Nostrofiglio.it
1 5

Bonus asilo nido 2019, al via le domande e le novità

/pictures/2019/01/14/bonus-asilo-nido-2019-al-via-le-domande-2607152358[972]x[405]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-famiglia
Dal 28 gennaio sarà possibile presentare le domande per richiedere il Bonus asilo nido 2019

Bonus asilo nido 2019, novità

Verrà attivato lunedì 28 gennaio alle 10 il servizio online per richiedere il Bonus asilo Nido 2019. Si tratta di un contributo INPS che è stato rinnovato anche quest'anno ed è stato aumentato dalla legge di stabilità 2019 e che consiste in un importo massimo di 1500 euro all'anno che va ad aiutare le famiglie a pagare le rette degli asili nido pubblici e privati autorizzati. La misura è destinata anche in favore dei bambini di età inferiore a tre anni, impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche, per i quali le famiglie si avvalgono di servizi assistenziali domiciliari.

Chi può avere il contributo

Possono ricevere il bonus asilo nido 2019 i genitori di bambini nati, adottati o affidati dal 1° gennaio 2016. La domanda potrà essere presentata dalle ore 10.00 del 28 gennaio 2019 alla mezzanotte del 31 dicembre 2019.

Bonus bebè 2019

Bonus asilo nido 2019, come fare la richiesta

Non ci sono limiti di reddito per richiedere il buono asilo nido, non è previsto infatti un tetto ISEE per ottenere il contributo.

Due le opzioni:

  1. per ottenere il bonus per il pagamento delle rette degli asili nido: la domanda va fatta dal genitore che dovrà allegare la documentazione comprovante il pagamento almeno della retta relativa al primo mese di frequenza per cui si richiede il beneficio oppure, nel caso di asili nido pubblici che prevedono il pagamento delle rette posticipato rispetto al periodo di frequenza, la documentazione da cui risulti l’iscrizione.
  2. Per i bambini di età inferiore ai 3 anni impossibilitati a frequentare l'asilo nido perché affetti da gravi patologie croniche: il richiedente dovrà allegare l’attestazione, rilasciata dal pediatra di libera scelta, che attesti l’impossibilità del bambino di frequentare l’asilo nido per l’intero anno solare di riferimento, a causa di una grave patologia cronica.

La domanda va fatta sulla piattaforma INPS e vi ricordiamo che per procedere serve il PIN INPS.

In alternativa, si può fare la domanda tramite il Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile oppure attraverso gli enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi. Se la richiesta riguarda più figli va presentata una domanda per ognuno di loro.

Come viene erogato il bonus asilo nido 2019

  • Il bonus per l'asilo nido viene erogato mensilmente, su 11 mensilità, per un importo massimo di 136,37 euro direttamente al genitore che ha sostenuto il pagamento, per ogni retta mensile pagata e documentata. Attenzione perché non può essere superiore alla spesa sostenuta per il pagamento della singola retta.
  • Il bonus per il supporto domiciliare verrà erogato in un'unica soluzione.

Limiti

L'INPS fa sapere in una nota ufficiale che il bonus asilo nido non è cumulabile con la detrazione fiscale delle spese di frequenza asili nido nella dichiarazione dei redditi e in mensilità coincidenti non può essere cumulato con il Bonus infanzia, cioè quel contributo per asilo nido e baby sitter di 600 euro mensili che poteva essere richiesto fino a 31 dicembre 2018, in alternativa al congedo parentale facoltativo.

Il bonus asilo nido 2019 potrà essere erogato entro il limite di spesa indicato (per il 2019 è di 300 milioni di euro), secondo l’ordine di presentazione della domanda online. Quindi nel caso in cui, a seguito del numero delle domande presentate venga raggiunto il limite di spesa, l’INPS non prenderà in considerazione ulteriori domande.

L’erogazione del bonus decade in caso di perdita di uno dei requisiti di legge o di provvedimento negativo del giudice che determina il venir meno dell’affidamento preadottivo.

A questo link le informazioni fornite dall'INPS

gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0