove generazioni, sempre più sensibili ai temi del riciclo, della sostenibilità ambientale e del riuso, è importante per fondare le radici di una nuova cultura antispreco e insegnare ai bambini a non sprecare il cibo.

Consigli pratici

Ecco alcuni consigli per insegnare ai bambini a non sprecare il cibo.

  • Proponi un mese di sfida familiare contro lo spreco alimentare: coinvolgeremo i bambini nel calcolare quanto cibo viene sprecato e a trovare idee per buttarne via di meno. Potremmo anche fissare un obiettivo e se riusciamo a raggiungerlo ci regaleremo una bella gita al parco divertimenti,
  • Pianifica i pasti della settimana: è una tecnica che consente di fare una spesa alimentare molto precisa e mirata e di non sprecare il cibo,
  • No agli snack e alla merenda prima di cena perché lo stomaco dei bambini si riempe subito e alla fine non mangeranno a tavola,
  • dai ai tuoi figli le giuste quantità: porzioni troppo grandi finiranno nella spazzatura mentre è giusto adeguare le quantità di cibo all'età di bambini,
  • rendiamo il cibo divertente, gradevole anche alla vista e facile da mangiare (ad esempio la frutta tagliata a pezzetti viene mangiata più volentieri dai bambini),
  • tieni un elenco delle pietanze che piacciono a tuo figlio in modo da poterle preparare regolarmente. Coinvolgi i bambini nella preparazione del pranzo: se hanno dato una mano nella preparazione del pranzo, è probabile che siano più propensi a mangiarlo.

Zero, il libretto interattivo che spiega come recuperare gli avanzi di cibo

Zero. La guida interattiva al riuso è un libretto interattivo che insegna ai bambini, ma anche agli adulti, come riutilizzare gli avanzi per non sprecare cibo. Verrà presentato il prossimo 28 ottobre ad Ecomondo, la manifestazione di riferimento in Europa per l'innovazione tecnologica e industriale per l'economia circolare (26-19 ottobre 2021, Quartiere Fieristico di Rimini). Il progetto è nato da un'idea di Barbara Molinario, presidente dell'associazione per la sostenibilità ambientale Road to green 2020 - in collaborazione con Gérôme Bourdezeau e Leonardo Tosoni - che spiega:

"Zero. La guida interattiva al riuso" è un libretto interattivo grazie alla realtà aumentata, che fornisce ricette e consigli per ridurre gli sprechi, incentivando il riciclo e il riuso in cucina. Il target principale è stato individuato negli studenti delle scuole elementari e medie per due ragioni: far entrare l'educazione alimentare all'interno degli istituti di istruzione e, soprattutto, perché i giovani costituiscono la società e i consumatori del domani. Anche se il target principale sono i giovani, Zero è una lettura interessante per tutte le età. Al suo interno, infatti, ci sono preziosi consigli anche per imparare a fare la spesa, perché è proprio al supermercato che inizia la lotta allo spreco alimentare".

Zero promuove la filosofia "zero-waste", insegnando a riciclare, utilizzare e riutilizzare ogni parte del cibo, compresi gli scarti. A tenere le fila della storia è la piccola Chef Susie che interagisce con il lettore grazie alla realtà aumentata, suggerendo ricette e consigli. Per farle prendere vita basta avere uno smartphone o un tablet. Dopo aver scaricato l'app gratuita, si inquadra la copertina o le pagine e lei parlerà. Su alcune pagine, inoltre, c'è anche un QR code, che dà accesso a ulteriori informazioni e video, che possono essere condivisi via chat o social media. I disegni sono stati realizzati dall'illustratrice Silvia Amantini, le animazioni da Skylab Studios.

gpt inread-altre-0

articoli correlati