Home La famiglia Il bimbo nella società

25 Aprile: festa della liberazione. Di Francesco Lena

di Redazione PianetaMamma - 24.04.2024 Scrivici

liberta
Fonte: shutterstock
25 Aprile: festa della liberazione e una poesia di Francesco Lena sulla liberazione. Per liberarci di tutto: della guerra, dell'inquinamento..

In questo articolo

Lo scritto di Francesco Lena è un appello appassionato e vibrante alla partecipazione attiva per preservare e difendere i valori fondamentali della libertà, della democrazia e della pace. Attraverso una serie di richiami e invocazioni, l'autore ci invita a unirsi insieme, con determinazione e impegno, per affrontare le sfide contemporanee e costruire un mondo migliore per tutti.

Con un linguaggio diretto e coinvolgente, Lena ci spinge a liberarci dai mali sociali e ambientali che minacciano la nostra società, sottolineando l'importanza di valori quali la verità, la gentilezza, la solidarietà e il rispetto per l'ambiente.

25 Aprile: festa della liberazione

Grazie di cuore ai partigiani e tanta gente comune, che con tenacia si sono impegnati per liberarci dai nazisti e fascisti, ci hanno conquistato la libertà, la democrazia e la pace che tutt'ora stiamo godendo.

Ora c'è un grande bisogno di partecipazione, perché le conquiste non sono per sempre,

bisogna impegnarci tutti, per difendere la libertà, la democrazia e la pace.

Ora bisogna liberarci del malcostume, dell'illegalità e dalle mafie, la legalità e l'onestà fanno bene a tutti.

Ora bisogna liberarci dalle falsità e dagli insulti, la verità, la gentilezza e l'amicizia fanno bene a tutti.

Ora bisogna liberarci, del maltrattamento e violenza sulle donne, dolcezza, affetto e sincerità,

assieme al rispetto della dignità di ogni donna, fanno veramente bene a tutte le persone.

Ora bisogna liberaci dello sfruttamento e dagli infortuni sui posti di lavoro, la responsabilità, la sicurezza,

l'umanità, il valore della vita, la dignità di ogni lavoratore vanno sempre salvaguardati e fanno bene a tutti.

Ora bisogna liberarci velocemente, dalle liste di attesa per prestazioni sanitarie ai cittadini,

abbiamo il diritto di avere un Servizio Sanitario Nazionale pubblico, che funzioni bene ed efficiente.

Ora bisogna liberarci dell'egoismo, dell'io, riscoprire il noi, la solidarietà e lo stare bene insieme.

Ora bisogna liberarci del menefreghismo, dell'indifferenza, ci vuole più impegno, la libertà è partecipazione.

Ora bisogna urgentemente liberarci dalle armi e dalle guerre, che sono strumenti di distruzione e di morte,

praticare tutti insieme i valori della vita, di umanità, giustizia sociale, di uguaglianza e di pace.

Ora bisogna liberarci, da ogni forma di inquinamento dell'ambiente e della natura, rispettare nostra madre terra, dobbiamo impegnarci tutti, per fare trovare alle future generazione, l'ambiente migliore di come l'abbiamo trovato.

Di Francesco Lena

gpt inread-altre-0

Articoli correlati

Ultimi articoli