Home La famiglia Diventare mamma

Racconti: "Addio posto di lavoro dopo il parto"

di Emanuela Cerri - 24.03.2010 Scrivici

La testimonianza di un'utente della community di Pianetamamma, che si è vista chiudere le porte in faccia dopo la nascita di suo figlio. Le è stato detto che il lavoro va sposato con gli impegni familiari

Vi riportiamo indignandoci insieme a lei, la testimonianza di un'utente della community di Pianetamamma, che si è vista chiudere le porte in faccia dopo la nascita di suo figlio.

Qui trovate il post

Eccomi qui... speravo proprio di non dover mai aprire un post del genere e invece...

In questo momento sono delusa, arrabbiata, indignata ma allo stesso tempo non ho ancora realizzato quel che sta accadendo.

Vi spiego brevemente ma scusate: ho bisogno di sfogo!

Da 8 anni lavoro in centro professionale (per l'esattezza un istituto religioso) x i primi 2 anni con contratti di collaborazione poi due contratti a termine di 1 anno ciascuno e infine un contratto triennale che scadrà il 30 di giugno.

Ora sono in maternità, ma proprio per salvaguardare il mio posto di lavoro avevo deciso di non usufruire di tutto il congedo ma di rientrare a fine aprile.

Alla fine della scorsa settimana sono stata convocata dalla direzione: hanno messo subito in chiaro le cose.

Io potrei essere assunta solo a tempo indeterminato (dopo la valanga di contratti a termine che mi sono stati fatti) ma è stato deciso che da quest'anno

assumono solo persone laureate (io non lo sono) e disponibili a tempo pieno.

Io ho cominciato a lavorare part time quando Gianluca ha cominciato scuola... ha un po' di problemini e va seguito parecchio e loro questo lo sanno benissimo.

Poi ora c'è Paoletto che non ha ancora 5 mesi...

Mi è stato detto a chiare lettere che quel tipo di lavoro "va sposato" e non è compatibile con gli impegni famigliari.

Fino ad ora però anche se non sono laureata andavo bene lo stesso? e il mio part time coincideva perfettamente con le loro richieste?

In pratica un modo "carino" per chiudermi la porta in faccia.

La mia punizione per aver deciso di avere un altro figlio.

La cosa che mi fa più rabbia è che tutto questo accade negli stessi luoghi in cui si insegnano ai nostri figli valori come l'onesta, l'amore per il prossimo e il ripetto per la famiglia!!!

Per fortuna i miei bmbi in questo momento mi stanno dando tanta forza !

Scusate lo sfogo... un abbraccio!

gpt inread-altre-0