strip1-famiglia
gpt strip1_generica-famiglia
gpt strip1_gpt-famiglia-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-famiglia-0
1 5

Amiche senza figli, ecco perché non usciamo quasi più con voi!

/pictures/2018/08/21/amiche-senza-figli-ecco-perche-non-usciamo-quasi-piu-con-voi-3321400368[2019]x[843]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-famiglia

Quando si diventa mamme, le amiche che non hanno figli si sentono trascurate. Ecco perchè da neomame la parola "vita sociale" a volte fa quasi paura

Amiche senza figli

Fino a qualche anno fa eravamo le prime ad essere dispiaciute se le nostre amiche, una volta diventate mamme, sparivano dalla circolazione o comunque diradavano di molto le uscite e persino le telefonate. Ma ora che è il nostro turno, ci comportiamo esattamente nello stesso modo che abbiamo tanto criticato!
Questo articolo è dedicato a tutti gli “amici senza figli” che in questo momento si sentono delusi, tristi o arrabbiati perché una neo-mamma di loro conoscenza sembra aver perso totalmente interesse per loro.

Cosa vorremmo dagli amici senza figli
  • Che peso diamo all’amicizia?

L’amicizia è ancora un valore per noi: la maternità non ci annebbia la mente al punto da farci dimenticare i nostri affetti di sempre. Vi vogliamo ancora bene e ci mancate moltissimo, prova ne sono gli sforzi immani che facciamo per restare in contatto con voi (e se a voi non sembra affatto che ci stiamo sforzando, leggete oltre).

  • Nuove responsabilità

Siete delusi perché prima uscivamo più volte alla settimana, mentre ora è già tanto se ricevete da noi una telefonata subito interrotta da un pianto minaccioso in sottofondo. Ma per noi esserci ritagliate quei cinque minuti ora è una grande dimostrazione di affetto: avremmo potuto collassare sul divano o fare la doccia che rimandiamo da giorni, eppure abbiamo pensato a voi.

  • Perché non uscire col bambino?

Un pranzo o un caffè con un bambino a seguito sono attività più impegnative di quanto si possa pensare. Bisogna incastrare l’appuntamento tenendo conto di mille fattori di cui voi non avete la più vaga idea, variabili apparentemente insignificanti (come il sonno, la fame o la cacca) che però hanno il potere di trasformare una situazione rilassante in un vero e proprio inferno. Se abbiamo partorito da poco e non abbiamo altri figli, è facile che solo organizzare la borsa da portare con noi sia, al momento, al di sopra delle nostre forze.

  • E senza il bambino?

Ogni tanto un momento con le amiche senza bambino è una boccata d’aria, certo, ma per certi versi è anche uno stress. Magari non ci fidiamo del tutto delle persone che potrebbero occuparsene in nostra assenza. Magari il suo papà per il momento non si sente di gestirlo da solo. Inoltre, se si parla di impegni più lunghi, come gite o addirittura weekend, subentra un altro fattore: il nostro bambino ci manca. Soprattutto se lavoriamo, il fine settimana è l’unico momento per noi due!

  • Un’ organizzazione militaresca

Le faccende domestiche, che finché eravamo in due restavano un’incombenza dall’impatto quasi trascurabile, ora sembrano aver preso il sopravvento sulle nostra vita. È necessario avere una ferrea organizzazione della giornata, soprattutto se i bambini sono più di uno. Ad esempio, l’orario del sonnellino è indispensabile per schizzare a fare il bucato o la lavastoviglie. Impossibile lasciare troppe cose indietro, o si rischia di restare letteralmente “sepolti in casa”. Forse vi sembra ridicolo che per noi il coprifuoco sia alle sei di sera, ma arrivati a casa ci aspettano due ore di duro lavoro tra bagnetti, preparazione della cena e messa a letto.

  • Concezioni diverse di relax

Il tempo per noi ora è pochissimo (e con ciò s’intende una doccia di 10 minuti a mezzanotte) e anche non pianificabile: può essere che il bambino dorma quei 10 minuti di più concedendoci così di aprire un libro, e quindi finiamo per privilegiare quegli hobby che possano essere coltivati senza pianificazione… e possibilmente senza doverci preparare e uscire di casa. Perché siamo anche profondamente stanche e l’idea di prendere in mano il mascara a volte è al di sopra delle nostre forze.

Insomma, da neomamme la parola “vita sociale” a volte ci fa quasi paura: per noi ora è istintivo preservare le nostre energie e centellinarle al massimo. Siamo delle novelline e dobbiamo ancora prendere le misure della nuova situazione, per cui vi chiediamo di avere pazienza e accontentarvi, a volte, di una mail veloce e piena di errori di battitura: se ci fate caso l’abbiamo mandata alle due di notte, perché a quell’ora eravamo ancora sveglie e ovviamente esauste, ma abbiamo pensato a voi, i nostri amici.

gpt inread-famiglia-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-famiglia-0