Home La famiglia Diventare mamma

Assegno di maternità per le mamme disoccupate

di Monica De Chirico - 21.03.2014 Scrivici

insegnare-ai-bambini-come-risparmiare
Le mamme che non lavorano possono presentare al Comune la domanda per l'assegno di maternità. Ecco chi può richiedere il contributo e come funziona l'erogazione dei soldi

Il bonus bebè è un incentivo dato da parte dello Stato alle neo mamme che lavorano. Ma esiste un assegno di maternità anche per le mamme disoccupate, utile per contribuire al mantenimento del piccolo.

Chi può farne richiesta?


L'incentivo (non cumulabile con altri trattamenti previdenziali fatto salvo l’eventuale diritto a percepire dal Comune la quota differenziale) spetta purché residenti in Italia:

   - alle cittadine italiane (dal 2 luglio 1999) circ. 179/1999 ;
   - alle cittadine comunitarie (dal 1° luglio 2000) msg. 482/2000 ;
   - alle cittadine extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno * (dal 1° luglio 2000) msg. 482/2000.
   - alle cittadine non comunitarie in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo * (circ.35/2010).
    - alle cittadine non comunitarie in possesso della carta di soggiorno di familiare di cittadino dell'Unione o Italiano, della durata di cinque anni (circ.35/2010).
    - cittadine non comunitarie in possesso della carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro (circ.35/2010).


LEGGI ANCHE: Bonus Bebè e Social Card, cosa cambia nel 2014


L’assegno di maternità da richiedere al Comune, viene pagato direttamente dall’Inps e spetta alle donne non occupate (nonché a quelle occupate purché non aventi diritto a trattamenti economici di maternità ovvero, per la quota differenziale, a trattamenti di importo inferiore a quello dell’assegno).

Si tratta di un contributo pari a 1.545,55 euro. In caso di parto gemellare o di adozione o affidamento di più minori contemporaneamente, l’importo viene moltiplicato per il numero di bambini nati/adottati/presi in affidamento.


LEGGI ANCHE: Bonus bebè e Fondo di credito per i nuovi nati


Quando richiederlo?

La domanda deve essere fatta entro e non oltre i sei mesi dalla nascita del bambino. Questa scadenza è valida anche in caso di bambini adottati o affidati. La richiesta va presenta al Comune di appartenenza.

Come funziona l'erogazione del contributo?

I soldi

verranno erogati alle mamme disoccupate dall'Inps

dopo che il

Comune

di residenza della donna avrà avviato la pratica e trasmesso tutti i dati necessari per il pagamento. L’erogazione deve avvenire entro 45 giorni dalla data di ricezione dei dati trasmessi dai Comuni.

Per avere maggiori informazio su come richiedere l'assegno di maternità basta visitare il sito dell'

Inps

e consultare

la sezione dedicata al mantenimento del bebè.

CLICCA QUI >>

gpt inread-altre-0

articoli correlati