Home La famiglia Diventare mamma

Avete anche voi un figlio preferito?

di Redazione PianetaMamma - 17.07.2013 Scrivici

bambina-legge-con-mamma
Uno studio sostiene che il 70% dei genitori predilige un figlio rispetto all'altro. Accade anche a voi?

Uno studio condotto in California ha scoperto che 7 genitori su 10 prediligono un figlio rispetto all'altro. Anche se non lo ammetteranno mai se non con loro stessi. Un vero e proprio tabù, sembra innaturale pensare di preferire un figlio rispetto ad un altro, perchè la morale comune ci insegna che i figli sono tutti uguali, mentre nella realtà non è affatto così.


LEGGI ANCHE: I figli sono tutti uguali o ce n'è uno preferito?


In genere, spiegano i ricercatori, il figlio prediletto è il primogenito, il che spiegherebbe i risultati di un altro recente studio che ha mostrato come il primo nato avrebbe maggiori probabilità di avere successo (LEGGI). Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell'università di Oslo, i primogeniti avrebbero un quoziente intellettivo più alto rispetto ai fratelli minori (LEGGI). E questo perchè i genitori preferirebbero naturalmente i primogeniti, che ricevono un maggiore carico di amore, impegno e un'attenzione superiore da parte dei genitori.

Ma dallo studio californiano emerge che i figli preferiti possono anche essere altri, magari quello atteso e arrivato dopo lungo, lunghissimo tempo; oppure quello che sembra più fragile, insicuro, vulnerabile; oppure quello che soffre di una malattia o semplicemente quello che assomiglia di più ad uno dei genitori, che ne ha preso i pregi e non i difetti o che sia portatore di precise caratteristiche riconducibili a qualcuno che si ama o si disprezza e di conseguenza questi sentimenti verranno riflessi nel rapporto con il bambino. E possono scatenare gelosie e rivalità tra fratelli che possono durare per tutta la vita.


LEGGI ANCHE: Fratello maggiore, più intelligente



Siamo esseri umani, prima che genitori, e per quanto ci sforziamo di fare del nostro meglio, essere obiettivi, amare incondizionatamente, spesso ci accolliamo un'aspettativa che va aldilà dell'umana possibilità.

Forse sarebbe meglio sciogliere questo tabù e domandarci se preferiamo nel nostro profondo un figlio rispetto ad un altro e darci una risposta sincera, perchè solo con questa consapevolezza potremmo davvero sforzarci di agire in modo più equilibrato.

Perchè fare

distinzioni

tra i figli non vuol dire per forza preferire uno rispetto all'altro, ma piuttosto riconoscerne le differenze in quanto esseri umani e comportarci diversamente con lo scopo principale, però, di coltivare i pregi e i talenti di ciascuno.

La psicologa francese Catherine Sellenet spiega che una spiccata

predilezione

per uno dei due figli ha effetti negativi su entrambi: il preferito sente su di sè un'

eccessiva aspettativa

e può diventare adulto troppo presto, con lo scopo di soddisfare le aspettative del genitore, mentre quello che resta indietro può sviluppare la cosiddetta

sindrome dello sfavorito

, cioè una costante sensazione di essere inadeguato.

gpt inread-altre-0

articoli correlati