Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-famiglia-0
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
1 5

Come gestire il rapporto tra adolescenti e influencer

/pictures/2018/04/20/come-gestire-il-rapporto-tra-adolescenti-e-influencer-2555712463[1214]x[505]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-famiglia

La pedagogista ci spiega come filtrare e gestire il rapporto tra adolescenti e influencer e come si comportano le nuove generazioni

Adolescenti e influencer

Il fenomeno degli Influencer si sta diffondendo a macchia d’ olio tra bambini e adolescenti, i quali sono quotidianamente impegnati con il loro smartphone di ultimo modello sui vari canali social…insomma i ragazzi (e i bambini) di oggi sono veramente troppo online!

Come si comportano esattamente le nuove generazioni?

  • Individuano quali siano gli Influencer di maggior successo
  • cercano di raccogliere quante più informazioni possibili,
  • di imitare il modo di vestire, la musica che ascoltano, quello che mangiano e si aggregano al noto personaggio
  • si registra un’alta percentuale soprattutto tra le ragazzine che stanno dietro a tutorial riguardanti il trucco, l’abbigliamento e il cibo.

Si tratta di un fenomeno che fa paura e preoccupa. Abbiamo a che fare con ammiccamenti, occhiolini, mandare baci e mostrare un abbigliamento succinto. No, non stiamo parlando di donne con esperienza, ma di ragazzine di appena undici o dodici anni che quotidianamente pubblicano le loro “storie”, così vengono chiamate, sui vari social e poco importa la causa, lo fanno e basta cercando di attirare a sé quanti più seguaci possibili. Come se fosse l’ Influencer una sorta di “Dio” da venerare.

Il messaggio che passa è che chiunque può raggiungere il successo ed è proprio questo il futuro che intendono gli adolescenti di oggi.

Di cosa si occupa l'influencer

Facendo una breve ricerca ho notato che è possibile dividere questi Influencer in varie categorie:

  • l’ apparenza, ovvero viene esaltato il fisico, la bellezza;
  • il saper vestire, in questo caso parliamo di saper scegliere l’ outfit giusto per ogni occasione;
  • il benessere e quindi video tutorial in cui vengono proposti esercizi di ginnastica;
  • il cibo, solitamente mostrano mix di centrifugati in cui esaltano le nutrienti fattori della bevanda.

Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza il 17% dei ragazzi appartiene alla scuola secondaria di secondo grado, mentre il 32 % alla scuola media.

Stiamo parlando quindi di giovanissimi.

Sono dati significati e seri se pensiamo al tempo che i giovanissimi trascorrono sul cellulare, divenuto il passatempo per eccellenza.

Parlando con vari bambini e notando l’atteggiamento di questi adolescenti sembra che il desiderio primario sia i soldi facili, raggiungere il successo faticando poco.

Si sente spesso dire, infatti: “Ci sono riusciti loro perché non potrei farcela anch’ io?!

A cosa vanno incontro, i rischi

Rischi se ne possono contare tanti, uno fra tutti la disillusione. Questi ragazzini si convincono di aver trovato attraverso internet un amico, un porto sicuro in cui rifugiarsi per sfuggire alla noia quotidiana e reale.

Non mancano poi quelli che nel peggiore dei casi vanno incontro a depressione per la mancanza di “like” e allora cosa fanno? Esagerano, vanno oltre un limite pur di attirare attenzione e ricevere i tanto sognati “mi piace”.

La fase della preadolescenza porta i ragazzi a cercare modelli esterni alla loro sfera familiare e sociale. I modelli genitoriali non vanno più bene, sono considerati antichi.

Alla base c’ è sempre il disperato bisogno di essere accettati. Far parte di un gruppo per i ragazzi che si affacciano alla vita è di importanza estrema. Si crea dipendenza, nasce un’“amicizia virtuale”, un legame così profondo da dipendere totalmente da questi personaggi.

Sessualità dei figli adolescenti

Cosa possono fare i genitori

Come affrontare questo che è uno dei tanti problemi dell'adolescenza? Il divieto e il “NO” secco non hanno mai portato giovamento in un rapporto, figuriamoci in quello che riguarda i genitori e i figli.

In una società iper-tecnologica proibire l’uso dei telefonini ai ragazzi è come isolarli dal resto del mondo. Sicuramente non è semplice vivere con adolescenti in piena crisi ormonale e d’ identità. Fanno fatica a riconoscersi nel nuovo ruolo di semi-adulti e cercano continue approvazioni e modelli da imitare.

Prima ancora di stabilire delle regole i genitori possono informarsi, fare quindi una sorta di ricerca su questi Influencer seguiti dai figli e cercare di capire se e quanto il loro atteggiamento possa danneggiare o meno il comportamento e la vita dei ragazzi.

Un “VIP” che in maniera ripetitiva pubblica post nei confronti del fisico perfetto e del mangiare poco, automaticamente fa scattare nella mente dei ragazzini un rifiuto inconscio per il cibo. Non dimentichiamo, infatti, che, come è stato detto, sono i giovanissimi ad essere influenzati maggiormente.

Avere a che fare poi con individui che fanno vedere un tenore di vita esageratamente superiore rispetto alla normalissima quotidianità dei ragazzi comporta una non accettazione per la condizione umile della propria famiglia oltre che a non avere rispetto per il lavoro dei genitori perché non guadagnano le cifre sproporzionate dei vari blogger.

In alcuni soggetti l’imitazione diventa qualcosa di patologico da subire una derealizzazione e depersonalizzazione della propria vita.

Succede pertanto che si segue così tanto il personaggio da avere una sorta di distaccamento con la realtà e con la propria persona. Seguire le mode significa rinunciare al proprio essere, non riconoscersi in quanto individuo unico e speciale.

E quando si ha a che fare con ragazzini di undici o tredici anni le conseguenze possono risultare disastrose.
Si trovano in una fase di crescita dove non è possibile offrire modelli di vita errati e negativi lontani dalla loro quotidianità, altrimenti crescono con idee sbagliate di realizzazione e di sacrifici.

Pertanto, è giusto stare al passo con i tempi perché è questa, seppur esagerata, la realtà che stiamo vivendo, ma è bene sempre mantenere un certo distacco con quanto visto sui social proprio perché non sempre lo schermo trasmette stili di vita reali. Molti Influencer vengono pagati per comportarsi in un determinato modo e gli adolescenti spesso non ne sono al corrente.

Va anche detto che per poter raggiungere un determinato successo ci vuole anche fortuna e trovarsi nel momento giusto e nel luogo giusto.

Il compito fondamentale dei genitori è sempre quello di far capire ai propri figli che ottimi risultati si ottengono solo con l’impegno e i sacrifici e che nessuno regala loro niente. Magari non avranno nei loro social migliaia di “like”, ma sicuramente saranno ragazzi veri con una loro identità.

gpt native-bottom-foglia-famiglia
gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0