strip1-famiglia
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
Nostrofiglio.it
gpt skin_web-famiglia-0
1 5

Babbo Natale non esiste, l'omelia che fa piangere i bambini

/pictures/2018/12/17/babbo-natale-non-esiste-l-omelia-che-fa-piangere-i-bambini-464259370[1996]x[833]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-famiglia

Un frate in Sardegna durante l'omelia ha detto che Babbo Natale non esiste, facendo piangere tutti i bambini presenti alla Messa che ancora credono al vecchio che porta i regali

Babbo Natale non esiste, l'omelia del frate

Babbo Natale rappresenta la magia del Natale. Questo uomo vestito di rosso che in una sola notte porta i regali a tutti i bambini del mondo. I bambini si divertono a scrivere le letterine con le richieste dei giochi da ricevere in dono ed aspettano con trepidazione la mattina del 25 dicembre per scoprire quali regali ha portato Babbo Natale. Una bella favola a cui credere il più possibile. Per lasciare che i bambini possano sognare, immaginando Babbo Natale che, sulla sua slitta guidata dalle renne, va in giro per il mondo a consegnare pacchi e regali.

Ma ogni tanto c'è qualcuno che rompe questo "sogno" e svela ai bambini la dura verità: Babbo Natale non esiste. Sarà anche vero, ma perché dobbiamo dirglielo in maniera così brutale? Non si può aspettare che i bambini, crescendo, lo capiscano da soli? E' questo quello che si sono chiesti molti genitori presenti alla Messa di Padre Simone a Quartu, comune della città di Cagliari, in Sardegna.

Babbo Natale esiste, le prove

Padre Simone, infatti, durante l'omelia, parlando della nascita di Gesù e di Maria e Giuseppe ha detto a tutti che Babbo Natale non esiste. In Chiesa erano presenti molti bambini che, sentendo le parole del frate, sono scoppiati a piangere. Alcuni genitori sono accorsi subito a consolare i bambini, cercando di trovare una spiegazione per giustificare le parole del frate. Alcune catechiste, dopo la Messa, hanno spiegato ai bambini che padre Simone è un uomo di Dio e che Babbo Natale non è conosciuto dalla Chiesa, ma arriva dall'America, riuscendo a consolare e a tranquillizzare i bambini. Babbo Natale non è infatti un personaggio della dottrina cattolica (anche se spesso viene collegato a San Nicola) e probabilmente l'affermazione del frate è stata fatta senza cattiveria, non pensando che avrebbe "sconvolto" molti bambini.

Il precedente

Non è la prima volta che qualcuno dice davanti ad una platea di bambini che Babbo Natale non esiste. Due anni fa è successo a Roma, pochi giorni dopo Natale, durante un evento per famiglie organizzato all'Auditorium. Il film d'animazione Frozen veniva proiettato sul grande schermo con un'orchestra che suonava tutte le musiche dal vivo. Uno spettacolo molto bello ed emozionante. Ma alla fine dello spettacolo il direttore d'orchestra ha preso il microfono ed ha detto (non si sa per quale motivo): "E comunque Babbo Natale non esiste".

Noi genitori (perché io stessa ero presente all'evento insieme alle mie bambine) ci siamo guardati increduli, pensando probabilmente tutti la stessa cosa: "Non può averlo detto veramente!". Ricordo il pianto disperato dei bambini che continuavano a chiederci perché il direttore d'orchestra avesse detto così e se era vero che Babbo Natale non esiste oppure esiste veramente. E noi genitori che abbiamo cercato di trovare una spiegazione convincente sul momento. Ma tutti eravamo veramente increduli davanti ad una affermazione del genere.

Alcuni hanno poi cercato di giustificare il direttore d'orchestra, perché in fondo aveva detto solo la verità. Ma, da mamma, ritengo che ci sia modo e modo di dire le cose ai bambini. E sicuramente quello non era il modo migliore. La polemica scoppiata in quell'occasione ha spinto gli organizzatori dell'evento a licenziare il direttore d'orchestra. E il giorno dopo, allo spettacolo, è stato invitato anche Babbo Natale per far vedere ai bambini che invece esiste.

gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0